Alla riscoperta del nostro territorio

Marta

Volontaria del centro locale di Ancona

Il 17 aprile si è conclusa, con grande successo, la Settimana di Scambio nel nostro centro locale di Ancona.
Abbiamo ospitato per una settimana quattro splendidi ragazzi provenienti da tutto il mondo: Teresa dagli Stati Uniti, Federico dall’Argentina, Lucia (così si fa chiamare nella nostra lingua) dalla Cina e Pitch dalla Tailandia. Prima di tutto ci tengo a ringraziare le famiglie che hanno accolto questi ragazzi nelle loro case, è solo grazie alla loro disponibilità che è stato possibile organizzare una settimana ricca di attività interculturali.

Così commenta una volontaria, una volta conclusa questa esperienza: “grazie alla Settimana di Scambio ho riscoperto la bellezza del nostro territorio marchigiano!”. Spesso diamo per scontato molte cose, non rendendoci conto di quanto ciò che ci circondi sia bello, l’esperienza della Settimana di Scambio è stata dunque un arricchimento non solo per i ragazzi ma anche per noi volontari.
Grazie alla Settimana di Scambio ho riscoperto la bellezza del nostro territorio marchigiano

Le attività e le visite sono state innumerevoli: le grotte di Frasassi, la riviera del Conero con tappa alla spiaggia di Sirolo, l’uscita ad Urbino e Gradara e diverse attività interculturali nelle scuole: lezioni di cucina all'istituto alberghiero Panzini di Senigallia, visita tra le opere dei ragazzi del liceo artistico Mannucci, nonché le attività presso il liceo Galileo Galilei di Ancona, dove i ragazzi della Settimana di Scambio, insieme a quelli ospitati dal nostro centro locale, hanno proposto alle diverse classi il Quiz dal mondo e il Caffè Interculturale: due attività che hanno reso possibile un dialogo e stimolato curiosità da parte degli studenti riguardo le tradizioni e le differenti culture. Infatti molte sono state le domande rivolte ai ragazzi stranieri, i quali erano entusiasti di parlare e far conoscere le abitudini del proprio Paese.

È stato bello scoprire entusiasmo anche da parte delle scuole che ci hanno accolto, infatti l'invito per altre possibili attività con le loro classi studentesche è stato rinnovato per gli anni futuri.

Abbiamo riso e ballato, le emozioni sono state tante e noi volontari, ma soprattutto le famiglie ospitanti, abbiamo lasciato un pezzetto di cuore dentro le loro valigieIl tutto si è concluso venerdì con una cena interculturale, un viaggio per il mondo attraverso la cucina tipica di ogni Paese. Lucia (Cina) ha preparato i famosissimi ravioli e involtini cinesi, Balli (Austria) ci ha deliziato con lo strudel di mele, Nadia (Russia) con le crepes alla russa (блиныпорусски).

Abbiamo riso e ballato, le emozioni sono state tante e noi volontari, ma soprattutto le famiglie ospitanti, abbiamo lasciato un pezzetto di cuore dentro le valigie dei ragazzi che sono andati via. Che altro dire, in bocca al lupo ragazzi per il resto dell’esperienza, è stato un piacere ospitarvi nel nostro centro locale!

Marta

Volontaria del centro locale di Ancona

  • Prossima Storia

    Il Mondo … in gesti!

    Il linguaggio non verbale è universale? Che cosa succede quando comunicano persone di culture diverse?Lo abbiamo chiesto agli studenti di Intercultura."Quando salutai per la prima volta la mia famiglia ospitante giapponese – racconta...

    I ragazzi stranieri

    ospitati in Italia per un anno

  • Prossima Storia

    Il destino della neve

    La neve è la più bella cosa d’inverno! Sono nata nel nord della Cina dove nevica tantissimo, ma sono andata a vivere al sud quando avevo circa un anno e al sud non nevica. Mi dispiace molto che non ho mai visto la neve perché...

    Yue

    Dalla Cina a Cagliari per un anno

  • Prossima Storia

    Grazie per i bei ricordi

    Accogliere Danning, Yan, Kim e Batuhan è stato un vero piacere! Fin da subito si è creato quel clima di familiarità e fiducia reciproca che ha fatto sentire tutti a proprio agio, consentendo di vivere momenti intensi e...

    Giusi

    Mamma ospitante durante la Settimana di scambio

  • Prossima Storia

    Paese di confine, Paese senza confini

    Acquapendente è un paese del viterbese di circa 5500 abitanti ed è l’ultimo comune del Lazio, al confine con Umbria e Toscana. Una realtà piccola, si direbbe, ma da sempre importante luogo d’incontro. Ultimamente,...

    Livia

    Volontaria del centro locale di Viterbo

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here