Sentirsi a casa in Lettonia

Giuseppe

Da Lagonegro in Lettonia per un anno

Quando ho saputo di essere stato preso per un anno in Lettonia, la prima cosa che ho fatto è stata quella di correre nella mia stanza e controllare sul computer dove si trovasse.
All'inizio non conoscevo niente della Lettonia, era addirittura la mia decima scelta, e l'avevo inserita solamente perché volevo partire a tutti i costi e mio padre ne aveva sentito parlare bene, ma potendo tornare indietro rifarei la stessa identica cosa e anzi, sono contentissimo di vivere la mia esperienza in questo bellissimo Paese.

La cosa che non dimenticherò mai di questo Paese saranno soprattutto i bellissimi paesaggi che offre, la gente inizialmente diffidente e fredda ma che con il tempo si trasforma letteralmente e infine il clima. Io, che ero abituato ad un clima abbastanza caldo (vengo dal sud Italia) e che vedevo la neve solamente alcuni giorni dell'anno, mi sono ritrovato a gennaio a dover affrontare -25 gradi e 30 cm di neve a terra, davvero qualcosa di spettacolare e che penso di non rivedere mai più! Inoltre tutti i paesaggi innevati e i mari, laghi e fiumi completamente ghiacciati, dove le persone ne approfittavano per andare a pattinarci sopra. Ho anche capito che quando la temperatura si alza e c'è ancora del ghiaccio su un lago, è meglio non cercare di camminarci sopra.

Oramai sono giunto quasi al termine della mia esperienza, ma so già che mi mancheranno tutte le caratteristiche e le particolarità di questo Paese di cui sono innamorato e che porterò sempre nel mio cuore.
Concludo consigliando a tutti questo meraviglioso Paese, che mi ha insegnato tanto, anche il fatto che non conta dove vai, quest'esperienza sarà ovunque indimenticabile e finirai per sentirti a casa e non voler più tornare nella tua di casa.
Consiglio a tutti questo meraviglioso Paese, che mi ha insegnato tanto

  • gruppo in palestra
  • Gita studenti AFS

Giuseppe

Da Lagonegro in Lettonia per un anno

  • Prossima Storia

    L’esperienza che mi ha cambiato la vita

    Intercultura è una sfida, un percorso educativo, un'esperienza che contribuisce alla crescita. E soprattutto è una storia che dura tutta la vita. Ma quali sono i benefici sul breve, medio, lungo termine sul percorso accademico,...

    Intercultura

    in occasione della presentazione dell'Osservatorio nazionale sull'internazionalizzazione delle scuole e la mobilità studentesca

  • Prossima Storia

    Lettera a cuore aperto per i prossimi studenti di Intercultura

    Ragazzi, ragazze, adolescenti come me, pieni di sogni, di speranze, di aspettative, fors'anche di progetti, certo di segreti, piccoli, grandi, che importa.E' bello immaginare di rivolgermi a persone piene di vita, che hanno alle spalle storie...

    Angela

    Da Putignano in Russia per un anno

  • Prossima Storia

    Ringraziare in un Paese ex-sovietico

    La religione è da sempre fortemente correlata alla cultura e alla peculiarità di ogni popolo. Non si tratta solo di abitudini o rituali, bensì di una continua presenza di un'influenza nel quotidiano: ogni atto, nel nome...

    Guido, da Bari per un'estate in Lettonia

    Riflessione in occasione del Convegno "Il Silenzio del Sacro"

  • Prossima Storia

    Shock culturale? Non proprio

    Io sono Aurora, sono di Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, e un anno e mezzo fa decisi di voler cambiare. Da una settimana con l’altra comunicai ai miei genitori la mia decisione; ‘Non si può cambiare finchè...

    Aurora

    Da Milano in Malesia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here