Primo giorno di scuola? Andato!

Camilla

Da Parma negli USA per un anno

E chi avrebbe mai detto che sarei sopravvissuta al primo giorno di scuola? Ebbene sì! E posso dire di ritenermi anche abbastanza soddisfatta.
Dopo aver speso ore e ore a pensare a come sarebbe stato, il mio momento è finalmente arrivato. Zaino: pronto. Outfit scelto dalla mia host-sister: pronto.
Non vedo l'ora di buttarmi in questa grande avventura, tuttavia trovare il coraggio per scendere dalla macchina e varcare la soglia d'ingresso della scuola si rivela un'impresa.
Non nego che durante la prima ora mi sono sentita parecchio disorientata: mi sembrava di trovarmi in una partita di un qualsiasi sport, tutti sapevano come agire tranne me. Ma poi ho iniziato a muovermi anch'io, mi sono buttata e ho scoperto un mondo così diverso e affascinante che ora non posso fare a meno di approfondire. Certo, è insolito girare per la scuola alla ricerca delle classi ed è insolito cambiare compagni ogni ora, tutto è insolito, ma, allo stesso tempo, è straordinario scoprire così tante cose mai viste e mai provate.
Tutto è insolito, ma, allo stesso tempo, è straordinario scoprire così tante cose mai viste e mai provate
La tipica High School Americana è composta da quattro anni: freshman, sophomore, junior e senior. Ogni giorno presenta orari uguali a quello successivo, il che vuol dire che le materie sono uguali ogni giorno fino alla fine del primo semestre, dopodiché si ha la possibilità di fare nuove scelte per il semestre successivo e anche questi orari vengono mantenuti tutti i giorni per l'intera durata del semestre.

Scatti dalla vita di Camilla negli Stati Uniti

A seconda delle lezioni a cui hai deciso di partecipare, potrai trovarti in aula con gente più piccola o più grande di te, perché le classi sono miste... e ce ne sono così tante da scegliere! Ci sono sicuramente le classiche storia, matematica, letteratura, ma, allo stesso tempo, se sai già quale sarà la tua strada o semplicemente vuoi sperimentare per capire quali sono le tue attitudini e interessi, la possibilità di scelta è estremamente ampia. Si spazia da "Film Studying" o "Art of Crafts" a "Robotics" o "Web Design".
Io ho dunque deciso di partecipare a "Nutrition and Wellness" e oggi ho avuto la mia prima lezione. Innanzitutto, l'impatto nel momento in cui sono entrata in classe è stato forte. Non ci sono banchi, ma postazioni da lavoro stile Masterchef dove a gruppi si ha la possibilità di cucinare. Dopo aver ascoltato l'insegnante spiegare il programma dell'anno a venire, si da inizio a qualche attività per rompere il ghiaccio. E questo sì che è decisamente diverso dalla scuola italiana.
Nella classe di "Nutrition and Wellness" non ci sono banchi, ma postazioni da lavoro dove a gruppi si ha la possibilità di cucinareIl professore non si dimostra distaccato e formale, ma cerca di diventare tuo amico e fa persino qualche battuta. Le attività proposte possono sembrare strane o decisamente infantili (ho dovuto disegnare la mia famiglia) ma in fin dei conti le persone possono conoscere qualcosa in più su di te e ti viene offerta la possibilità di scoprire cose che non ti saresti mai aspettato dagli altri.
Il primo giorno è ormai passato e non vedo l'ora di diventare familiare con l'ambiente della High School, creare nuove amicizie e sfruttare questa grande opportunità che mi è stata offerta!

Camilla

Da Parma negli USA per un anno

  • Prossima Storia

    A volte è meglio buttarsi

    È difficile parlare di questa esperienza, di questo paese, di questa "vita". Mi guardo intorno e non mi sembra di essere tanto lontana da mia madre, tantomeno da mio padre e dai miei amici, ma sentir parlare notte e giorno in una lingua...

    Alice

    Da Rieti in Sudafrica per due mesi

  • Prossima Storia

    Lo sapete cos'è il carnevale vegano?

    Lo sapete cos’è il carnevale vegano?In molti prima di partire mi dicevano "Davvero vuoi andare in Repubblica Dominicana? Lì non imparerai nulla, è un Paese del terzo mondo" oppure "Passerai un anno al mare e in spiaggia...

    Desireè

    Da Vicenza in Repubblica Dominicana per un anno

  • Prossima Storia

    Considerazioni di un’italiana in Svezia

    Il Paese del logom, del "perfetto" soggettivo e personale. Della "fika" (pausa caffè) che è un vero e proprio rituale. Dei kräftor mangiati in quantità industriali neanche fossero patatine. Il Paese delle metropolitane...

    Giulia

    Da Chieti in Svezia per un anno

  • Prossima Storia

    Un anno speciale

    Lo scorso anno è stato un anno speciale che ricorderò per sempre con particolare piacere ed emozione!Mia figlia Alessandra è partita da Latina per gli Stati Uniti d'America - con destinazione Cincinnati (Ohio), per il programma...

    Fulvio

    Papà di Alessandra, da Latina negli USA per un anno, e volontario del Centro locale di Latina

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here