Alla scoperta della tranquillità

Alessandro

Da Augusta in Honduras per un anno

Sono nato in Sicilia, che è conosciuta per la tranquillità e rilassamento con cui le persone svolgono le loro attività. Prima di venire qui in Honduras pensavo fosse difficile che esistesse un popolo che ci superasse. Ebbene, questa è una delle molte certezze che sono state smentite durante questa mia esperienza.

I latinoamericani, gli honduregni in particolare, hanno un’altra visione del mondo e su come fare le attività giornaliere. Avevo iniziato a rendermi conto di ciò quando, sull’aereo San Jose (Costa Rica) – Tegucigalpa (Honduras), pronti a partire sulla pista di decollo, il pilota disse che si erano dimenticati di fare rifornimento di carburante. Risultato? Siamo arrivati con un’ora e mezzo di ritardo.

Nel corso del tempo l’ho notato e vissuto a mie spese (ore di attesa interminabili). Le attività si decidono sempre all’ultimo momento, non c’è mai niente di pianificato con largo anticipo. Quando c’è un appuntamento o incontro fra amici, parenti etc. non ci saranno mai tutti prima che siano passate 1-2 ore dall’ora concordata.

Le persone non hanno mai fretta o preoccupazione di avere qualcosa da fare, c’è sempre tempo per un saluto, un abbraccio, parlare del più e del meno. Difficilmente si incontra una persona stressata, tutti sono tranquilli e sorridenti, non per un motivo in particolare, ma per le piccole cose, semplicemente perché stanno vivendo un altro giorno.

Tutto questo è davvero bellissimo, spesso ci preoccupiamo troppo dei possibili problemi futuri, e non ci godiamo quello che stiamo vivendo ora. Da quando vivo qui non mi creo più mille preoccupazioni o ansie per il futuro, semplicemente lo affronterò come ho affrontato tutto fino a ora, è meglio affrontare tutto con un sorriso e a cuor leggero che con ansia e paura.

Alessandro

Da Augusta in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    Quest'anno Babbo Natale lo faccio io

    Natale quest'anno è stato di domenica, quindi non c'è stato problema con la scuola, ma normalmente le scuole indiane il giorno di Natale concedono una 'tregua' e vengono chiuse, alcune danno persino le vacanze vere e proprie di...

    Federico

    da Rieti in India per un anno

  • Prossima Storia

    La gioia nelle piccole cose

    In seguito alla mia avventura di sei mesi in Costa Rica ho compreso due cose fondamentali: la prima è che quando fai un viaggio, al tuo ritorno, non sarai la stessa persona che è partita. Il luogo in cui sei stato non ti abbandonerà...

    Veronica

    Da Treviglio in Costa Rica per sei mesi

  • Prossima Storia

    Quattro settimane nell'isola di Smeraldo

    Si sa bene che quattro settimane all'estero non possono essere paragonate ad un'esperienza di un anno o sei mesi lontani dalla propria casa, eppure il mese che ho passato a Dublino è stato uno dei migliori della mia vita e che ripeterei...

    Laura

    Da Brescia in Irlanda per un'estate

  • Prossima Storia

    Ci sono cose che non imparerai sui libri di scuola!

    Un anno fa decisi di iscrivermi a Intercultura, se devo essere sincera non avrei mai creduto che il mio sogno di partire si sarebbe avverato e invece eccomi qua, in Svezia! Ci sono tante cose che potrei dire della mia esperienza dopo appena...

    Laura

    dal Centro locale di Alba-Bra in Svezia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here