Non migliore, non peggiore, solo diverso

Mirela

Da Montebelluna in Brasile per un anno

Sono in Brasile da due mesi e credo non avrei potuto fare scelta migliore.

Il tempo è letteralmente volato e sembra ieri che presi l'aereo affrontando un lunghissimo viaggio per arrivare in questo splendido Paese, ma ne é valsa la pena. Ne vale la pena ogni singolo giorno perché qui ho incontrato persone meravigliose.

Ho imparato definitivamente a non giudicare qualcuno per chi sembra ma per chi è veramente. Ho conosciuto amici e compagni di classe dolcissimi e sempre disponibili ad aiutarmi.

La scuola è molto diversa da quella italiana. Non è migliore, non è peggiore, è solo differente.

Qui sto frequentando una scuola privata chiama Escola da Ilha dove danno una preparazione generale in tutte le materie in vista dell'ENEM (un esame molto importante per il diploma e l'entrata all'università) e per il Vestibular (il test di ingresso per qualsiasi facoltà). Le materie che sto studiando sono pressoché le stesse che studiavo in Italia, a parte Teatro, Sociologia e Spagnolo, materie totalmente nuove per me ma che sto veramente adorando.

La scuola è molto diversa da quella italiana. Non è migliore, non è peggiore, è solo differente

Il primo giorno che entrai in classe non lo dimenticherò mai: il professore entrò allegro, quasi saltellando, baciando e abbracciando tutti. Lì per lì pensai “Ma che cosa ha bevuto prima di entrare?”, perché non ero abituata a tutto questo. In Italia ero abituata alla freddezza e alla “lontananza distinta” tra alunno e professore. Al dare del “lei”, rispettando la lontananza e solo il fatto di abbracciare un insegnante era qualcosa di davvero strano. Non sto dicendo che qui non c'è rispetto, tutt'altro! Qui il rapporto studente-insegnante é uno dei più belli che abbia mai visto. É un rapporto di amicizia, di reciproco rispetto ed é stata una delle cose più belle a cui dovermi abituare.

La classe é un complesso più unito che lavora bene e che, molto spesso, viene incoraggiato a lavorare in gruppo. Gli alunni vengono incoraggiati a partecipate e discutere in classe sugli argomenti studiati intervenendo attivamente alla lezione. I miei compagni di classe mi hanno accolto molto bene e mi stanno aiutando tanto.

  • Mirela e mamma che bevono succo d'arancia
  • mare
  • mare e città
  • spiaggia

Il Brasile e i suoi paesaggi mozzafiato

É stato difficile imparare a parlare il portoghese. All'inizio non capivo assolutamente niente, ma con il tempo (datevi tempo ragazzi, non é tutto immediato) ho imparato parole, verbi, modi di dire.. sicché qualche settimana fa ho addirittura cominciato a scherzare e persino sognare in portoghese.

Ho avuto la fortuna di essere in una famiglia che ogni giorno mi regala montagne di affetto e che non mi fa mai mancare nulla.

Ho avuto la possibilità di vedere posti che prima avrei potuto solo sognare...e chissà quanti altri ne vedrò!

L'inizio é stato duro, ma per ogni ragazzo che partecipa ad uno scambio é così, fa parte del gioco, dell'avventura

Il Brasile é un paese meraviglioso, é il paese dei colori, il paese che regala mille emozioni, è il Paese in cui impari a godere delle piccole cose, dei momenti passati assieme alle persone a cui vuoi bene, è il Paese in cui impari a prendere ogni occasione al volo - e ogni singolo giorno ne vale la pena.

Questi mesi lontano da casa mi hanno fatto capire tante cose su me stessa e sulle persone che mi circondano. L'essere 'sola' in un paese di cui inizialmente non sapevo nulla di concreto, lontano dalla famiglia, dagli amici e dalle mie abitudini mi sta facendo crescere, mi sta facendo maturare.

L'inizio é stato duro, ma per ogni ragazzo che partecipa ad uno scambio é così, fa parte del gioco, dell'avventura. Ora sono felicissima di essere qui e di avere la possibilità di passare il mio anno in questo splendido posto con queste splendide persone. E non cambierei nulla di tutto ciò.

Mirela

Da Montebelluna in Brasile per un anno

  • Prossima Storia

    I panamensi sono innamorati del proprio Paese

    Sono ormai sette mesi che vivo a Panama, questa terra strana e piccola, il cuore e l'ombelico del grande continente americano, una piccola manina che si stende e si sforza di tenere insieme il nord e il sud senza rompersi, e nello stesso modo...

    Avana

    Da Milano a panama per un anno

  • Prossima Storia

    Mijn Nederland, i miei Paesi Bassi

    Era una giornata di fine febbraio quando lo venni a sapere. Non avrei mai creduto che sarei stato accettato per il mio primo Paese, nella fascia richiesta. Sapendo che l'Olanda era piuttosto richiesta, avevo inserito molti Paesi dei Balcani...

    Riccardo

    Da Ancona in Olanda per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio anno in Lettonia

    "In Lettonia?!" mi hanno chiesto tantissime persone quando davo loro la notizia della mia partenza, domanda subito seguita da "e dov’è?". Gli italiani direbbero "vicino alla Russia", i lettoni sottolineano "sotto la Finlandia"....

    Giulia

    Da Padova in Lettonia per un anno

  • Prossima Storia

    La mia scuola in Repubblica Dominicana

    Da dove cominciare... Sveglia presto, ci si infila l'uniforme e alle 7 si parte, perché alle 7.15 la campanella suona e il professore inizia un appello interminabile, che in tutto comprende 39 persone.39 ragazzi che però il lunedì...

    Anna

    Da Lovere-Boario in Repubblica Dominicana per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here