Un viaggio all'interno di me stessa

Chiara

Da Roma in Thailandia per sei mesi

Mi hanno sempre detto che sarei cambiata, avrei imparato molte cose e incontrato molte persone che mi avrebbero cambiato la vita, ma con tutti i mesi spesi ad immaginare come sarebbe stata la mia esperienza, mai avrei immaginato ciò che veramente è stata.

Pensare che ero quasi sul punto di dire "no" quando vidi sui documenti il nome di un Paese che non sapevo nemmeno dove fosse localizzato: la Thailandia. Mi disperai pensando che non fosse assolutamente il luogo adatto a me, che sarebbe stato troppo difficile, troppo lontano e troppo diverso. Poi, come il destino volle dimostrare, presi quell'aereo e iniziai il viaggio più incredibile che potessi immaginare.

La Thailandia non è solo povertà e spiagge turistiche, è una terra di sorrisi, mercati, persone super accoglienti che anche non conoscendoti quando cammini per strada si sbracciano per salutarti ed accoglierti. Non abbiate paura per la lingua, il cibo, gli insetti o i bagni.. Tutto questo è forse la parte più interessante: il vero senso del mettere alla prova se stessi, impegnandosi ad imparare una lingua che finalmente non sia inglese, spagnolo o francese. imparare a vivere con il minimo necessario e l'amore di una famiglia thai. Imparare ad adattarsi: dall'abbandonare la doccia calda alla monarchia; dall'indossare una divisa a scuola essendo comunque riconosciuto, al fare 7 pasti al giorno; dal fare il wai, al togliere le scarpe prima di entrare in casa; dal buddismo ai meravigliosi templi.

E' il viaggio più incredibile che potessi immaginare

Penso che lo scambio culturale più intenso che ci sia, sia in Asia. Grazie all'inesistenza di aspetti della cultura comuni alla mia, dopo solo 4 mesi e mezzo, posso dire di rendermi conto del mio cambiamento, la mia crescita e maturazione, posso dire di sentirmi parte del mondo, perché dopo essere stata in grado di vivere 6 mesi nella cultura più diversa in assoluto, so che posso adattarmi e stare bene ovunque.

Penso che lo scambio culturale più intenso che ci sia, sia in Asia

Se siete indecisi, cercate di non scegliere solo l'Europa o gli Stati Uniti ragazzi, estendetevi, non abbiate paura, con il cuore vi dico che NE VALE LA PENA! Mai nella mia vita sarò grata abbastanza al destino per avermi mandato qui

I miei amici sono spaventati, perché temono il cambiamento che si noterà in me quando tornerò, rispetto a quando sono partita. io sono contentissima di questo cambiamento, cambiamento che durerà per sempre, dovuto alla presenza in me stessa di questo Paese, che accompagnerà la mia identità durante il corso di tutta la mia vita.

Il problema è che non si può descrivere , se non lo si è vissuto non lo si può capire, per questo invito, chi ha ancora la possibilità, di farlo La Thailandia è una continua scoperta e sorpresa della quale tutti rimangono innamorati, e voi avete la possibilità di viverla al 100%, non al 35 come un turista, quindi forza ragazzi!


Grazie Thailandia.

Chiara

Da Roma in Thailandia per sei mesi

  • Prossima Storia

    Il Nebraska del 1960

    Mi chiamo Anna Robles e sono un’AFSer, anno 1960/61, Kimball, Nebraska USA.Già, sono un AFSer. Aver vissuto quell’esperienza è diventato uno stato del cuore e della mente, sempre divisi tra il mio Paese e quell’altro. Quando...

    Anna

    storica borsista, nel 1960-61 negli Stati Uniti

  • Prossima Storia

    La bellezza di questo Paese è la diversità

    Olà amigos!Prima di iniziare a raccontarvi la mia esperienza con la scuola brasiliana, è necessario che ribadisca una cosa molto importante. Il Brasile è un paese molto grande quindi, come potete immaginare, ogni zona...

    Enrico

    Da Rimini in Brasile per un anno

  • Prossima Storia

    Parola di papà

    Buongiorno, sono Francesco, papà di due ragazzi che hanno usufruito di esperienze all’estero con Intercultura. Fabio, che è stato in Thailandia, e Marco, che è partito lo scorso agosto per la Cina e rientrerà...

    Francesco

    Papà inviante da Pescara

  • Prossima Storia

    Un anno è lungo, ma è comunque troppo corto!

    "Buongiorno principessa!"I miei compagni di classe non conoscevano neanche il mio nome, eppure sono riusciti ad accogliermi ricordandomi che una piccola parte del mio Paese può arrivare, in qualche modo, anche dall'altro lato del pianeta....

    Sibilla

    Da Castellammare di Stabia in Cile per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here