Non fatemi scendere!

Antonietta

Da Bari in Repubblica Ceca per un anno

La prima domanda che tutti gli abitanti di questo Paese mi pongono non è: "Come ti chiami?", ma: "Perché hai scelto la Repubblica Ceca?"Ed ogni volta la mia mente si riempie di pensieri, di ricordi, di interrogativi, che mi portano a quel novembre 2014, quando ho dovuto prendere una delle decisioni più importanti della mia vita compilando il fatidico fascicolo di Intercultura. Tante sono state le ragioni per cui ho stilato la mia lista in un certo ordine, per cui il Paese in cui sono ora compariva al primo posto. È stata la Repubblica Ceca a scegliere me, non il contrario, è quello che rispondo. Ed è vero.
Ormai vivo qui da otto mesi, e non potrei immaginare la mia vita diversamente da com'è adesso. Questa terra mi ha insegnato tanto, non posso negarlo, e qui ho scoperto chi sono, ho conosciuto me stessa. Sono cambiata, ma in meglio, sono cresciuta, maturata, ho imparato ad amare l'Italia, ho compreso l'importanza della famiglia e, ultimo ma non meno importante, ho stretto amicizia con ragazzi provenienti dall'altra parte del mondo, con cui scambio opinioni e idee pacificamente.
Questo è un Paese dalle mille contraddizioni, caratterizzato da un popolo che ha sofferto, ma che sta cercando di risorgere e di emergere, riuscendoci pienamente; è un Paese ricco di storia, che si manifesta negli innumerevoli castelli di Boemia e Moravia; è un Paese pieno di natura, di tradizioni, di cibo gustoso, e sono fiera di chiamarlo la mia seconda casa.
È stata la Repubblica Ceca a scegliere me, non il contrario, è quello che rispondo. Ed è vero.

Mi piace paragonare l'anno all'estero a delle montagne russe: la corsa è pericolosa, ma allo stesso tempo divertente, è piena di alti e bassi, ci si sente sicuri quando si è in cima, ma sembra di morire mentre si cade. Ma non ci si diverte senza rischiare e non si è soddisfatti senza un po' di sacrificio. Sarò eternamente grata ad Intercultura per avermi venduto il biglietto per le montagne russe più entusiasmanti di sempre, che continuano a stupirmi ad ogni curva e discesa.
Sarò eternamente grata ad Intercultura per avermi venduto il biglietto per le montagne russe più entusiasmanti di sempre, che continuano a stupirmi ad ogni curva e discesa.A tutti i futuri partecipanti: godetevi quella corsa perché capita una sola volta nella vita. Sorridete, piangete, gridate, state in silenzio, divertitevi. Dopo tutto questo, la vita continua. Sarete persone diverse rispetto a quelle che avevano paura di salire su quel pazzo trenino. Ma non preoccupatevi: cambiare è sempre una buona idea.
Cosa state aspettando? Andate a comprare quel biglietto!

Antonietta

Da Bari in Repubblica Ceca per un anno

  • Prossima Storia

    Il Nebraska del 1960

    Mi chiamo Anna Robles e sono un’AFSer, anno 1960/61, Kimball, Nebraska USA.Già, sono un AFSer. Aver vissuto quell’esperienza è diventato uno stato del cuore e della mente, sempre divisi tra il mio Paese e quell’altro. Quando...

    Anna

    storica borsista, nel 1960-61 negli Stati Uniti

  • Prossima Storia

    Ora appartengo a due mondi

    Il 22 Agosto sono partita per l'Ecuador, un Paese di cui non sapevo praticamente nulla e di cui mi sono innamorata. Eravamo in 21 italiani e sul volo verso Quito e nessuno era in grado di tacere la propria emozione. Stavamo iniziando un nuovo...

    Giulia

    Da Asti in Ecuador per un anno

  • Prossima Storia

    "Mutig": un passo coraggioso

    Seduta sul letto non riusciva a dormire. La testa, appoggiata alle ginocchia raccolte al petto, sembrava infinitamente pesante. La luna brillava solitaria nel cielo scuro fuori dalla finestra aperta, illuminava le valige pronte, o quasi, ai...

    Chiara

    Da Varese in Austria per un anno

  • Prossima Storia

    Non un solo giorno sprecato

    Quando mi chiedono perché io abbia scelto la Turchia, dico che è stata lei a scegliere me. Fondamentalmente, non credevo in nessuno dei dieci paesi che ho scritto. Il mio obiettivo era il mondo e avrei accettato ogni luogo come...

    Gaia

    Da Napoli in Turchia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here