Il paese
Considerato il fiume più lungo del mondo, il Nilo è ancora oggi la culla della civiltà egiziana: tutte le sue città (con l'eccezione di quelle situate lungo la costa) si trovano lungo la valle del Nilo a nord di Assuan
 
Personaggi
Naguib Mahfouz ha vinto il Premio Nobel per la letteratura nel 1988 per la sua opera La trilogia del Cairo. Al nome di Mahfouz sono legati 40 romanzi e 30 sceneggiature cinematografiche.
 
Cucina
Il koshari è un popolare piatto egiziano a base di riso, pasta, lenticchie, ceci) e uno strato di aglio, aceto e salsa di pomodoro speziata. Di solito il tutto è guarnito con cipolle fritte e condito con il mastika (un liquore)
 
Lo sapevi che...
Cleopatra è diventata regina d'Egitto quando era una teenager: nel 51 avanti Cristo, quando salì al trono, aveva appena 18 anni!

Egitto

Si dice che l’Egitto sia la culla della storia dell’umanità e che tutti i popoli siano bambini di fronte ad esso.

Lingua

Arabo

 

Popolazione

90 milioni

 

Fuso orario

+1 ore

 
Una nazione il cui nome deriva da un sostantivo accadico che significa “frontiera”. L’Egitto fu sede di una delle più antiche civiltà del mondo, con lingua e religione proprie, che durò per tre millenni. Dopo il 343 a.C. l'Egitto cadde sotto una serie di dominazioni straniere, ciascuna delle quali lasciò la sua impronta sulla cultura locale. L'identità egiziana si è evoluta in questi due millenni facendo assimilandosi a due nuove religioni (Cristianesimo e Islam) e a una nuova lingua, l'arabo e il suo discendente orale, l'arabo egiziano.
IL PROGRAMMAAFS Egitto propone un programma annuale, caratterizzato dall’ospitalità presso una famiglia egiziana e la frequenza di una scuola locale.
Gli studenti avranno anche occasione di partecipare a numerose attività di tipo culturale e visitare località storiche nelle loro comunità ospitanti.
Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/09/2001 31/08/2003 a inizio settembre 2018 a giugno 2019
LE ATTIVITÀ
Gli studenti, grazie all’aiuto dei volontari, approfondiranno la conoscenza della cultura e degli stili di vita egiziani, anche attraverso cinque appuntamenti durante l'anno, in cui i ragazzi si ritroveranno per condividere l'esperienze che stanno vivendo. Il primo campo si terrà a Il Cairo, al momento dell’arrivo dei partecipanti e prima dell’accoglienza in famiglia, e sarà di due giorni e una notte. Durante questo incontro i ragazzi si concentreranno sull’adattamento alla cultura egiziana e sui dettagli del loro programma e riceveranno informazioni sulle regole per la sicurezza e la salute. Il secondo e il terzo appuntamento, della durata di un weekend, si terranno rispettivamente dopo 6/8 settimane dall’arrivo e a metà anno, con l'obiettivo di valutare l'esperienza in corso e sviluppare alcune riflessioni sul percorso di adattamento, guidati dai volontari locali. Infine ci saranno un campo di una giornata poco prima della partenza, per prepararsi al rientro e uno il giorno della partenza, per fare una valutazione finale del programma.
Ogni ragazzo avrà a disposizione un assistente, ovvero un volontario esperto che lo seguirà durante tutto il percorso e lo aiuterà a comprendere la realtà locale e a superare eventuali difficoltà.
LA SCUOLA
Le scuole egiziane possono essere di due tipi: private internazionali o pubbliche e gli studenti di AFS possono essere abbinati ad entrambi i tipi, a seconda della zona dove vive la famiglia ospitante. Nel caso delle scuole internazionali, la maggior parte dei compagni è egiziana, ma il sistema scolastico si ispira a quelli dei Paesi occidentali, con lezioni prevalentemente in inglese. Nelle scuole pubbliche si adotta il sistema scolastico tradizionale egiziano e tutti i compagni di classe sono studenti locali; gli studenti AFS hanno comunque modo di integrarsi al meglio, specialmente all'inizio, anche grazie al fatto che nelle scuole che partecipano al programma AFS diverse materie vengono insegnate in inglese.
Gli studenti verranno abbinati alla scuola cercando di avvicinarsi il più possibile all’anno scolastico di frequenza in Italia e alle materie necessarie. Al termine dell’anno scolastico verrà rilasciata una pagella, contenente i voti ottenuti e gli esami superati.
In tutte le scuole egiziane è richiesta l’uniforme, il cui prezzo può variare; in ogni caso, sarà a carico dello studente.
IL TEMPO LIBERO: LA FAMIGLIA E GLI AMICI
La famiglia riveste un ruolo fondamentale in Egitto: viene considerata il nucleo stesso della società e comprende, oltre a genitori e fratelli/sorelle, anche nonni, zii e cugini. Il padre ricopre un ruolo centrale all’interno della casa, in quanto spesso è colui che sostiene la famiglia, mentre la madre viene considerata il nucleo della vita familiare, in quanto è colei che cresce ed educa i figli. Il comportamento stesso dei figli viene visto come riflesso dell'educazione impartita dalle loro madri.
I figli portano grande rispetto ai genitori e generalmente viene considerato segno di irriverenza il rispondere o il disobbedire alle regole familiari.
Solitamente le famiglie egiziane passano molto tempo insieme, sia in casa che fuori. Un ruolo centrale in questo viene ricoperto dal pasto principale della giornata, il pranzo, che solitamente viene consumato nel pomeriggio, quando tutte la famiglia è tornata dal lavoro o dalla scuola. Il cibo viene condiviso tra tutti i membri della famiglia e generalmente mangiare da soli è considerato segno di maleducazione.
Le famiglie che ospitano con AFS provengono da ogni tipo di background socio-economico e possono essere molto diverse le une dalle altre. Anche il luogo di abitazione può variare: alcuni ragazzi vengono ospitati in città, altri in zone più rurali o di periferia.
Quando non sono in famiglia, gli adolescenti egiziani amano uscire nei bar della città, fare shopping o andare al cinema. È molto importante conoscere le regole familiari sull’orario di rientro e capire quali atteggiamenti, da tenere tra amici, sono adeguati alla cultura egiziana. Il rapporto ragazzo/ragazza è infatti visto in modo molto più restrittivo rispetto alla cultura occidentale.
Il paese

