Il paese
L'economia del paese andino è nettamente cresciuta negli ultimi anni con tassi di crescita in media del 5% e con una riduzione della povertà dal 38% al 18%
 
Personaggi
Adela Zamudio fu una scrittrice e poetessa tra le pioniere del movimento femminista in Bolivia, massimo esponente della cultura del suo Paese. In Bolivia la Festa della Donna viene celebrata l11 ottobre in suo onore.
 
Cucina
La quinoa sta alla base di molti piatti, ed è la sola pianta alimentare che contiene tutti gli amminoacidi essenziali, micronutrienti e vitamine, e che ha la capacità di adattarsi a climi e ambienti ecologici differenti
 
Lo sapevi che...
Il più grande deposito di sale del pianeta si trova in Bolivia. Il Salar de Uyuni contiene oltre 64 milioni di tonnellate di sale. Quando piove, l'acqua forma uno strato sottile sulla parte superiore, riflettendo il cielo

Bolivia

Se dovessimo trovare una perfetta sintesi di ciò che era ed è l’America Latina, sicuramente la Bolivia ci andrebbe molto vicino. Il “Tibet del Sud America” è un ponte naturale che unisce la regione delle Ande a quella amazzonica e del bacino del Rio de la Plata.

Lingua

Spagnolo

 

Popolazione

10,0 milioni

 

Fuso orario

-5 o -6 ore

 

La Bolivia ospita una varietà unica di climi e paesaggi: le maestose vette andine coperte di neve, freddi altipiani costellati di bellissimi laghi e vaste saline, pittoresche e fertili valli costeggiate dalle montagne, aride pianure ed immense giungle amazzoniche attraversate da fiumi navigabili. Ma la bellezza e la diversità della Bolivia non si limitano a questo: eredità di antiche e gloriose popolazioni, le numerose culture secolari trovano ancora espressione nelle lingue, nei colori, nelle danze e nella musica.

Il programma
Intercultura offre in Bolivia un programma scolastico annuale.

Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/07/1999 31/01/2002 da fine luglio 2017 a giugno 2018

Un anno con AFS Bolivia

La fase di atterraggio a La Paz dura sicuramente meno del solito: il centro città della capitale amministrativa (quella costituzionale è Sucre) sorge infatti a 3.600 metri sul livello del mare. Gli studenti AFS, prima di incontrare le famiglie ospitanti, partecipano a un breve incontro di orientamento a La Paz dove i volontari boliviani forniscono le prime informazioni utili sulla loro esperienza e sulla cultura del Paese. La maggior parte degli studenti raggiunge poi le proprie comunità ospitanti in aereo o in autobus. AFS Bolivia prevede altri due incontri di orientamento durante l’anno: uno a metà soggiorno per un primo momento di confronto sull’esperienza in corso, e uno subito prima della ripartenza, per dare agli studenti l’opportunità di riflettere sull’esperienza vissuta e salutare i compagni di viaggio.

AFS Bolivia non propone solo incontri di orientamento ma organizza inoltre, durante le prime settimane del programma, dei corsi base di spagnolo (40 ore) durante i quali gli studenti AFS sono divisi in piccoli gruppi nei rispettivi Centri locali.


La scuola

Nonostante le migliaia di chilometri che separano la Bolivia dall’Italia, apparentemente i sistemi scolastici dei due Paesi non risultano così diversi. Le grandi differenze risiedono nel calendario, che varia a seconda delle regioni: generalmente l’anno scolastico inizia la prima settimana di febbraio e termina a metà novembre, con una vacanza di 15 giorni tra giugno e luglio per le vacanze invernali. La settimana scolastica finisce quasi sempre il venerdì (in pochi casi si va a scuola il sabato). I mesi estivi di dicembre e gennaio coincidono con le vacanze scolastiche.

La campanella suona alle 8.00 per comunicare l’inizio delle lezioni e alle 13.00 per mandare gli studenti a casa a pranzare. La maggior parte delle scuole prevede alcune discipline obbligatorie come matematica, fisica, scienze naturali, letteratura, arte, religione, informatica, chimica, studi sociali, filosofia, lingue, educazione fisica e musica. A cambiare classe sono gli insegnanti, che si aspettano di avere una relazione formale e di rispetto con i propri studenti, che rimangono in classe e condividono le lezioni con gli stessi compagni per tutto l’anno.

Le scuole però non chiudono alle 13: nel pomeriggio infatti offrono spesso attività extrascolastiche come il coro, la banda, corsi di musica e danze, sport, in particolare calcio e pallavolo. Tra le attività esterne alle lezioni, spesso vengono proposte gite opzionali di fine anno in altre città dentro o fuori dalla Bolivia, della durata variabile da una a tre settimane al costo di circa 300-400 euro.

