Fiera di vivere col fiero popolo norvegese

Giulia

Da Sciacca in Norvegia per un anno

Le prime cose che vengono in mente pensando alla Norvegia sono il freddo, la neve e le renne. Se tutto questo in parte è vero, dall'altro lato ci sono tante cose che ci sfuggono e che non avrei mai avuto la possibilità di apprezzare se non fossi stata qui per diversi mesi.Durante le vacanze invernali siamo andati, con la mia famiglia ospitante, a Tromsø, una città che si trova a circa 350 km a Nord del Circolo Polare Artico e sebbene facesse piuttosto freddo, sono rimasta molto colpita dal calore e dalla disponibilità delle persone, nonché dai toni caldi del cielo al tramonto. Il cielo norvegese è davvero meraviglioso, i colori sono più vivi e intensi e il tramonto sulle montagne innevate è uno spettacolo unico e io mi sento fortunata ad essere stata lì per ammirarlo e godermelo tutto.
I norvegesi sono un popolo molto fiero; sono fieri di essere norvegesi, sono fieri della Norvegia e io non posso proprio dar loro torto. Sanno come sfruttare i mesi invernali e la neve: vanno a sciare a qualsiasi ora, e molti, come anche noi ragazzi di Intercultura, vanno con le slitte a scivolare sulle lunghe discese innevate. Quella giornata è stata indimenticabile: è stato bello vedere come adulti e bambini si divertissero con così poco, era divertente scivolare, o "ake" come dicono loro e ci siamo divertiti così tanto che lo abbiamo fatto almeno altre dieci volte, quasi ogni finesettimana.
I norvegesi sono un popolo molto fiero: sono fieri di essere norvegesi e sono fieri della NorvegiaMa non posso parlare della cultura norvegese senza nominare una delle cose più importanti: la hytta! I norvegesi sanno come coccolarsi e tenersi al caldo in queste casette di montagna! Ricordo la prima volta che sono entrata nella Hytta dei miei genitori ospitanti: la sensazione è stata quella di entrare in una fiaba! Sarebbe stato il posto perfetto per Hänsel e Gretel o per Peter Pan e i Bimbi Sperduti.

  • Paddling su un fiordo delle Isole Lofoten
  • AFS!

Andiamo alla Hytta almeno una volta al mese, solitamente nel weekend, e lì l'unica cosa che si fa è rilassarsi: si va con gli sci per un "tur", si torna, si prepara il the o la cioccolata calda mentre sono accese delle candele profumate, si gioca a carte o con altri giochi da tavolo, si legge, e poi si prepara la cena tutti insieme: sui fornelli oppure sul braciere all'aperto. Ed è bellissimo poi svegliarsi ed essere completamente circondati dalla natura, è una dimensione diversa, è come se il tempo fosse gentile e scorresse più lentamente per permetterci di prendere appunto tutto il tempo che vogliamo, per stare insieme e concentrarci su quel momento, tralasciando lo stress della routine quotidiana.
La Norvegia sarà anche un Paese nordico e freddo, ma il calore delle persone non manca sicuramente!
E' bellissimo svegliarsi ed essere completamente circondati dalla natura, è una dimensione diversa, è come se il tempo fosse gentile e scorresse più lentamente

Giulia

Da Sciacca in Norvegia per un anno

  • Prossima Storia

    Il Nebraska del 1960

    Mi chiamo Anna Robles e sono un’AFSer, anno 1960/61, Kimball, Nebraska USA.Già, sono un AFSer. Aver vissuto quell’esperienza è diventato uno stato del cuore e della mente, sempre divisi tra il mio Paese e quell’altro. Quando...

    Anna

    storica borsista, nel 1960-61 negli Stati Uniti

  • Prossima Storia

    Come in un film

    Alle 6 e 45 di mattina arriva il mio autobus giallo da film, con una precisione invidiabile. Non ci posso credere, sembra di essere veramente dentro un set di Hollywood: la vernice giallo canarino, l’autista panciuto e sorridente, i sedili...

    Luca

    Da Rieti negli USA per un anno

  • Prossima Storia

    Vuoi fare un pupazzo di neve?

    Un piccolo fiocco di neve che si posa sulla finestra della mia stanza, il tepore del fuoco, la sciarpa tirata su fino al naso, le luci scintillanti contro il candido bianco della neve ,così strano per un calabrese: Basta poco per creare...

    Angelo

    da Reggio Calabria alla Repubblica Ceca per un anno

  • Prossima Storia

    Un Paese sorprendente

    Come mi era stato preannunciato dai volontari prima di partire, le mie aspettative sono state smentite. Mi aspettavo che i canadesi fossero tutti un po' perfettini o maniaci della pulizia, mentre in casa mi sono ritrovato ad essere il membro...

    Alberto

    Da Palermo in Canada per un'estate

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here