Alla scoperta della tranquillità

Alessandro

Da Augusta in Honduras per un anno

Sono nato in Sicilia, che è conosciuta per la tranquillità e rilassamento con cui le persone svolgono le loro attività. Prima di venire qui in Honduras pensavo fosse difficile che esistesse un popolo che ci superasse. Ebbene, questa è una delle molte certezze che sono state smentite durante questa mia esperienza.

I latinoamericani, gli honduregni in particolare, hanno un’altra visione del mondo e su come fare le attività giornaliere. Avevo iniziato a rendermi conto di ciò quando, sull’aereo San Jose (Costa Rica) – Tegucigalpa (Honduras), pronti a partire sulla pista di decollo, il pilota disse che si erano dimenticati di fare rifornimento di carburante. Risultato? Siamo arrivati con un’ora e mezzo di ritardo.

Nel corso del tempo l’ho notato e vissuto a mie spese (ore di attesa interminabili). Le attività si decidono sempre all’ultimo momento, non c’è mai niente di pianificato con largo anticipo. Quando c’è un appuntamento o incontro fra amici, parenti etc. non ci saranno mai tutti prima che siano passate 1-2 ore dall’ora concordata.

Le persone non hanno mai fretta o preoccupazione di avere qualcosa da fare, c’è sempre tempo per un saluto, un abbraccio, parlare del più e del meno. Difficilmente si incontra una persona stressata, tutti sono tranquilli e sorridenti, non per un motivo in particolare, ma per le piccole cose, semplicemente perché stanno vivendo un altro giorno.

Tutto questo è davvero bellissimo, spesso ci preoccupiamo troppo dei possibili problemi futuri, e non ci godiamo quello che stiamo vivendo ora. Da quando vivo qui non mi creo più mille preoccupazioni o ansie per il futuro, semplicemente lo affronterò come ho affrontato tutto fino a ora, è meglio affrontare tutto con un sorriso e a cuor leggero che con ansia e paura.

Alessandro

Da Augusta in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    L’esperienza che mi ha cambiato la vita

    Intercultura è una sfida, un percorso educativo, un'esperienza che contribuisce alla crescita. E soprattutto è una storia che dura tutta la vita. Ma quali sono i benefici sul breve, medio, lungo termine sul percorso accademico,...

    Intercultura

    in occasione della presentazione dell'Osservatorio nazionale sull'internazionalizzazione delle scuole e la mobilità studentesca

  • Prossima Storia

    Un anno in un altro Paese vale più dei 17 trascorsi a casa...

    Tutto è cominciato quando stavo in vacanza e una mia amica mi ha proposto di partecipare al bando di Intercultura, non sapevo nemmeno cosa fosse, ma l'idea di stare un anno fuori di casa mi incuriosì moltissimo. Compilai il fascicolo...

    Danilo

    Da Caserta in Serbia per un anno

  • Prossima Storia

    Thailandia: il mio posto è anche qui

    La mia esperienza di studente straniero qui in Tailandia è iniziata ormai da poco più di due mesi: non ci sono parole per descrivere tutte le emozioni provate in un tempo così limitato, vivendo in un Paese così diverso...

    Chiara

    Da Siracusa in Thailandia per un anno

  • Prossima Storia

    Credo che questa esperienza in Svezia mi permetterà di crescere molto dal punto di vista mentale

    Sono uno studente del Liceo Spezia di Domodossola, sezione Liceo Classico, e sto frequentando un anno di studio nel nord della Svezia con Intercultura. Sono ormai più di quattro mesi che ho lasciato l´Italia e la mia vita è...

    Eugenio

    Da Domodossola in Svezia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here