Il paese
Georgetown, capitale dell'isola di Penang, è una vivace città in cui gli edifici del periodo coloniale britannico si fondono armoniosamente con quelli moderni e con il patrimonio naturale dell'isola
 
Personaggi
Hanie Soraya, popstar malese, ha vissuto in Italia a Teramo grazie a un programma di Intercultura
 
Cucina
"Mentre in Italia siamo soliti cucinare molto e creare ogni giorno piatti diversi, qua il pasto base è sempre il riso e poi puoi aggiungere vari condimenti" (Lucrezia)
 
Lo sapevi che...
I cartelli sono solitamente scritti nella lingua più diffusa della zona in cui ci si trova (arabo, indiano, cinese), e sotto nella lingua ufficiale del Paese, il malese

Malesia

Una terra lontana coperta dalla foresta equatoriale più antica del pianeta, conosciuta solo attraverso i racconti di Emilio Salgari e le avventure di Sandokan

Lingua

Malese / Inglese / Cinese / Tamil

 

Popolazione

28.1 milioni

 

Fuso orario

+7 o +6 ore

 

La Malesia racchiude nei suoi immensi paesaggi naturali una ricchezza di culture che pochi Paesi hanno: malesi, cinesi e indiani convivono pacificamente organizzando durante tutto l’anno numerose feste religiose, tra cui l’Hari Raya musulmano, il Taipusam induista, il Capodanno cinese e il Natale cristiano. Durante il Deepavali, o “Festa della luce”, i fedeli indù appendono lampade ad olio in ogni parte delle città per propiziare la dea della bellezza. È una Monarchia elettiva parlamentare e la sua lingua ufficiale è il malese, anche se nel Paese sono molto diffusi il cinese, l’inglese e l’hindi.

IL PROGRAMMA

Intercultura offre in Malesia un programma di tipo annuale con l’inserimento in famiglia e la frequenza di una scuola nella comunità ospitante.

Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/09/1999 30/06/2002 a metà luglio 2017 a inizio giugno 2018
LE ATTIVITA’
I ragazzi atterrano a Kuala Lumpur dove vengono accolti dai volontari per un incontro di formazione, durante il quale ricevono le prime informazioni sulla vita e la cultura in Malesia e dove sono previsti un breve corso introduttivo di lingua malese e una visita alla capitale. Durante il programma vengono organizzati altri incontri formativi sia a livello locale che nazionale per monitorare l’esperienza in corso e confrontarsi su eventuali difficoltà.

L’ultimo incontro, poco prima della partenza, ha lo scopo di riesaminare l’esperienza che sta per concludersi e preparare i ragazzi al rientro a casa.

AFS Malesia ritiene essenziale che gli studenti conoscano l’inglese di base per facilitare la comunicazione nel primo periodo. La stessa Associazione può organizzare durante l’anno gite facoltative i cui costi sono a carico dei partecipanti.

Un aspetto molto apprezzato dagli studenti è l’incontro di formazione speciale obbligatorio organizzato da Intercultura prima della partenza per la Malesia: un fine settimana, solitamente a giugno, per prepararsi in modo specifico alla cultura e all’esperienza malese.
IL SISTEMA SCOLASTICO
Gli studenti italiani si inseriscono a metà del terzo quadrimestre, per poi riprendere le lezioni all’inizio dell’anno scolastico successivo dopo un periodo di vacanza tra novembre e dicembre. Quello malese, infatti, è un sistema scolastico molto diverso dall’italiano: la scuola inizia a gennaio e finisce a novembre. Le lezioni si possono svolgere dalle 7.30 alle 13.30 o dalle 13.30 alle 18.30 e vanno dal lunedì al venerdì, fatta eccezione per le regioni a prevalenza musulmana, in cui il venerdì è festivo e i corsi sono tenuti dalla domenica al giovedì. A discrezione della scuola, i ragazzi vengono solitamente iscritti al penultimo o all’ultimo anno, partecipando alle lezioni mattutine, in modo da poter prendere parte ad eventuali attività extracurriculari pomeridiane. I corsi si tengono in lingua malese e, da parte degli studenti stranieri, ci si aspetta un impegno serio e costante anche nell’apprendimento delle lingue locali come il Bahasa Malaysia, il Mandarino, il Tamil etc.

La scuola ha regole precise: è obbligatorio vestire l’uniforme (il cui costo è a carico del partecipante) ed è severamente vietato fumare indossandola o sostando dentro gli edifici scolastici.

