La mia scuola in Russia

Marina

Da Catania in Russia per un anno

Ciao! Mi chiamo Marina e vi scrivo dalla città di Krasnodar, in Russia. Mi sto trovando davvero bene nella mia città, con i miei amici e la mia famiglia! Sono tutti molto disponibili ad aiutarmi in caso di difficoltà, bisogno di traduzioni e cose varie. Con la lingua pian piano mi sto adattando, ogni giorno si migliora, anche se solo per poche parole. Ma fidatevi che all'inizio sono la cosa più importante e difficile.
La scuola qua non è come quella italiana. Il primo giorno c'è una festa strepitosa in cui si canta, si balla, si recita e quant'altro! Poi qua si ha l'obbligo di indossare l'uniforme (pantalone o gonna neri e camicia o maglia bianche) e, almeno nella mia scuola, preferiscono che le ragazze tengano i capelli legati. In più si ha l'obbligo di cambiare le scarpe appena si entra a scuola, nella sala d'ingresso. Per quanto riguarda le lezioni, sono completamente diverse: la lezione dura in media 40 minuti e i rimanenti 20 sono di pausa, per dare il tempo di cambiare aula (perché qua non sono i professori che si spostano ma gli alunni a cambiare aula alla fine di ogni lezione) e di riposarsi o ripassare la materia successiva.
Il primo giorno di scuola c'è una festa strepitosa in cui si canta, si balla, si recita e quant'altro!

  • In giro per Sochi, dove si sono tenute le Olimpiadi invernali nel 2014
  • Con il fratellino e la sorella ospitanti
  • Con i ragazzi di AFS a Mosca
  • Marina e la sorella
  • Scalando una montagna a Sochi

Tante esperienze per Marina in Russia!

Io mi sto trovando molto bene, i miei compagni di classe sono simpatici e super disponibili ad aiutarmi ed insegnarmi ciò che non so. Sono molto felice per questo! Non tutti i miei professori mi conoscono ancora, dato che per me è il secondo giorno di scuola. Tendenzialmente fanno lezione come fossi un'alunna russa, infatti non capisco nulla... La mia professoressa di letteratura russa invece è del tutto disponibile e mi aiuta e mi lascia aiutare dai miei compagni senza problemi quando ne no bisogno. Non ho ancora molto da raccontare, per questa settimana seguirò la mia classe in ogni sua lezione, dalla prossima deciderò a cosa dedicarmi per il resto dell'anno.
Un caloroso abbraccio dalla Russia!

Marina

Da Catania in Russia per un anno

  • Prossima Storia

    Un giorno non come tanti

    Winters - Oggi 14 agosto, la scuola comincia; ma non e’ un giorno come tanti, infatti oggi sarà il mio primo giorno di scuola in California.Sono nel letto immaginando come sarà questa giornata che ho aspettato sin da quando...

    Enrico

    Da Roma negli USA per un anno

  • Prossima Storia

    Estratti di cultura giapponese

    Prima di iniziare, mi sembra doveroso chiarire che chi svolge un programma annuale in Giappone può avere tante opinioni sul proprio paese ospitante, ma nessuna di quelle sarà giusta o sbagliata. È naturale che, dopo sei...

    Matteo

    Da Torino in Giappone per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio ultimo giorno a Panama

    E' il 25 luglio, sono circa le 10 del mattino , la mia stanza panamense è calda e umida, incasinata come sempre, il ventilatore gira al massimo, ma rimane comunque inutile.Mi alzo e accanto al letto vedo le mie due valigie. Mi faccio...

    Paolo

    Da Roma a Panama per un anno

  • Prossima Storia

    Settembre 1983. L'inizio di una storia per tutta la vita.

    A volte faccio un gioco. Devo pensare: "Cosa sono in primo luogo?" E scorrono le risposte, a seconda di come mi sento, di come mi sono alzata, oppure di quanto ho dormito, il che dipende quasi sempre se il libro che ho sul comodino mi ha coinvolto...

    Grazia

    Da Bergamo negli USA per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here