Amicizia istantanea

Alessandro

Da Castelli Romani in Francia per un anno

Misi il countdown 164 giorni prima della partenza per il mio programma annuale in Francia. Una distanza immensa. I giorni sembrava non passassero più.

Ma è proprio quando ti abitui a quella costante lentezza, che in una frazione di secondo ti accorgi che stai vivendo l'ultima sera da minorenne in Italia. Non starò qui a raccontarvi le riflessioni di quella sera, che si possono riassumere in sei parole: timore, ansia, paura, curiosità, gioia, felicità. A pensarci bene, potrei raggrupparle tutte all'interno della parola felicità, ora che sono due mesi che vivo a Quimper, città della Bretagna a Nord della Francia.
Non è facile iniziare una nuova vita da capo, ci sono inizi che è difficile compiere un'altra volta e non é sempre tutto rose e fioriMentre mi trovo sull'autobus rifletto su tutto quello che ho vissuto in sessanta giorni. Devo ammettere che non è facile iniziare una nuova vita da capo, ci sono inizi che è difficile compiere un'altra volta e non é sempre tutto rose e fiori, ci sono momenti in cui la nostalgia si fa forte e inizi a sentire la mancanza anche di piccolezze di cui a casa non ti accorgevi nemmeno della loro esistenza. Quello che voglio dire è che quando ti accorgi che cento cose stanno andando male ne hai sempre 101 che vanno bene, ed è in quell'uno in più che trovi la felicità.

La vita di uno studente durante il suo programma di scambio non è certo facile, come si può intravedere dai sui vari post di Facebook, ma l'unica cosa che posso dirvi dopo due mesi che sono qui è che la mia vita ha preso una strana fascia di colori, quando erano sbiaditi nella mia vita romana, quasi persi in un bianco senza emozioni.
Non ho mai pensato che un legame così forte possa crearsi solamente in una frazione di secondo, nel tempo di uno sguardo, il tempo di comprendere che anche lui sta vivendo la tua stessa esperienza

Arrivato a Parigi, con i miei compagni di viaggio italiani, dove abbiamo trascorso tre giorni prima di partire per la cittadina dove mi trovo ora, ho conosciuto persone stupende da tutto il mondo con le quali ora sto condividendo questa esperienza. Ragazzi che non hai mai visto nella tua vita, che parlano lingue di cui non sapevi neanche l'esistenza, ma che sono in grado di darti, anche attraverso quei piccoli gesti, quella sicurezza che ti fa sentire loro fratello. Da quel momento ho conosciuto un nuovo colore nella mia vita, un colore che indicava una nuova forma di felicità; mi piace chiamarla amicizia istantanea: non ho mai pensato che un legame così forte possa crearsi solamente in una frazione di secondo, nel tempo di uno sguardo, il tempo di comprendere che anche lui sta vivendo la tua stessa esperienza. A quel punto sei uno dei pochi che può comprendere ogni suo sentimento come lui può comprendere te, e nel vostro legame trovi una piacevole sicurezza.

Alessandro

Da Castelli Romani in Francia per un anno

  • Prossima Storia

    Il Nebraska del 1960

    Mi chiamo Anna Robles e sono un’AFSer, anno 1960/61, Kimball, Nebraska USA.Già, sono un AFSer. Aver vissuto quell’esperienza è diventato uno stato del cuore e della mente, sempre divisi tra il mio Paese e quell’altro. Quando...

    Anna

    storica borsista, nel 1960-61 negli Stati Uniti

  • Prossima Storia

    Col viavai di Poznan

    Il simbolo che più rappresenta la mia esperienza è una clessidra. A me sembra di guardare i granelli di sabbia scendere mano a mano sempre più velocemente, senza rendermi pienamente conto di quanto tempo sia effettivamente...

    Martina

    Da Napoli in Polonia per un anno

  • Prossima Storia

    Tre mesi meravigliosi

    La mia esperienza con Intercultura mi ha segnato profondamente e non la dimenticherò facilmente: sono stati tre mesi davvero meravigliosi e, ogni volta che ci penso, sento una stretta al cuore. La mia famiglia ospitante è stata...

    Miriam

    Da Firenze in Belgio per tre mesi

  • Prossima Storia

    Il mio primo vero Natale

    Quando l'anno scorso ho partecipato al concorso per partire con Intercultura, la mia idea era quella di viaggiare.Non mi interessava migliorare una lingua studiata a scuola e tanto meno avevo il sogno di vivere in una precisa nazione. Così...

    Meri

    Da Asti in Repubblica Ceca per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here