Il paese
Il lago di Kawah Putih ha un particolare colore dell'acqua, blu, verde o marrone, che dipende dai livelli di concentrazione di solfuro, dalla temperatura e dai livelli di ossidazione dell'acqua
 
Personaggi
ANGGUN è una cantante indonesiana, naturalizzata francese. Nel 1997 il suo singolo Snow on the Sahara divenne una hit internazionale, rendendola la prima cantante asiatica ad avere successo su scala mondiale
 
Cucina
"Al cenone natalizio si sostituisce un piatto di riso e pollo fritto ("nasi goreng") mangiati seduti per terra, alla cioccolata calda o un thè ghiacciato - questo sarà il mio Natale indonesiano!" (Viola)
 
Lo sapevi che...
Nel 1883 l'eruzione del Krakatoa, il maggiore vulcano dell'arcipelago, fu così potente che si udì fino in Australia, a più di 5000 km di distanza!

Indonesia

Selamat Datang di Indonesia! (Benvenuti in Indonesia!), il più grande arcipelago del mondo che si estende tra l’Oceano Pacifico e quello Indiano, tra l’Asia e l’Australia. Quasi 250 milioni di persone popolano migliaia di isole dove si parlano più di 580 dialetti locali oltre alla lingua ufficiale, il Bahasa Indonesia (l’indonesiano).

Lingua

Indonesiano

 

Popolazione

253.3 milioni

 

Fuso orario

da +6 a +8 ore

 
Un Paese “ricco”, in tutti i sensi. Ricco di risorse naturali, che per centinaia di anni attirarono i colonizzatori europei. Ricco di paesaggi, dalle sperdute campagne alle estese foreste che coprono il 60% del territorio, fino alla megalopoli (e capitale) Giacarta. E ricco di festività: qui, nonostante la grandissima maggioranza degli indonesiani sia musulmana, lo Stato riconosce numerose minoranze ed il Ramadan viene quindi celebrato quanto il Natale cristiano o il Capodanno Cinese e quello Indù.
IL PROGRAMMA
Intercultura, in partnership con AFS Indonesia (Bina Antarbudaya), offre un programma annuale in Indonesia durante il quale i ragazzi sono ospitati da famiglie locali e frequentano un istituto superiore.
Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/09/1999 31/07/2001 da agosto 2017 a luglio 2018
LE ATTIVITA'
All’arrivo nel Paese, gli studenti vengono accompagnati dai volontari indonesiani a Giacarta, dove partecipano ad alcuni giorni di attività per prepararsi allo stile di vita, alla lingua, al sistema scolastico e alla cultura del più grande arcipelago del mondo. Alla fine del campo di orientamento, i ragazzi raggiungono le famiglie ospitanti viaggiando in macchina, treno o aereo a seconda della destinazione finale.

Vista la difficoltà della lingua indonesiana (bahasa), prima della partenza verrà inviato a ogni studente un piccolo manuale per aiutarlo nell’apprendimento iniziale e nei primi mesi i ragazzi verranno aiutati dai volontari una volta a settimana.

Nelle comunità di arrivo i Centri locali organizzano altri due momenti di incontro: il primo di benvenuto, dopo poche settimane, e il secondo tra gennaio e febbraio, dando ai ragazzi la possibilità di confrontarsi tra di loro e fare il punto della situazione della loro esperienza, lasciandosi guidare dai loro volontari.

Prima del rientro in Italia è previsto un appuntamento finale, a livello nazionale, che permette agli studenti di valutare insieme il percorso trascorso in Indonesia.

Un aspetto molto apprezzato dagli studenti è l’incontro di formazione speciale obbligatorio organizzato da Intercultura prima della partenza per l’Indonesia: un fine settimana, solitamente a giugno, per prepararsi in modo specifico alla cultura e all’esperienza indonesiana.
LA SCUOLA
È lunedì mattina, tutti gli studenti si ritrovano nel cortile esterno della scuola e gli amplificatori diffondono in tutti gli ambienti la base dell’Inno nazionale. Si chiama Upacara, è il “Giuramento di fedeltà alla bandiera”, una cerimonia molto comune nelle scuole superiori indonesiane.

L’anno scolastico è diviso in semestri e parte a luglio. La settimana di scuola va dal lunedì al sabato e le lezioni si svolgono dalle 7 alle 13.15, con una pausa di venti minuti nella tarda mattinata. Il venerdì le lezioni terminano alle 11 per consentire la partecipazione alla “preghiera del venerdì”. In alcune scuole islamiche la settimana va dal sabato al giovedì con il venerdì giorno festivo. Solitamente la giornata è divisa in otto sessioni da 45 minuti l’una. In alcune scuole le lezioni si potrebbero svolgere al pomeriggio invece che alla mattina.

