A lezione di “formazione per il lavoro”

Stefania

Da Verona in Messico per un anno

Oramai è già passato un mese da quando ho iniziato a frequentare la mia scuola qui, in Messico, in una cittadina chiamata Coatepec.Il primo giorno di scuola credevo sarebbe stato imbarazzante e almeno un migliaio di volte mi ero immaginata quel momento. Invece, tutto è stato molto naturale, quasi fossi sempre appartenuta a quel luogo. I compagni mi hanno accolto calorosamente, chiedendomi tantissime cose sulla mia cultura e sulla lingua italiana e offrendosi di spiegarmi le più disparate tradizioni del luogo, cosa che mi è stata facile da comprendere perché già prima di partire conoscevo lo spagnolo. Inoltre, poco dopo l'inizio della prima ora è arrivato in classe un altro ragazzo italiano, conosciuto nel campo pre-partenza a Roma, cosa che mi ha rassicurato e rallegrato.
Le differenze con il sistema scolastico italiano sono molte, ad esempio i compiti valgono molto e coprono quasi la metà della valutazione finale. Inoltre, nel quinto (ovvero penultimo) semestre si sceglie un'area di interesse in tre materie la classe si divide a seconda dell’area scelta.
I compagni mi hanno accolto calorosamente, chiedendomi tantissime cose sulla mia cultura e sulla lingua italiana e offrendosi di spiegarmi le più disparate tradizioni del luogo

Le materie che studio qui sono completamente differenti da quelle italiane. Per esempio, ho iniziato a imparare il greco e il latino, cosa che in Italia non ho mai fatto. Inoltre, nella materia chiamata "formazione per il lavoro", che potrebbe corrispondere alla materia italiana di arte, facciamo molti progetti e attività creative, come la realizzazione di un tappeto di segatura colorata fatto in occasione della festa del patrono della città.
Anche la struttura del'istituto è diversa. Per esempio, nel mio colegio (di formazione cattolica) ci sono la primaria, la secondaria e le superiori. Inoltre, in classe non ci sono banchi e sedie come in Italia, ma semplici sedie con una tavoletta sul bracciolo.
I professori si fanno chiamare per nome e con loro il rapporto è più informale che in Italia, però non manca mai il rispetto. Anche tra compagni solitamente c’è complicità, forse per il carattere allegro e molto socievole dei messicani. Grazie a loro non ho sentito la difficoltà nell'integrarmi in questo nuovo contesto e mi fanno sempre sentire parte della classe, come se fossi una di loro.
Grazie ai miei compagni non ho sentito la difficoltà nell'integrarmi e mi fanno sempre sentire parte della classe, come se fossi una di loro.

Stefania

Da Verona in Messico per un anno

  • Prossima Storia

    Quest'anno Babbo Natale lo faccio io

    Natale quest'anno è stato di domenica, quindi non c'è stato problema con la scuola, ma normalmente le scuole indiane il giorno di Natale concedono una 'tregua' e vengono chiuse, alcune danno persino le vacanze vere e proprie di...

    Federico

    da Rieti in India per un anno

  • Prossima Storia

    Ce la posso fare!

    19 agosto. Finalmente il primo giorno di scuola in questo nuovo posto, arrivo in classe insieme al preside che mi presenta davanti a tutti con il mio nuovo nome, ‘Giuliana’, e con un caloroso applauso finale. Mi danno il mio banco,...

    Giulia

    Da Pisa in Perù per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio ultimo giorno a Panama

    E' il 25 luglio, sono circa le 10 del mattino , la mia stanza panamense è calda e umida, incasinata come sempre, il ventilatore gira al massimo, ma rimane comunque inutile.Mi alzo e accanto al letto vedo le mie due valigie. Mi faccio...

    Paolo

    Da Roma a Panama per un anno

  • Prossima Storia

    Una piccola storia

    Elena Chiesa è partita con Intercultura nel 1981 alla volta degli Stati Uniti, dove ha trascorso un anno. Oggi è una videoartist e con il suo talento ha realizzato per noi questo video, dove ci racconta la sua piccola storia.

    Elena Chiesa

    Videoartist e con Intercultura nel 1981/82

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here