Lo studente di Intercultura è…

Chiara

Da Verona in Russia per un anno

Lo studente di Intercultura non è un ragazzo o una ragazza, non è una nazionalità (né di provenienza né d'arrivo), non è un'età e non è nemmeno un nome.Lo studente di Intercultura è un misto di emozioni, brividi, lacrime, risate e preoccupazioni con sembianze umane.
Lo studente di Intercultura non parla, comunica.
Non guarda, osserva.
Non si mette in gioco, è in gioco in tutto e per tutto.
Non pensa, ragiona.
Lo studente di Intercultura ogni mattina si alza grato e sorridente, si prepara accuratamente per dare agli altri la migliore impressione di sé; ma allo stesso tempo nella sua testa sa che da quella giornata deve aspettarsi solo il peggio.
Infatti il suo motto è: "Expect nothing and appreciate everything".
Lo studente di Intercultura prima di partire non capiva perché i suoi volontari agli incontri di formazione lo ripetessero così spesso, pensava che fossero troppo pessimisti e che in fondo non c'è nulla di sbagliato nel farsi delle aspettative; insomma è normale immaginare, sognare qualcosa e sperare che si avveri una volta partito.
E invece, la prima cosa che impara lo studente di Intercultura è proprio quella di non aspettarsi niente e così è costretto a mettere da parte le speranze e vivere nel difficile presente.
Perché è vero che "la speranza è l'ultima a morire", ma non si può morire di speranze!
E di certo in questo momento lo studente di Intercultura non sta morendo, STA VIVENDO, vivendo come mai prima, in prima persona, il fantastico presente che ogni giorno gli si presenta.
Lo studente di Intercultura è un misto di emozioni, brividi, lacrime, risate e preoccupazioni con sembianze umane.

Chiara

Da Verona in Russia per un anno

  • Prossima Storia

    Il Nebraska del 1960

    Mi chiamo Anna Robles e sono un’AFSer, anno 1960/61, Kimball, Nebraska USA.Già, sono un AFSer. Aver vissuto quell’esperienza è diventato uno stato del cuore e della mente, sempre divisi tra il mio Paese e quell’altro. Quando...

    Anna

    storica borsista, nel 1960-61 negli Stati Uniti

  • Prossima Storia

    Essere "exranjeros", insieme!

    Due mesi in Cile. Sono passati solo due mesi dalla mia partenza e mi sembra di avere vissuto un'altra vita, una vita strana, diversa. È una cosa che prima di partire puoi solo immaginare ma non si può capire quanto sia sorprendente...

    Aurora

    da Pavia in Cile per sei mesi

  • Prossima Storia

    Il mio Natale a Bali

    Scrivo queste parole da un pullman di ritorno da Bali, dove ho passato gli ultimi quattro giorni con una temperatura costante attorno ai 28°C. Natale si avvicina e mi sento fortunata perché, vivendo in una famiglia cattolica, potrò...

    Viola

    Da Alessandria in Indonesia per un anno

  • Prossima Storia

    Un premio per Roberto Toscano

    Il 3 marzo 2016, il Presidente della Fondazione Intercultura, Roberto Toscano, è stato premiato dall'ambasciatore del Cile in Italia, Fernando Ayala, assieme ai diplomatici che durante il golpe di Pinochet riuscirono a proteggere centinaia...

    Roberto Toscano

    Già Ambasciatore d’Italia in Iran e India, con Intercultura nel 1960/61

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here