Gli studenti indonesiani possono generalmente scegliere tra due diversi programmi di studio: il programma di scienze (IPA) e il programma sociale (IPS). Comune ai due percorsi ci sono lo studio di lingua indonesiana, lingua inglese, educazione civica, Pancasila (ideologia nazionale) e matematica. Nel programma scientifico le discipline specializzanti sono fisica, chimica e biologia. In quello sociale ci si concentra invece su storia nazionale e mondiale, sociologia, antropologia, economia e una terza lingua straniera. Vengono poi offerti corsi a scelta di sport ed educazione alla salute e lezioni di computer, dattilografia, cucina ecc.
Oltre a questi due percorsi scolastici esistono anche le cosiddette “Vocational High School” con un profilo molto specializzante, come la scuola di arte Karawitan, la scuola d’aviazione, la scuola di tecniche agricole e la scuola di economia domestica.

Nel pomeriggio molti indonesiani prendono parte a corsi extracurricolari di musica, danza, pittura, scout, volontariato ecc.

L’istruzione ricopre un ruolo molto importante nelle vite dei giovani indonesiani: per questo le lezioni sono molto partecipate e i professori godono di piena autorità e del rispetto di tutta la classe.

In quasi tutti gli istituti gli studenti sono tenuti a indossare l’uniforme scolastica (il cui costo e’ a carico del partecipante), pensata come un modo per eliminare le diversità socio economiche degli studenti. Alle ragazze non è consentito andare a scuola truccate.
FAMIGLIA E TEMPO LIBERO
Numerose famiglie indonesiane si avvalgono dell’aiuto di una o più domestiche: nonostante questo, le famiglie apprezzano le offerte di collaborazione da parte degli studenti nello sbrigare le faccende di casa.

Gran parte delle attività dei giovani nel tempo libero sono vissute in famiglia, che generalmente si dimostra particolarmente desiderosa di passare il maggior tempo possibile con gli studenti ospitati e di presentare a tutti i parenti e amici il nuovo componente.

Viste le proporzioni dell’arcipelago e le molteplici differenze etniche, la cucina indonesiana è molto varia. Speziata e raffinata, varia quindi da isola a isola. Piatto tradizionale è il Nasi Goreng, ovvero riso bollito, passato in padella (o fritto) con verdure, carne di manzo o di pollo, pesce (spesso gamberetti o granchio) e uova.

È molto difficile trovare famiglie e scuole disposte a ospitare studenti fumatori o vegetariani. Inoltre, per rispetto della comunità musulmana, gli studenti AFS sono tenuti a non consumare alcol o a fumare durante l’intera durata del programma.
Il paese

Religione

L’Indonesia è il Paese musulmano più popoloso al mondo (secondo il censimento del 2000 i musulmani costituirebbero l’86% della popolazione). Nonostante ciò, il governo indonesiano riconosce ufficialmente altre cinque religioni (protestantesimo, il cattolicesimo romano, l'induismo, il buddhismo e il confucianesimo) e tutela la libertà religiosa prevista dalla Costituzione.

Clima

L’Indonesia è divisa in due dal passaggio dell’Equatore e ha quindi un clima tropicale con due distinte stagioni dei monsoni: una umida e l’altra secca. Le temperature non variano mai di molto: nella capitale Giacarta la media durante tutto l’anno oscilla tra i 26° e i 30°C.

Lingua

La lingua nazionale ufficiale è l'indonesiano, ed è universalmente insegnata nelle scuole, ed è parlata da quasi tutta la popolazione. La maggior parte degli indonesiani parla almeno una delle diverse centinaia di lingue locali (bahasa daerah), spesso come prima lingua. Di queste il giavanese è la più parlata, essendo la lingua del principale gruppo etnico. D'altra parte Papua possiede più di 500 lingue e dialetti indigeni in una regione che conta appena 2,7 milioni di persone. Gran parte della popolazione anziana conosce ad un certo livello anche l’olandese.
  • Prossimo paese

    Australia

    A sedicimila chilometri dall’Italia un’enorme isola bagnata da due oceani costituisce da sola quasi un intero continente.

  • Prossimo paese

    Polonia

    Un Paese pieno di storia che non dimentica il passato, ma che guarda al futuro con speranza, lavorando per costruire una società sempre più aperta e multiculturale.

  • Prossimo paese

    Cina

    Culla di uno dei più grandi imperi della storia, civiltà deposta tra due dei più lunghi fiumi al mondo (il fiume Azzurro e il fiume Giallo), la Cina è diventata, col passare degli anni, uno degli stati più influenti del panorama globale.

  • Prossimo paese

    Repubblica Ceca

    Vi siete mai trovati in una “situazione kafkiana”? Beh, questo forse è il posto giusto, se non altro perché Franz Kafka – anche se scrisse in tedesco – nacque qui.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here