Una città punto di incontro

Virginia, Sara, Isabella, Angela, Francesca e Marialaura

I volontari del Centro locale di Trieste

Il centro locale di Trieste è un centro piuttosto giovane e dinamico che rispecchia benissimo il carattere universitario e poliedrico della città, da secoli punto d’incontro di molte culture.

Proprio per questo nel gruppo si sono alternati ed incontrati numerosi volontari, quasi tutti studenti fuori sede, che pur non essendo “nativi tergestini” hanno comunque contribuito con tutto il loro entusiasmo alle attività e la crescita del Centro locale. Ecco chi sono alcuni di loro e le loro storie:

Virginia - Presidente di Centro

Sono nata a Pordenone quasi 24 anni fa, ma conosco bene Trieste, città a me molto cara, dove ho trascorso lunghi periodi fin dalla mia infanzia, avendo qui numerosi parenti. Vi vivo ora da cinque anni per motivi di studio: sono laureanda in Interpretazione di conferenza presso la Scuola Interpreti, dalla quale per altro, provengono molti dei nostri ex o attuali volontari. La mia esperienza con Intercultura è iniziata nel 2009, quando sono partita per un anno scolastico in Austria. Durante la mia esperienza all’estero sono rimasta affascinata dalla figura dei volontari, fondamentali per rendere così speciale il nostro periodo all’estero e così ho deciso di portare avanti il loro lavoro al mio rientro in Italia, per aiutare gli altri studenti e le altre famiglie, così come era stato fatto con me. Dopo diversi anni da responsabile dei soggiorni di studio all'estero, questo sarà il mio secondo anno da Presidente del Centro locale, ruolo per il quale, come sempre, sarò pronta a fare del mio meglio.
Al mio rientro in Italia ho deciso di diventare a mia volta volontaria per aiutare gli altri studenti e le altre famiglie, così come era stato fatto con me durante il mio anno in AustriaSara - Responsabile dei soggiorni di studio all'estero

Sono Sara e sarò responsabile dei soggiorni di studio all'estero del Centro locale di Trieste. Conosco Intercultura da più di 10 anni, la mia prima esperienza è stata quella di famiglia ospitante a Portogruaro ed è stata così intensa e ricca di emozioni che ha convinto sia me che mia madre a diventare volontarie attive nell'Associazione per poter dare il nostro contributo affinché altrettante famiglie e ragazzi potessero vivere avventure interculturali come quella che era stata regalata a noi!

Sia io che mia madre siamo diventate volontarie attive nell'Associazione dopo essere state famiglia ospitante per poter dare il nostro contributo
Isabella - Responsabile Ospitalità

Dopo l'anno all'estero di mia figlia Carlotta ho sentito l'esigenza di condividere con lei la meravigliosa esperienza vissuta e da allora ho dato il mio contributo al Centro locale di Trieste in qualità di responsabile scuola. In quanto insegnante di lingua straniera alla scuola secondaria di primo grado ho sempre condiviso ideali interculturali e partecipato a progetti internazionali con i mie alunni, ai quali ho cercato di trasmettere le grandi potenzialità dei programmi di Intercultura e con soddisfazione li ho seguiti nelle scuole superiori e sostenuti nella loro esperienza all'estero. Tutti hanno avuto successo e si sono poi diplomati con il massimo dei voti. Da quest'anno sarò Responsabile ospitalità e spero di riuscire svolgere il mio compito al meglio, sapendo di avere sempre molto da imparare.
In quanto insegnante di lingua straniera ho sempre condiviso ideali interculturali con i mie alunni, ai quali ho cercato di trasmettere le grandi potenzialità dei programmi di Intercultura

Dall'inizio della mia partecipazione alle attività del Centro locale di Trieste, circa 11 anni fa, abbiamo vissuto alti e bassi, momenti di fremente attività e momenti di calma. Ora siamo in una fase intermedia, abbiamo un buon numero di giovani volontari coinvolti e cerchiamo di fare conoscere l'Associazione cercando di sviluppare contatti ed attività con altre associazioni. Per avere maggiore visibilità in città ci siamo adoperati con entusiasmo ad organizzare la Settimana di scambio per studenti stranieri, accolti durante l'anno in altre città italiane, attività che negli ultimi anni è stata molto apprezzate da scuole e famiglie.

Angela - Responsabile Sviluppo e Formazione

Sono nata 23 anni fa in un paesino della provincia di Potenza, in Basilicata. Fin da bambina ho sempre provato curiosità per tutto ciò che fosse diverso da quello a cui normalmente ero abituata, e credo che questo sia stato l’atteggiamento che mi ha portato ad avvicinarmi a Intercultura. Non avendo avuto la possibilità di partire, ho deciso di entrare comunque a far parte del Centro Locale di Trieste, città in cui adesso studio, per vivere attraverso le esperienze altrui le emozioni che solo un'avventura così bella può regalare.
Ho deciso di diventare volontaria per vivere attraverso le esperienze altrui le emozioni che solo un'avventura così bella può regalareFrancesca - Responsabile Scuola

