Piccole ma grandi scoperte

Monica

Insegnante durante lo scambio di classe Augusta - Doentichem, Olanda

Da cinque giorni sono in Olanda, e continuo a pensare a come sono fortunata: ancora una nuova avventura grazie ad Intercultura, sempre diversa e per questo ancora più speciale.E' incredibile, ma dopo tanti anni continuo ad emozionarmi, guardando un sorriso involontario di un'insegnante russa, la pazienza con cui l'insegnante olandese interpreta il mio scarso inglese e l'affetto che vedo negli occhi degli insegnanti spagnoli nei confronti dei loro studenti. E sono sempre sorpresa apprezzando l'accoglienza olandese… ma non dicono sempre che gli olandesi sono freddi? O ancora, mi sorprendo ascoltando le impressioni dei venti studenti augustani che accompagno in questa avventura insieme alle loro insegnanti, Francesca e Joselinda.
Mi sorprendo ascoltando le impressioni dei venti studenti augustani che accompagno in questa avventura insieme alle loro insegnanti, Francesca e JoselindaSimone e Davide mi raccontano di aver guidato il trattore con il rispettivo padre ospitante; Francesca di aver assaggiato il latte appena munto; Roberta di essere stanca di mangiare patate; Gabriele, passeggiando per Amsterdam durante la gita di ieri, mi diceva, osservando le anatre che incontriamo lungo i canali, che i suoi genitori ospitanti sono più aperti della sua vera famiglia... Certo, c’è anche chi si lamenta del proprio twin (è così che gli olandesi chiamano il proprio ospite) e chi vuole tornare perché sente la mancanza del fidanzato. In ogni caso, penso che un semino sia entrato nelle loro teste e al momento opportuno sarà utile per riflettere su come siamo uguali e differenti nello stesso tempo, anche nelle piccole cose di ogni giorno!
I giorni trascorsi a scuola organizzati dal team di insegnanti coordinati da Herbet Kramer sono stati utili, interessanti e divertenti. Cinque laboratori: Geografia, Storia, Fotografia, Cucina e Comunicazione.
Cinque laboratori: Geografia, Storia, Fotografia, Cucina e ComunicazioneGli studenti hanno potuto comprendere meglio la storia dell'Olanda, la costruzione delle immense dighe dopo l'innondazione del 1953, hanno potuto ascoltare alcune riflessioni sulla fotografia e imparare a cucinare i poffertjes olandesi e infine, attraverso un gioco divertente, si sono scambiati informazioni sui vari Paesi coinvolti nel progetto: Italia, Olanda, Russia e Spagna. Un'altra simpatica iniziativa, prevista per giovedì, consiste nello scambiare degli oggetti con le persone incontrate per strada cercando di ricavarne un vantaggio in termini di valore o utilità (ad es. una bottiglia vuota con una piena) e documentare il tutto con foto e video che saranno poi mostrate a tutti i genitori olandesi che interverranno al party d'addio di venerdì sera. Sono tante le foto che in questi giorni studenti, insegnanti e team ci scambiamo e così ognuno porterà con sé la testimonianze di tutte le piccole ma grandi cose che abbiamo incontrato in questa settimana.
Grazie di cuore alla professoressa Joselinda per aver insistito affinchè la accompagnassi in questo viaggio, grazie a Francesca per la sua pazienza e l’aiuto con l’inglese, grazie a Herbet per la sua ospitalità, gentilezza, e per essersi preso cura di me in questi giorni. Grazie ad Intercultura che mi permette di incontrare sempre persone speciali!
Grazie ad Intercultura che mi permette di incontrare sempre persone speciali!

Monica

Insegnante durante lo scambio di classe Augusta - Doentichem, Olanda

  • Prossima Storia

    Essere mobili, ossia essere più vivi

    Chelsea era australiana, con gli occhi azzurri e la voce sottile. Nella scuola dove insegno io entrano tutti i giorni eroi omerici, poeti e filosofi, qualche scienziato pure, ma un’australiana studentessa internazionale non era arrivata...

    Mariarita Semprini

    Insegnante presso il liceo Giulio Cesare di Rimini

  • Prossima Storia

    Non un addio ma un arrivederci

    Una famosa frase dice "Il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina" e, a conclusione di questo bellissimo percorso, credo che possa riassumere al meglio ogni emozione vissuta.L'esperienza è iniziata...

    Rossana

    Partecipante allo scambio di classe fra l'I.T.E. Raffaele Piria di Reggio Calabria e la scuola superiore di Bielsko-Biała, Polonia

  • Prossima Storia

    Entusiasmo e amicizie in Serbia

    Riportiamo parte della relazione finale redatta dai responsabili del progetto di scambio di classe tra il Liceo G. B. Vico di Laterza (TA) e il Gimnazjia di Mladenovac (Serbia), in particolare la fase di accoglienza degli studenti serbi nella...

    Insegnanti del Liceo "G. B. Vico" di Laterza (TA)

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Serbia

  • Prossima Storia

    L'ospitalità ci ha fatto sentire delle star!

    È difficile abituarsi a non essere delle star. Strana frase, no? Però è capace di esprimere cosa si prova tornando dalla Russia, dove ci siamo recati per una decina di giorni grazie a uno scambio culturale organizzato dalla...

    Una studentessa del Liceo Scientifico "G. Banzi Bazoli" di Lecce

    Partecipante ad uno scambio di classe con la Russia

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here