Sudafrica: il Paese interculturale per eccellenza!

Dario

Da Roma in Sudafrica per due mesi

All’inizio, quando mi fu assegnato il Sudafrica come destinazione da Intercultura, rimasi un po’ senza parole, un po’ perché inizialmente speravo (stupidamente) in altri paesi, e un po’ perché non sapevo bene cosa aspettarmi.
Ma, a esperienza conclusa, non finirò mai di ringraziare Intercultura per avermi mandato nella “Rainbow Nation”! Il Sudafrica è uno di quei paesi che ti entra dentro, ti cambia profondamente, e un pezzo del tuo cuore rimarrà lì per sempre.
Partecipando poi ad un programma con Intercultura, perché non andare in un paese dove l’interculturalità è il “pane quotidiano”?
In Sudafrica si parlano 11 lingue ufficiali, l’inno nazionale è cantato in 5 lingue (Xhosa, Zulu, Sesotho, Afrikaans, Inglese), la bandiera è un’esplosione di 6 colori.
I sudafricani stessi sono: Bianchi, Neri, Indiani, Coloured.
Avrete amici: cristiani, musulmani, hindu, harekrishna, sikh, ebrei.
Vi capiterà di mangiare putu e pup (cibo Zulu simile al couscous), cibo indiano, e sicuramente il tradizionale braai (barbecue)!
Nella piccola città dov’ero io (Pietermaritzburg, nella regione del Kwazulu-Natal) ci sono: moschee, chiese, templi hindu, templi Hare Krishna, una sinagoga e addirittura un tempio buddhista!
Conoscerete molta gente ricchissima, ma anche molta gente poverissima.. troverete interi quartieri con solo ville lussuosissime accanto ad una Township (piccolo quartiere di baracche).
Capirete le follie di quello che è stato l’Apartheid, e, purtroppo, vedrete ancora qualche effetto di quel periodo buio, ma allo stesso tempo l’orgoglio e la fiducia di tutti i sudafricani quando guardano al futuro.

Insomma, per concludere, tutta questa Diversità (con la d maiuscola) e tutte queste contrattazioni vi insegneranno moltissimo: a rispettare ogni essere umano, indipendentemente da religione o colore della pelle, a promuovere le differenze, a capire meglio il mondo. Il Sudafrica vi cambierà la vita (come ha fatto già a moltissime persone, incluso il Mahatma Gandhi che passò moltissimi anni in Sudafrica prima di tornare in India ed iniziare la lotta nonviolenta).

Vi auguro di vivere questa esperienza fantastica al massimo, e di diventare anche che voi dei piccoli sudafricani, e dei cittadini del mondo.
  • Alcuni compagni di scuola di Dario
  • L'alba sudafricana

Dario

Da Roma in Sudafrica per due mesi

  • Prossima Storia

    Un anno d'estate

    Esiste una serie di momenti che ognuno di noi, dentro di sé, ricorda e custodisce come gli attimi più importanti della propria esistenza, quelli che hanno fatto la differenza, che hanno cambiato tutto. Per me il momento che ha...

    Elena

    Da Roma a Panama per un anno

  • Prossima Storia

    Gioia ed entusiasmo nella scuola hondurégna

    Ciao a tutti, mi presento, sono Jlenia e fino a tre settimane fa abitavo in un piccolo paesino vicino al mare, in Sardegna. Oggi mi trovo a vivere una delle esperienze che mi segnerà a vita. Vivo a Puerto Cortes, in Honduras. Vi chiederete:...

    Jlenia

    Da Lanusei-Tortolì in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    Un anno tutto da costruire su misura

    Ho vinto la borsa di studio per il programma annuale in Portogallo, e vivo a Coimbra. I miei genitori sono giovani e sono sempre stati interessati a conoscere il mondo, così, pur essendo noi una famiglia normale, mio fratello e io fin...

    Sofia

    Da Pisa in Portogallo per un anno

  • Prossima Storia

    La mia grossa grassa famiglia interculturale

    Noemi ci racconta la sua esperienza in Bolivia attraverso le immagini!Foto 1Il giorno in cui con tanta leggerezza salutai la mia famiglia:“Dai su che ci rivediamo tra un annetto!”.Foto 2Era la prima volta che cucinavo per la mia...

    Genoveva Noemi

    Da Roma in Bolivia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here