Il paese
Caratteristica del paesaggio norvegese sono i fiordi, le profonde insenature che calano a picco sul mare. Le regioni dello Svalbard e dell'Antartide sono le ultime, grandi aree incontaminate del mondo
 
Personaggi
Edvard Munch (1863-1944) è l'autore del celebre "L'urlo". Meno risaputo è che è stato rubato due volte e che vi sono 4 versioni del quadro (una delle quali venduta a un'asta miliardaria)
 
Cucina
Le pinnekjøtt sono costolette di agnello o montone stagionato in salamoia o sale marino, molto popolari nel periodo di Natale
 
Lo sapevi che...
Lo Svalbard Global Seed Vault conserva i campioni di semi di oltre 8.000 specie vegetali diverse. Si trova nelle isole Svalbard a circa 1200 km dal Polo Nord

Norvegia

Basta dare un’occhiata alla cartina per capire perché la Norvegia è chiamata “Terra dei fiordi”: il Mar di Norvegia si ramifica verso l’interno, fin quasi a raggiungere il suo cuore.

Lingua

Norvegese

 

Popolazione

5.2 milioni

 

Fuso orario

0 ore

 
Questo è il Paese dalle antiche tradizioni legate ai Vichinghi e ai folletti dei boschi. Il dio Odino, guerriero vichingo, col potere di trasferire al popolo la capacità di scrivere poesie; e il troll, il più tipico tra i frequentatori delle foreste, che può vivere centinaia di anni prendendo forme e dimensioni diverse.

La Norvegia non fa parte dell’Unione Europea ma sarebbe un errore considerarla un Paese “chiuso”: qui gli stranieri sono ben accolti e la capitale Oslo è una città antica di tradizioni ma vivace e cosmopolita.
IL PROGRAMMA
Il programma annuale prevede l’inserimento scolastico nelle scuole superiori e l’ospitalità presso famiglie norvegesi.
Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/08/1999 31/07/2001 da metà agosto 2017 a fine giugno 2018
LE ATTIVITÀ
Prima di raggiungere le famiglie ospitanti, lo staff e i volontari di AFS Norvegia accolgono gli studenti a Oslo per un primo incontro di formazione, dove vengono date delle informazioni generali sulla Norvegia e sulle regole.

A circa un mese circa dall’arrivo vengono organizzati a livello regionale tre giorni di attività: un momento dove approfondire le caratteristiche della cultura norvegese e verificare l’adattamento a scuola e nelle famiglie.

Un’ottima occasione di confronto e svago per gli studenti è rappresentata anche dal weekend di valutazione sull’andamento dell’esperienza, previsto a febbraio.

L’ultimo incontro è organizzato nel corso degli ultimi giorni prima del rientro a casa, per valutare insieme l’anno trascorso e salutarsi prima della partenza. Anche questi due ultimi incontri si svolgono a livello regionale.
LA SCUOLA
Frequentemente si va a piedi o in bicicletta, a volte in autobus (rimborsati dalla scuola o da AFS Norvegia per distanze maggiori di 4 chilometri) o se le condizioni lo richiedono, addirittura con gli sci! I norvegesi hanno mille modi per raggiungere le scuole e nessuna buona scusa per arrivare in ritardo: l’anno scolastico va da fine agosto a giugno e le lezioni iniziano tra le 8 e le 9 e terminano alle 14 o alle 15, dal lunedì al venerdì. Importante: non bisogna dimenticare di portarsi il pranzo da casa, data l’assenza di mense.

La scuola superiore dura tre anni, con ragazzi dai 16 ai 18 anni. Gli studenti AFS frequentano solitamente il secondo anno e sono inseriti nei corsi generici (di preparazione all’università) con due indirizzi prevalenti: linguistico/sociale e scientifico. Più raramente gli studenti possono essere inseriti in scuole con un indirizzo musicale o artistico, ma le materie obbligatorie (la maggior parte) sono solitamente norvegese, educazione fisica, geografia, matematica, scienze sociali, scienze naturali, e due lingue straniere (tra cui l’inglese). È tuttavia possibile che in alcune scuole si permetta agli studenti di scegliere corsi aggiuntivi o facoltativi, a seconda dei loro interessi; in ogni caso, gli insegnanti tengono conto delle difficoltà linguistiche iniziali degli studenti stranieri e li assistono durante il percorso di studi. Alcune scuole offrono inoltre corsi di norvegese per stranieri.

