Niente è strano, tutto è diverso

Eleonora

Da Fermo in Danimarca per un anno

La Danimarca è andare in bici sotto la pioggia, perché “non esiste cattivo tempo, ma solo cattivi vestiti”; è tornare a casa e condividere la propria giornata con la famiglia, bevendo una tazza di cioccolata calda e mangiando un dolce, ovviamente pieno di burro.
E’ camminare per la seconda città più grande del Paese e notare che nella tua cittadina italiana di 25 000 abitanti c’è più confusione, perché qui nessuno a bisogno di correre o affrettarsi. La Danimarca è il treno che arriva più volte in anticipo che in orario, è una lingua incomprensibile, che all’inizio sembra una porta, ma che poi scopri essere la chiave per entrare nella cultura danese.

La Danimarca è una scuola in cui tutti sono sullo stesso livello e i professori portano i dolci agli studenti solo perché è “hyggeligt”, parola non traducibile in un'altra lingua, ma che è il cuore della vita danese. La Danimarca è “non importa se hai un quoziente intellettivo superiore alla media”, la cosa basilare è che tu sappia stare con gli altri e lavorare in gruppo.
La Danimarca è una lingua incomprensibile, che all’inizio sembra una porta, ma che poi scopri essere la chiave per entrare nella cultura daneseE’ un Paese in cui all’inizio sembrano tutti chiusi e riservati, ma dove magari la prima a venirti a parlare è la più timida della classe; è un posto in cui se riesci a rompere la parte esterna della noce di cocco, trovi persone calde e disponibili, che farebbero di tutto per aiutarti.

La Danimarca è dove ho imparato che niente è strano, ma tutto è diverso, ma è anche trovare me stessa: chi ero, chi sono e chi voglio diventare; ma sono certa che non importa come andrà avanti la mia vita, questo è un Paese che farà parte di me per sempre.

Eleonora

Da Fermo in Danimarca per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio primo giorno di scuola giapponese

    Eccomi qui, ancora mezza destabilizzata dopo la giornata di oggi ma con tante cose da raccontare. Si, oggi è stato un giorno importante, quel giorno che le mamme di tutto il mondo immortalano con le classiche duecentoventidue fotografie...

    Cecilia

    Da Como in Giappone per un anno

  • Prossima Storia

    La mia storia nel mondo

    Maria Chiara ci racconta la sua esperienza negli Stati Uniti attraverso le immagini!Foto 1Primo giorno in quella che si è rivelata essere la parte più bella della mia esperienza all’estero: Ursuline. All’idea di andare...

    Maria Chiara

    Da Siracusa negli USA per un anno

  • Prossima Storia

    Come ho vissuto il cristianesimo ad Hong Kong

    Per comprendere come la religione influenzi la cultura di Hong Kong e la quotidianità dei suoi abitanti è necessario ripercorrere alcune tappe storiche.

    Nello, da Lecce ad Hong Kong per un anno

    Riflessione in occasione del Convegno "Il Silenzio del Sacro"

  • Prossima Storia

    Carpe diem

    Un anno all’estero può essere facilmente preso come metafora per una vita intera.Si riparte da zero, una nuova nascita. Arrivi e non sai parlare, non conosci i costumi, le regole, le usanze, le abitudini, le leggi. Tutti ti trattano...

    Claudio

    Da Roma in Belgio fiammingo per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here