Cartolina da un Paese immenso

Gloria

Da Lecco in Russia per un anno

Sono partita per la Russia sapendo davvero poco di questo Paese, oserei dire che non sapevo quasi niente, e me lo immaginavo un posto del tutto diverso.Non posso dire che inizialmente mi ha stupito, ma poi mi ci sono abituata, perché la Russia è un Paese da scoprire ogni giorno, ogni giorno vengo a conoscenza di qualcosa che il giorno prima non sapevo.
Sono partita per la Russia con l'idea di arrivare in Europa, non è stato così, ho trovato molto di più, per quanto sia stato difficile adattarsi ad ogni tipo di abitudine, è un'esperienza che sceglierei mille volte ancora, rifarei da capo i lunghissimi tragitti in treno, le passeggiate con -30°C fuori, le notti in bianco a scuola, le lasagne e il pandoro, direttamente dall'Italia, la mattina di Natale, prima di andare a scuola.
Quest'esperienza mi ha aperto gli occhi su moltissime cose.Sono finita nella quarta città più grande della Russia, e qui le città sono davvero molto grandi. La Russia è un Paese enorme e quindi le distanze, per noi italiani lunghe, per loro non si possono neanche considerare distanze; se una città si trova a 300 chilometri di distanza è vicina, molto vicina: è grazie a questa percezione che qui si ha la possibilità di viaggiare moltissimo e vedere ogni volta posti nuovi e meravigliosi. E' un Paese pieno di caratteristiche che si adattano al clima, dai passeggini-slittino al tipo di pietanze che mangiano.

  • Gloria e la sua famiglia a Natale
  • Con la sorella
  • A scuola

Un anno pieno di amicizie e attivitĂ  per Gloria in Russia

La Russia è una realtà diversa, dalla relazione tra i membri della famiglia alla scuola, è qualcosa da scoprire e, secondo me, scoprire queste differenze (e capirle) è stata la cosa che mi ha fatto crescere maggiormente.
Quest'esperienza mi ha aperto gli occhi su moltissime cose, ho una nuova visione del mondo, oserei dire completamente diversa da quella che avevo prima, ho trovato nuovi amici che vengono da posti anche molto lontani, ho trovato me stessa, ed era una cosa in cui non ci speravo veramente, e mi innamoro ogni giorni di questo magnifico Paese, non potrei essere più felice della mia scelta.

Gloria

Da Lecco in Russia per un anno

  • Prossima Storia

    Islanda: il luogo giusto per sbalordirsi ogni giorno

    Sono Blerta e sono in Islanda, più precisamente ad Höfn í hornafirði. Vi scrivo dal Paese del fuoco e del ghiaccio, dove nel 2010 c'è stata l'eruzione del vulcano Eyjafjallajokull (non è difficile come sembra...

    Blerta

    Da Milano in Islanda per un anno

  • Prossima Storia

    Volare, oh oh

    La maglietta di Intercultura se l’è portata fin lassù, sulla navicella dell’Agenzia Spaziale Europea per la missione “Volare” che si è conclusa a novembre 2013. E l’ha indossata il 7 luglio...

    Luca Parmitano

    Astronauta dell'ESA e con Intercultura nel 1993/94

  • Prossima Storia

    Un giorno veramente speciale

    Era un giorno come tutti gli altri, un mercoledì per la precisione e come di routine avevo il corso di polacco.Erano le lezioni che mi piacevano di più, dove mettevo alla prova le mie conoscenze linguistiche, imparavo qualcosa...

    Valentina

    Da Viterbo in Polonia per un anno

  • Prossima Storia

    Un anno speciale

    Lo scorso anno è stato un anno speciale che ricorderò per sempre con particolare piacere ed emozione!Mia figlia Alessandra è partita da Latina per gli Stati Uniti d'America - con destinazione Cincinnati (Ohio), per il programma...

    Fulvio

    PapĂ  di Alessandra, da Latina negli USA per un anno, e volontario del Centro locale di Latina

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here