Gli istituti malesi hanno un ruolo fondamentale nel processo educativo e morale dei giovani malesi e offrono numerose diverse attività extra-curriculari come corsi di fotografia, musica, canto corale, computer ecc.
LA VITA IN UNA PACIFICA SOCIETÀ MULTICULTURALE
Le famiglie malesi riflettono le differenze culturali presenti all’interno del Paese, per cui risulta difficile descrivere le caratteristiche tipiche di una famiglia. Di qualunque etnia faccia parte, essa è un’istituzione molto importante: spesso uno studente AFS si trova in una famiglia “allargata” dove condivide la stanza da letto con fratelli o sorelle dello stesso sesso.

I ragazzi vengono ospitati in ogni parte del Paese, prevalentemente in piccoli centri o zone rurali, ma dappertutto è immancabile il particolare rispetto per le persone adulte ed anziane, a cui è impensabile rivolgersi usando il nome di battesimo. I malesi sono infatti molto attenti all’etichetta e, soprattutto in pubblico, evitano atteggiamenti considerati sconvenienti; sono protettivi ed esigono il rispetto delle regole familiari e del coprifuoco concesso ai figli.

Il capo famiglia è solitamente il padre, mentre la madre e i figli si occupano della casa e delle faccende domestiche, per cui ci si aspetta una collaborazione anche da parte degli studenti stranieri. Isolarsi o chiudersi nella propria stanza, magari utilizzando internet per lungo tempo, è considerato inopportuno e maleducato.

I giovani passano la maggior parte del tempo a studiare; il resto della giornata è destinato spesso allo sport (amano particolarmente il calcio, il volano, le arti marziali e gli sport acquatici) e alle uscite con gli amici, al cinema o nelle vie del centro.

La cucina malese è immancabilmente molto varia ed è contraddistinta da cibi speziati ed esotici simili ai piatti indiani, oltre che dai cibi cinesi e dai piatti tipici portoghesi.

Fumare è illegale per i minori di 18 anni ed è malvisto dalla popolazione locale, perciò non è possibile trovare delle famiglie disposte ad ospitare fumatori.
Il paese

Clima

Il clima malese è di tipo equatoriale, con temperature piuttosto elevate e precipitazioni abbondanti. L'influsso monsonico è poco accentuato, ma provoca un aumento delle piogge sulla costa est da novembre a febbraio e sulla costa ovest nel solo mese di agosto. La regione del Borneo è sempre più umida rispetto al resto del paese.
La temperatura media è di 28°C e l'umidità supera ovunque il 90%.

Religione

Le religioni professate in Malesia sono: quella islamica (64%), cristiana (9,4%), buddista (18%) e quella indù (6%). La religione di stato è quella islamica ma la Costituzione malese garantisce la libertà di culto e per le etnie aderenti ad altre fedi non ci sono restrizioni.

Lingua

La lingua ufficiale è il bahasa melayu (malese). Altre lingue sono il cinese (mandarino), il tamil (indiano) e l'inglese è conosciuto un po’ in tutto il paese.
  • Prossimo paese

    Svezia

    Dal Circolo Polare Artico fino al ponte di Öresund che la collega con la Danimarca, la Svezia si allunga per oltre 1500 km. Alle pochissime popolose e grandi città come Stoccolma e Goteborg si affiancano una moltitudine di piccoli villaggi rurali, che conservano ancora oggi affascinanti strade e arc…

  • Prossimo paese

    Messico

    170mila chilometri quadrati di “Aree Naturali Protette” in un Paese chiamato “ombelico della Luna”, che in 30mila anni ha visto convivere e alternarsi numerose civiltà millenarie, dagli Olmechi ai Maya agli Aztechi.

  • Prossimo paese

    Francia

    “Come si può governare un paese che ha duecentoquarantasei varietà differenti di formaggio?” si chiedeva Charles de Gaulle, primo Capo della Francia libera nel ‘40. Ma il Paese di Robespierre e Napoleone non è solo brie e camembert: la Francia è uno dei Paesi fondatori dell’Unione Europea e condivid…

  • Prossimo paese

    Ungheria

    Una nazione “enigmatica”, se non altro perché a un suo cittadino, l’architetto Erno Rubik, si deve la creazione di un famoso rompicapo, detto appunto “cubo di Rubik”. E persino per la penna a sfera bisogna ringraziare l’Ungheria, che ha dato i natali a László József Bíró, inventore di uno degli ogge…

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here