Il paese
Il nome del Paese deriva dal termine spagnolo "hondura", che significa “profondità”. Le Islas de la Bahía infatti emergono da un fondale di oltre 5000 metri
 
Personaggi
Lucila Gamero de Medina (1873-1964) iniziò a scrivere fin da giovanissima e fu la prima donna del Centroamerica a pubblicare un romanzo
 
Cucina
Una delle zuppe tipiche honduregne è la "sopa de caracol" (zuppa di lumache con salsa al cocco)
 
Lo sapevi che...
L'ara scarlatta (ara macao) è l'uccello nazionale dell'Honduras, ed era già venerato dai popoli precolombiani della zona

Honduras

“Profondità delle acque” è il suo nome, riferito al Mare dei Caraibi e all’Oceano Pacifico che bagnano le sue coste rispettivamente a nord e sud.

Lingua

Spagnolo

 

Popolazione

8.1 milioni

 

Fuso orario

-7 ore

 
Patria dell’antico popolo Maya, terra esplorata da Cristoforo Colombo prima e da Amerigo Vespucci poi, le sue montagne e le colline sono completamente coperte da un’abbondante vegetazione tropicale, dovuta alle temperature tra i 25° e i 30° C, pressoché costanti durante l’anno. I cittadini honduregni sono prevalentemente meticci e cattolici, sebbene in tutto il Paese siano ancora sparse decine di tribù indigene; la lingua ufficiale è lo spagnolo ma sono diffusi anche due dialetti tipici della zona caraibica, il meskito e il garafuna.
IL PROGRAMMA
Il programma annuale offerto da Intercultura prevede l’ospitalità presso una famiglia honduregna e la contemporanea frequenza di una scuola superiore.
Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/02/2000 31/07/2001 da metà agosto 2017 a inizio luglio 2018
LE ATTIVITA’
I volontari AFS organizzano all’arrivo dei ragazzi a Tegucigalpa un incontro iniziale di tre giorni in una località vicina alla capitale, dando loro modo di ambientarsi e prepararsi all’incontro con la famiglia ospitante. A metà ottobre, è previsto un incontro di un paio di giorni, organizzato dal Centro locale, dove discutere del loro adattamento nelle famiglie e nella cultura del Paese. Verso gennaio, è poi tempo del campo di formazione a Copan, dove si trovano le antiche rovine Maya: quattro giorni di attività per valutare l’andamento della prima parte d’esperienza, confrontarsi con i volontari e gli altri studenti, e per visitare le rovine. Prima del rientro, è organizzato un appuntamento finale di 3 o 4 giorni per prepararsi al ritorno in Italia e riflettere insieme ai volontari e agli altri studenti sull’anno trascorso.
LA SCUOLA
Hablás español?” ma anche “Do you speak english?”: gli studenti AFS sono generalmente inseriti in una scuola superiore bilingue (inglese e spagnolo) all’ultimo o al penultimo anno. Per questo già al momento della partenza è necessaria una buona conoscenza della lingua inglese (parlata e scritta), certificata da almeno due anni di studio e da buoni risultati nel percorso di scuola superiore e verificata nel corso delle selezioni di Intercultura mediante un test.

L’anno scolastico parte a settembre e si conclude a giugno, con lezioni che si possono tenere al mattino e al pomeriggio. Al variare del percorso di studi cambiano le discipline obbligatorie, che in genere sono spagnolo, inglese, matematica, fisica, filosofia, chimica, storia ed educazione fisica. Tutte le scuole prevedono l’obbligo di indossare l’uniforme il cui costo è a carico del partecipante.

Nel caso in cui i ragazzi vengano inseriti all’ultimo anno avranno modo di partecipare ai progetti di utilità sociale organizzati dalla scuola nella comunità ospitante.
LA VITA
Europei, creoli, indigeni: le famiglie ospitanti honduregne potrebbero appartenere a qualunque di questi gruppi. Esse sono dislocate in ogni parte del Paese, in zone urbane o suburbane, anche se non sono da escludere abbinamenti in aree rurali.

Si può comunque tentare di dipingere un’immagine della tipica famiglia honduregna: numerosa e affiatata, religiosa e praticante, ma soprattutto ancora patriarcale, per cui non di rado le madri non lavorano occupandosi esclusivamente della casa e dei figli. I genitori sono molto protettivi, soprattutto verso le figlie, che godono solitamente di minore libertà rispetto ai maschi. Le famiglie mettono al primo posto la fiducia reciproca e ogni tanto si aspettano dagli studenti stranieri la partecipazione con loro alle funzioni religiose, considerate attività importanti.

Lo studio è visto dai giovani come un privilegio, per questo i ragazzi si impegnano molto nell’ottenere buoni risultati scolastici. Il tempo libero dalle lezioni e dai compiti viene impiegato con gli amici o frequentando uno dei corsi extra-curriculari offerti dalla scuola (sport, teatro, ballo, banda, ecc.).

La dieta honduregna prevede quasi quotidianamente riso, fagioli, tortillas, carne, formaggio e banane fritte e per questo motivo è difficile trovare famiglie disposte ad ospitare vegani. Gli studenti vegetariani devono essere disposti talvolta a preparare da soli i propri pasti.

È molto difficile abbinare studenti fumatori, in quanto le famiglie sono molto conservatrici. Non è possibile invece accogliere ragazzi/e con tatoo visibili o con capelli rasta poiché la maggior parte delle scuole non accetta studenti con queste caratteristiche. .
Il paese

Religione

La maggior parte della popolazione pratica il Cattolicesimo (circa il 90%). Le famiglie generalmente vanno in chiesa la domenica mattina. Sono comunque presenti numerose altre comunità religiose e la libertà di culto è rispettata.

Clima

Il clima dell'Honduras è tropicale: temperato nelle zone più elevate dell'interno, dove la media annua si aggira sui 21°C, mentre le regioni costiere del nord presentano temperature elevate (26,7 °C di media) e alti tassi di umidità. La stagione secca dura da novembre a maggio.

Lingua

La lingua ufficiale del Paese è lo spagnolo. I cittadini più giovani e le persone più istruite conoscono una seconda lingua.
  • Prossimo paese

    Ungheria

    Una nazione “enigmatica”, se non altro perché a un suo cittadino, l’architetto Erno Rubik, si deve la creazione di un famoso rompicapo, detto appunto “cubo di Rubik”. E persino per la penna a sfera bisogna ringraziare l’Ungheria, che ha dato i natali a László József Bíró, inventore di uno degli ogge…

  • Prossimo paese

    Perù

    “Uno scrittore non sceglie i suoi argomenti, sono questi ultimi a sceglierlo” dice il Premio Nobel per la Letteratura Mario Vargas Llosa. E quale Paese più ricco di storie e leggende poteva affascinare il celebre scrittore sudamericano, se non la sua terra natìa, il Perù?

  • Prossimo paese

    Croazia

    Il 1° luglio 2013 la Croazia è diventato il 28° stato membro dell’Unione Europea, a diciotto anni dalla fine della Guerra dei Balcani. “La Croazia sceglie la libertà e la pace” titolava il principale quotidiano croato.

  • Prossimo paese

    Giappone

    Si pensa che il Giappone sia nato da una spada. Che gli antichi dèi abbiano immerso una lama di corallo nell’oceano e che, al momento di estrarla, quattro gocce perfette siano cadute in mare e che quelle gocce siano diventate le sue isole maggiori: Honshu, Hokkaido, Shikoku e Kyushu.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here