Io sono Francesca e ho 24 anni. Studio all'università di Trieste ma vengo da Como. Sono volontaria del centro locale di Trieste da 4 anni, ne ho appena conclusi due come Responsabile Sviluppo e Formazione e ora sono la Responsabile Scuola. Mi occupo quindi dei rapporti con le scuole sia per i ragazzi che partono per l'estero sia per i ragazzi ospitati. Ho iniziato il mio viaggio con Intercultura partendo per il programma estivo in Irlanda e poi ho deciso di fare l'esperienza annuale negli USA l'anno dopo. Il mio anno negli USA è stata un'esperienza fantastica, mi ha fatto crescere molto e conoscere tante persone nuove che ancora fanno parte della mia vita.
Ospitare è un'esperienza che consiglio, a volte può essere difficile ma arricchisce sempre tuttiSono stata anche "sorella ospitante": con la mia famiglia infatti abbiamo ospitato per periodi annuali 5 ragazzi. È un'esperienza che consiglio a tutti, perché attraverso la vita di ogni giorno si riesce a conoscere davvero una persona di una cultura completamente diversa, a volte può essere difficile ma arricchisce sempre tutti.

Marialaura - Volontaria

Mi chiamo Marialaura, ho 29 anni, abito a Trieste e sono non vedente dalla nascita. Mi sono trasferita in questa città nel 2006 per frequentare l’Università, ma ho sempre vissuto in provincia di Brescia. Sono venuta a conoscenza di Intercultura perché il liceo linguistico che ho frequentato ha ospitato, proprio durante il mio terzo anno scolastico, nella mia classe una studentessa americana venuta in Italia grazie ai programmi di ospitalità di Intercultura. Questa organizzazione mi ha colpito molto, data anche la mia passione per le lingue straniere e per i viaggi all’estero, così ho provato ad iscrivermi alle selezioni per partecipare ad un programma annuale in un Paese diverso da quello italiano. Nonostante la mia disabilità visiva, Intercultura mi ha selezionato per partecipare ad un programma annuale in Danimarca e a fine luglio del 2004 sono partita con tutte le preoccupazioni e paure che ha qualsiasi studente in partenza.
Sono rientrata in Italia con la voglia di partire, di conoscere nuove culture e nuove persone e di ritrovare quelle sensazioni che ho vissuto durante il mio anno all’esteroIl mio anno all’estero è trascorso in gran velocità, quasi non mi sono neanche accorta che il tempo passava. La mia disabilità visiva non ha pregiudicato in alcun modo questa esperienza che è stata praticamente uguale a quella che si vive un qualsiasi altro studente, al contrario mi ha aiutato a guadagnarmi un’indipendenza, ad essere più tollerante verso altre culture e ad accettarle e conoscerle sempre meglio, ha accresciuto le mie capacità di orientamento e mobilità e autonomia personale che sono molto importanti per una persona con disabilità, mi ha dato molta più fiducia in me stessa e tanta sicurezza.

Sono rientrata in Italia con la voglia di partire, di conoscere nuove culture e nuove persone e di ritrovare quelle sensazioni che ho vissuto durante il mio anno all’estero.

La mia famiglia è anche stata famiglia ospitante, per due anni consecutivi, di due ragazze, entrambe provenienti dalla Thailandia. Anche l’esperienza dell’ospitalità è stata molto arricchente, io e la mia famiglia abbiamo avuto l’occasione di conoscere le diversità e la cultura di un Paese orientale restando a casa nostra e condividendo la nostra vita quotidiana con le ragazze che abbiamo ospitato.
Intercultura mi ha dato così tanto che ho voluto continuare a sostenere questa organizzazione diventando a mia volta volontaria Intercultura mi ha dato così tanto che ho voluto continuare a sostenere questa organizzazione, che è attiva soprattutto grazie all'impegno svolto dai volontari presenti nei Centri locali del nostro paese, diventando a mia volta volontaria nel settembre 2015, una volta terminati i miei studi universitari.

Virginia, Sara, Isabella, Angela, Francesca e Marialaura

I volontari del Centro locale di Trieste

  • Prossima Storia

    Non smetto mai di imparare

    "Ciao Bea, ti andrebbe di scrivere la tua storia di volontaria? Non dirmi di no, basta una paginetta, lo puoi fare con la mano sinistra..." Una paginetta? Con la mano sinistra? Qualcosa non funziona, a me serve piu spazio....che ne dici di...

    Beatrice

    Volontaria del centro locale di Milano 1

  • Prossima Storia

    Professione: volontaria di Intercultura

    E’ trascorso più di mezzo secolo dal giorno della partenza per quella che sarebbe stata l’avventura più significativa della mia vita. Non sapevo, allora, che cosa mi avrebbe portato in seguito. Quale professione? Sono...

    Anna

    Con Intercultura nel 1962/63 e volontaria del Centro locale di Como

  • Prossima Storia

    Trieste e Lubiana più vicine che mai con Intercultura

    A marzo ci è venuto a trovare un gruppo di studenti che stava trascorrendo la propria settimana di scambio a Trieste. Nel programma era prevista una visita a Lubiana, la nostra capitale, così la presidente del centro locale di...

    Blaž

    volontario di AFS Slovenia, a Lubiana

  • Prossima Storia

    Alcune cose non hanno prezzo ma solo valore

    Ho conosciuto il mondo di Intercultura grazie a mia madre, insegnante di Inglese, che faceva le lezioni di Italiano agli studenti stranieri del centro locale di Catania.La mia esperienza è iniziata da fratello ospitante di un ragazzo...

    Ennio

    Volontario del centro locale di Catania

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here