La scuola lascia molta autonomia di studio: per i ragazzi stranieri nelle prime settimane la mole di lavoro a casa è inferiore per permettere loro di concentrarsi sull’apprendimento della lingua. Col tempo ci si aspetta però che si inseriscano completamente nelle classi, mantenendo un buon rendimento e portandosi al pari dei compagni, che dedicano i loro pomeriggi allo studio individuale e a lavori di gruppo. In molte scuole le lezioni verranno condotte con l’ausilio di un PC. Ai partecipanti è raccomandato di portare con sé il proprio PC.
IL TEMPO LIBERO E LA FAMIGLIA
Le scuole organizzano raramente attività pomeridiane: i ragazzi in genere frequentano corsi e fanno sport privatamente, in particolare (bici, jogging, sci e pattinaggio). Insieme alle uscite con la famiglia in mezzo alla natura, aspetto fondamentale nelle loro vite, queste sono ottime opportunità per fare nuove amicizie e approfondire la conoscenza della comunità ospitante. Molti giovani si dedicano al volontariato o a lavoretti part-time per coprire parzialmente le spese, dato l’alto costo della vita.

La famiglia e gli amici hanno un’importanza primaria per i norvegesi: gli studenti AFS sono accolti come figli a tutti gli effetti e in quanto tali, condividono sia i momenti di divertimento e relax sia le responsabilità dei lavori domestici – spesso infatti entrambi i genitori lavorano a tempo pieno.

Il rapporto tra i membri della famiglia è contraddistinto da rispetto e fiducia; il dialogo e il confronto sono i migliori strumenti per inserirsi appieno nella vita familiare quotidiana, confidando eventuali dubbi o difficoltà e condividendo i momenti di gioia.
I norvegesi hanno fama di popolo timido e riservato, ma in realtà con un po’ di iniziativa si scoprono una società aperta e socievole. Le famiglie risiedono prevalentemente in piccoli centri abitati, raramente anche oltre il Circolo Polare Artico.

Risulta impossibile trovare famiglie che possano ospitare fumatori, molto difficile per i vegetariani (pesce e carne sono alla base della dieta norvegese) e studenti con restrizioni alimentari forti - in particolare celiaci e allergici al lattosio – o allergie agli animali domestici, spesso presenti nelle case norvegesi.
Il paese

Religione

Esiste una Chiesa di stato, quella Evangelica Luterana, cui oltre il 90% della popolazione appartiene, ma ciascuno è libero di professare un differente credo (esistono, infatti, una grande quantità di chiese di culti minori: i Pentecostali, i Cattolici della Chiesa di Roma e vari gruppi di Protestanti). Tutti frequentano i luoghi sacri quasi esclusivamente durante occasioni speciali e festività.

Clima

Fortunatamente, la posizione geografica non incide eccessivamente sul clima, mitigato dalla corrente del Golfo (che rende i porti praticabili tutto l’anno e le estati abbastanza calde). La pioggia è abbondante su tutta la costa occidentale; in inverno il clima è più rigido e la neve cade spesso e abbondante.

Lingua

Il norvegese, lingua ufficiale, ha due forme: il Bokmål è utilizzato soprattutto nella lingua scritta e viene parlato dal 85% della popolazione, specialmente nelle aree urbane; oltre a questa forma, insegnata a scuola e usata dai mezzi di comunicazione, la legge richiede che se ne studi un’altra: il Nynorsk, da usarsi in un certo numero di scuole e in alcune altre circostanze particolari (il Nynorsk fu creato nel 1800 dalla combinazione dei tanti dialetti rurali esistenti). Il Bokmål è fortemente influenzato dal danese a causa della dominazione di questo popolo, durata circa 400 anni. Nella lingua parlata si usano ancora i numerosi dialetti, che sono ben radicati nel territorio. Tutti i norvegesi comprendono sia il danese sia lo svedese per via della grandissima somiglianza fra le tre lingue. Anche l'inglese è molto conosciuto, essendo parlato fluentemente dal 70% della popolazione.
  • Prossimo paese

    Belgio

    Il Belgio è una piccola ma importante Monarchia situata nel cuore dell’Europa: proprio la sua capitale Bruxelles è il fulcro della vita politica dell’Unione Europea di cui è Stato fondatore.

  • Prossimo paese

    Bosnia

    Formando parte dell’ex-Jugoslavia, in passato la Bosnia è stata colpita da uno dei più atroci conflitti del Novecento da cui sta ora cercando di rinascere con dinamismo, rifondandosi sulla sua ricchezza culturale.

  • Prossimo paese

    Repubblica Dominicana

    “Dios, Patria, Libertad”: sono queste le parole ricamate sulla sua bandiera rossa, in cui la croce bianca sui rettangoli rossi e blu ricorda ai cittadini che gli ideali di pace e unione devono prevalere tra tutti.

  • Prossimo paese

    Islanda

    “Noi, il popolo dell'Islanda, vogliamo creare una società giusta, dove tutti hanno uguali opportunità. Le nostre differenti origini ci arricchiscono come comunità e tutti insieme sentiamo la responsabilità di trasmettere l'eredità degli avi: la terra e la storia, la natura, la lingua e la cultura” c…

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here