Anche nei colegios boliviani l’uniforme scolastica ricopre un’importanza speciale per ogni membro dell’istituto. Il suo costo, a carico dello studente AFS, non supera i 45 euro (100 se si è iscritti all’ultimo anno).

Famiglia e tempo libero

La varietà culturale che contraddistingue le numerose comunità boliviane rende impossibile descrivere in maniera precisa le famiglie della Bolivia e le loro abitudini. Una grande differenza negli stili di vita è rappresentata dalle comunità che vivono nelle grandi città come La Paz rispetto ai piccoli paesi delle Ande o delle zone meno densamente popolate. Alcuni elementi comuni a quasi tutti i boliviani esistono e sono il calore, l’apertura delle persone e il valore della famiglia. La maggior parte delle famiglie boliviane è cattolica e va in chiesa regolarmente.

La famiglia, per i boliviani, è il fulcro della società: nonni, zii e cugini condividono la casa e contribuiscono insieme alle decisioni familiari più importanti. I genitori sono figure di riferimento per i figli, che rispettano le regole e i limiti imposti da mamma e papà. L’importanza della famiglia si manifesta soprattutto nella condivisione dei pasti, che sono opportunità di discussione e confronto sulla giornata trascorsa. I giovani partecipano da protagonisti alle attività in famiglia, soprattutto nei fine settimana. Quando invece gli studenti escono con gli amici, solitamente vanno assieme a delle feste, in discoteca, al cinema o praticano dello sport (calcio, basket e pallavolo).

Qualsiasi cosa stia facendo una persona in Bolivia, è fondamentale tenere sempre presente le “parole magiche” della comunicazione: non dimenticare mai di salutare con “Hola” e chiedere “Como estas?”. Mai giocare al risparmio con i “gracias”, che non sono mai abbastanza, come i “por favor”.

Sicuramente non sentirete mai un boliviano lamentarsi dei ritardatari: qui l’orologio non è una preoccupazione, la puntualità e l’efficienza passano sempre in secondo piano rispetto alla pace e all’atmosfera rilassante…

La carne è un piatto basilare nella cucina boliviana e questo rende difficile, ma non impossibile, trovare famiglie disposte ad ospitare vegetariani. È molto difficile trovare una famiglia disposta ad ospitare studenti fumatori. È richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla.

Il paese

Religione

La maggior parte della popolazione è cattolica (78%), mentre i protestanti/evangelici sono il 16%; all'incirca il 6% aderisce ad altri movimenti cristiani. La libertà di culto è protetta dalla Costituzione Boliviana.

Clima

Data la morfologia del territorio e l'ampio spazio latitudinale occupato, la Bolivia possiede una delle maggiori diversità climatiche della Terra. Nell'altipiano andino le precipitazioni non superano i 500 mm annui nella fascia umida del settore nord e la temperatura media annua è inferiore ai 10°C. Il settore meridionale è più secco e tendente alla formazione desertica. Le terre tropicali dell'oriente boliviano hanno due climi principali: a nord il clima è amazzonico, con breve stagione secca e temperatura variabili tra i 22 e 26 °C di media, a sud si ha un clima più mite e secco.

Lingua

La Bolivia ha quattro lingue ufficiali: lo spagnolo, parlato dal 61% della popolazione, il Quechua (21.2%), l’Aymara e il Guarani. Tra le altre lingue parlate ci sono l'italiano, il portoghese, l'inglese.

  • Prossimo paese

    Belgio

    Il Belgio è una piccola ma importante Monarchia situata nel cuore dell’Europa: proprio la sua capitale Bruxelles è il fulcro della vita politica dell’Unione Europea di cui è Stato fondatore.

  • Prossimo paese

    Giappone

    Si pensa che il Giappone sia nato da una spada. Che gli antichi dèi abbiano immerso una lama di corallo nell’oceano e che, al momento di estrarla, quattro gocce perfette siano cadute in mare e che quelle gocce siano diventate le sue isole maggiori: Honshu, Hokkaido, Shikoku e Kyushu.

  • Prossimo paese

    Austria

    Qui sono nati i compositori più celebri della storia e il Danubio divide in due una regione caratterizzata dalle Alpi Venoste e dagli Alti Tauri. È l’Austria, piccolo Paese dell’Europa Centrale dove città come Vienna e Salisburgo si mischiano armoniosamente alle campagne coltivate e alle foreste alp…

  • Prossimo paese

    Cile

    Una lunga striscia che percorre metà America latina, mai abbandonata dalla Cordigliera delle Ande, dal Deserto di Atacama nel nord fino alla Terra del Fuego nell’estremo sud. Un Paese in rapida crescita economica, con la migliore speranza di vita del Sud America.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here