Sentirsi a casa in Lettonia

Giuseppe

Da Lagonegro in Lettonia per un anno

Quando ho saputo di essere stato preso per un anno in Lettonia, la prima cosa che ho fatto è stata quella di correre nella mia stanza e controllare sul computer dove si trovasse.
All'inizio non conoscevo niente della Lettonia, era addirittura la mia decima scelta, e l'avevo inserita solamente perché volevo partire a tutti i costi e mio padre ne aveva sentito parlare bene, ma potendo tornare indietro rifarei la stessa identica cosa e anzi, sono contentissimo di vivere la mia esperienza in questo bellissimo Paese.

La cosa che non dimenticherò mai di questo Paese saranno soprattutto i bellissimi paesaggi che offre, la gente inizialmente diffidente e fredda ma che con il tempo si trasforma letteralmente e infine il clima. Io, che ero abituato ad un clima abbastanza caldo (vengo dal sud Italia) e che vedevo la neve solamente alcuni giorni dell'anno, mi sono ritrovato a gennaio a dover affrontare -25 gradi e 30 cm di neve a terra, davvero qualcosa di spettacolare e che penso di non rivedere mai più! Inoltre tutti i paesaggi innevati e i mari, laghi e fiumi completamente ghiacciati, dove le persone ne approfittavano per andare a pattinarci sopra. Ho anche capito che quando la temperatura si alza e c'è ancora del ghiaccio su un lago, è meglio non cercare di camminarci sopra.

Oramai sono giunto quasi al termine della mia esperienza, ma so già che mi mancheranno tutte le caratteristiche e le particolarità di questo Paese di cui sono innamorato e che porterò sempre nel mio cuore.
Concludo consigliando a tutti questo meraviglioso Paese, che mi ha insegnato tanto, anche il fatto che non conta dove vai, quest'esperienza sarà ovunque indimenticabile e finirai per sentirti a casa e non voler più tornare nella tua di casa.
Consiglio a tutti questo meraviglioso Paese, che mi ha insegnato tanto

  • gruppo in palestra
  • Gita studenti AFS

Giuseppe

Da Lagonegro in Lettonia per un anno

  • Prossima Storia

    Parola di papà

    Buongiorno, sono Francesco, papà di due ragazzi che hanno usufruito di esperienze all’estero con Intercultura. Fabio, che è stato in Thailandia, e Marco, che è partito lo scorso agosto per la Cina e rientrerà...

    Francesco

    PapĂ  inviante da Pescara

  • Prossima Storia

    Il popolo brasiliano è accogliente e caloroso

    Ciao, spero che con questo mio breve racconto del mio primo mese qui in Brasile io possa essere utile a qualche futuro ragazzo in partenza, e allo stesso tempo io riesca a invogliare tutti a vivere questa meravigliosa esperienza. La mia scuola...

    Silvia

    Da Vicenza in Brasile per sei mesi

  • Prossima Storia

    Piccoli consigli per imparare la lingua ungherese

    La lingua mi ha spinto a scegliere il programma in Ungheria, perché ho sempre avuto molte amicizie con persone ungheresi e sono sempre stato attratto dal suono della loro lingua. In generale mi piacciono le lingue, apprenderne di nuove...

    Sam

    Da Siena in Ungheria per un anno

  • Prossima Storia

    Una cultura che si basa sulla condivisione

    Argentina è passare da una zona arida in cui non c'è niente per migliaia di chilometri alla vivacità di Buenos Aires, dalle cascate più spettacolari in un clima tropicale ad un clima glaciale dove ti si congela pure...

    Rebecca

    Da Rivoli in Argentina per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here