Vi racconto il mio Natale portoghese!

Dalisia

Da Marsala in Portogallo per un anno

Inizierò dicendo che, essendo una siciliana che non ha mai visto la neve nella sua vita e che adora così tanto il Natale, tanto da desiderare di andare con Intercultura in un Paese dell'Europa del Nord, l'unica cosa che mi turbava del Portogallo era il periodo natalizio.Ho subito pensato: "Ok, sarà un Natale simile a tutti gli altri!" Mi sbagliavo: è stato un Natale completamente diverso. L'atmosfera natalizia era differente, sarà per i 20 gradi, sarà perché non stavo nella stessa città di sempre, con la solita famiglia. Sarà perché sembra ieri che sono arrivata qua, in questo posto in cui mi son sentita a casa sin dal primo giorno, e adesso sono già a metà percorso.
Il cenone di Natale è stato a casa con tutti i parenti. C'erano tantissime cose da mangiare, tra cui baccalà e circa venti tipi di dolci differenti, sia italiani che portoghesi. E poi si dice che si mangia tanto in Sicilia… non avete visto niente! Ammetto che quella sera mi è venuta un po' di saudade, per la prima volta da quando sono qua, ma il tempo di metterci a tavola tutti insieme e iniziare la serata e già mi era passato tutto. Alle undici e mezza abbiamo iniziato a scambiarci i regali e a mezzanotte i parenti sono andati via ed era già finito tutto.
Per il giorno di Natale, qui in Portogallo non c'è il "pranzo", ma il lanche, cioè la merenda con i parenti. Non avrei potuto desiderare un Natale migliore di cosìPer il giorno di Natale, qui in Portogallo non c'è il "pranzo", ma il lanche, cioè la merenda con i parenti. Non avrei potuto desiderare un Natale migliore di così. Ringrazio Intercultura e il MIUR per avermi permesso di fare questa incredibile e magica esperienza.

  • Dalisia e la scultura di Pessoa
  • Dalisia e altri studenti AFS con le bandiere dei rispettivi Paesi d'origine

Tanti amici da tutto il mondo per l'anno in Portogallo di Dalisia

Dalisia

Da Marsala in Portogallo per un anno

  • Prossima Storia

    Il Nebraska del 1960

    Mi chiamo Anna Robles e sono un’AFSer, anno 1960/61, Kimball, Nebraska USA.Già, sono un AFSer. Aver vissuto quell’esperienza è diventato uno stato del cuore e della mente, sempre divisi tra il mio Paese e quell’altro. Quando...

    Anna

    storica borsista, nel 1960-61 negli Stati Uniti

  • Prossima Storia

    La scuola in Canada

    Ciao, sono Angela e al momento vivo in Canada, precisamente a Terrebonne, una cittadina a 20 minuti da Montreal. Sono arrivata qui poco più di due settimane fa e oggi ho iniziato la mia seconda settimana a scuola. Qui è tutto...

    Angela

    Da Bologna in Canada per un anno

  • Prossima Storia

    "Mutig": un passo coraggioso

    Seduta sul letto non riusciva a dormire. La testa, appoggiata alle ginocchia raccolte al petto, sembrava infinitamente pesante. La luna brillava solitaria nel cielo scuro fuori dalla finestra aperta, illuminava le valige pronte, o quasi, ai...

    Chiara

    Da Varese in Austria per un anno

  • Prossima Storia

    Penultimo capitolo della mia storia

    Mancano meno di 45 giorni per il mio rientro in Italia e, come tutti sanno, gli ultimi capitoli di un libro sono sempre i più difficili da scrivere. Oggi una mia compagna di scuola è venuta a casa mia nel pomeriggio perché...

    Cristina

    Da Biella in Costa Rica per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here