Religione

La religione prevalente è l’Islam sunnita, con una minoranza di cristiani copti del 10-15%.

Clima

Il clima è caldo secco con inverno mite. Durante l’estate, le temperature massime in media sono pari a 36 gradi, mentre le minime sono pari a 22 gradi. Il mese più caldo è luglio, con temperature massime superiori anche a 40 gradi. In inverno, le temperature massime in media sono pari a 19 gradi, mentre le minime sono pari a 10 gradi. Il mese più freddo è gennaio, con temperature comprese tra 8 e 18 gradi.

Lingua

L'arabo, nella variante egiziana, è la lingua ufficiale del Paese. La lingua copta, ultimo stadio evolutivo dell'egizio, era la lingua maggioritaria in Egitto fino all'invasione araba e all'islamizzazione avvenuta a partire dal VII secolo, ma oggi sopravvive unicamente nella liturgia e nelle pratiche religiose dei cristiani copti, minoranza nel paese. Il francese e l'inglese sono due lingue tuttora diffuse in Egitto nel mondo della cultura e nei commerci. L'Egitto è membro dell'Organizzazione internazionale della Francofonia.
  • Prossimo paese

    Lettonia

    Il rispetto e la conservazione delle lunghe coste cristalline e delle vaste foreste che ricoprono la maggior parte del territorio hanno permesso alla Lettonia di raggiungere negli ultimi anni i primi posti negli indici mondiali di sostenibilità e prestazioni ambientali.

  • Prossimo paese

    Portogallo

    Ancor prima di arrivare a destinazione, sono in molti a provare un senso di quella che in Portogallo chiamano saudade, indescrivibile e intraducibile in altre lingue. Un sentimento cantato spesso da Amàlia Rodrigues, la più conosciuta interprete del fado, la musica dell’anima portoghese.

  • Prossimo paese

    Belgio

    Il Belgio è una piccola ma importante monarchia situata nel cuore dell’Europa. La sua capitale Bruxelles è il fulcro della vita politica dell’Unione Europea: una città simbolo dell’incontro tra la cultura fiamminga delle province settentrionali e quella vallone situata al sud.

  • Prossimo paese

    Repubblica Ceca

    Vi siete mai trovati in una “situazione kafkiana”? Beh, questo forse è il posto giusto, se non altro perché Franz Kafka – anche se scrisse in tedesco – nacque qui.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here