Benvenuti in Québec!

Alice

Da Cagliari in Canada per un anno

Ciao a tutti, mi chiamo Alice. Sono seduta nel soggiorno della mia nuova casa in Québec, guardo fuori dalla finestra e vedo la neve, guardo intorno a me e vedo la mia nuova famiglia, queste persone magnifiche che sono diventate parte della mia vita così all'improvviso.

I termini "famiglia ospitante" e "paese ospitante" non fanno più parte del mio vocabolario perché tutto ciò che sto vivendo qui fa ormai parte del mio cuore.

Se vi parlano del Québec, a cosa pensate? Ai mesi di lungo inverno, alla neve, allo sciroppo d'acero o al francese? Quest'anno ho imparato che è molto di più. Non solo ho imparato due lingue, ma ho imparato anche che il Québec (così come il Canada) è il Paese in cui non importa quale sia il tuo Paese d'origine, il colore della tua pelle o la tua religione: sarai sempre benvenuto. È il paese in cui tutti ti accolgono con un grande sorriso, il Paese dove la tradizione e la storia seppur così giovani hanno forti radici negli animi.

  • Alice e i suoi amici nell'inverno canadese
  • Alice e i suoi amici nell'inverno canadese
  • Alice e la sua squadra
  • Un panorama canadese
  • Alice in divisa per andare a scuola

Ho viaggiato chilometri lontano da casa per trovarne un'altra qui. Non è stato facile: per la prima volta in diciassette anni ho costruito qualcosa dalla base con il solo aiuto della mia forza. Ho pensato a volte di mollare, mi sono guardata allo specchio e mi sono detta che non ce l'avrei mai fatta, che era troppo difficile, che nessuno mi capiva; ma mentivo a me stessa perché alla fine ho vinto io, mi sono innamorata di questo Paese e ho imparato tante cose di me che neanche una vinta intera avrebbe potuto insegnarmi.
Per la prima volta in diciassette anni ho costruito qualcosa dalla base con il solo aiuto della mia forzaHo pianto, riso e condiviso momenti indimenticabili che hanno lasciato un segno. Ho passato giornate intere all'aria aperta con -40 gradi e le ciglia degli occhi che si congelavano, ho passeggiato negli immensi boschi canadesi insieme al mio husky alla scoperta di un altro mondo, ho assaggiato il vero e inimitabile sciroppo d'acero in mille modi possibili e da fiera italiana devo ammettere che ho assaggiato piatti tipici migliori delle nostre lasagne. Ho imparato le storie sugli indiani nativi americani e arricchito il mio bagaglio multiculturale. Cosa voglio fare adesso? Viaggiare, perché il mio anno in Canada è solo l'inizio.

Alice

Da Cagliari in Canada per un anno

  • Prossima Storia

    Quest'anno Babbo Natale lo faccio io

    Natale quest'anno è stato di domenica, quindi non c'è stato problema con la scuola, ma normalmente le scuole indiane il giorno di Natale concedono una 'tregua' e vengono chiuse, alcune danno persino le vacanze vere e proprie di...

    Federico

    da Rieti in India per un anno

  • Prossima Storia

    Malesia: una terra, tre (e più) religioni

    Il Ganesha Chaturti è una festa induista che si celebra ad agosto o settembre, in base al calendario lunare indù. La festività è dedicata al dio Ganesha, uno dei più venerati e durate la giornata si svolgono...

    Daniele

    Da Savona in Malesia per un anno

  • Prossima Storia

    Sentirsi a casa in Lettonia

    Quando ho saputo di essere stato preso per un anno in Lettonia, la prima cosa che ho fatto è stata quella di correre nella mia stanza e controllare sul computer dove si trovasse. All'inizio non conoscevo niente della Lettonia, era addirittura...

    Giuseppe

    Da Lagonegro in Lettonia per un anno

  • Prossima Storia

    Mattia scopre la Thailandia

    Con un breve ma emozionante video, Mattia ci porta alla scoperta della Thailandia.

    Mattia

    Da Matera in Thailandia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here