Il paese
Il 40% della superficie della Lettonia è ricoperto di boschi, ci sono più di 3000 laghi, il punto più alto del Paese raggiunge solo 311m
 
Personaggi
Nel 1870 Jacob W. Davis, sarto lettone trapiantato negli Stati Uniti, creò un paio di pantaloni da lavoro, usando tessuto denim e rinforzando i punti più critici con rivetti di rame: il primo paio di jeans della storia
 
Cucina
Molti piatti tipici della Lettonia sono a base di maiale, agnello e carne di manzo, solitamente insaporiti da funghi e bacche selvatiche
 
Lo sapevi che...
Con una velocità media di download di 46.5 Mbit/s, la Lettonia ha una delle reti Internet più veloci del mondo

Lettonia

Il rispetto e la conservazione delle lunghe coste cristalline e delle vaste foreste che ricoprono la maggior parte del territorio hanno permesso alla Lettonia di raggiungere negli ultimi anni i primi posti negli indici mondiali di sostenibilità e prestazioni ambientali.

Lingua

Lettone / russo

 

Popolazione

2 milioni

 

Fuso orario

+1 ore

 
La sua capitale Riga, la più grande tra le tre Repubbliche Baltiche, è stata ribattezzata “la Parigi del Nord” per la sua bellezza e la sua vivacità e per questo sta vivendo un vero e proprio boom turistico. Il lettone è la lingua ufficiale, anche se oltre venticinque anni dopo la fine dell’occupazione sovietica il russo è rimasto popolare tra coloro che furono obbligati a studiarlo. Nel 2004 la Lettonia è entrata nell’Unione Europea e dal 2014 ha adottato l’euro.I PROGRAMMI
Questa è un’ottima occasione per conoscere la realtà locale di un Paese poco noto ma in rapida crescita: dieci mesi o un trimestre studiando in una scuola superiore, entrando così in contatto con due culture e due lingue, quella russa e quella lettone. L’associazione lettone si estende anche in Lituania, ed è possibile quindi che le famiglie ospitanti si trovino anche lì.
Per facilitare l’inserimento iniziale è richiesta una conoscenza base della lingua inglese, oltre ad essere fortemente consigliato lo studio della lingua lettone e/o russa già nei mesi precedenti la partenza.
Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/09/2002 28/02/2005 a fine agosto 2020 a inizio luglio 2021
Trimestrale 01/09/2002 28/02/2005 a fine agosto 2020 a dicembre 2020
UN ANNO CON AFS LATVIAAll’arrivo all’aeroporto di Riga gli studenti sono accolti dai volontari, che li accompagnano al primo incontro di formazione, una giornata pensata per dare modo ai ragazzi di ricevere le prime informazioni sulla vita, la cultura e gli usi del popolo lettone. I partecipanti AFS si riuniscono in altre tre occasioni durante il programma, per valutare l’esperienza e l’apprendimento della lingua: a sei settimane dall’arrivo, a gennaio e all’incontro finale per prepararsi al rientro.
IL PROGRAMMA TRIMESTRALEAl loro arrivo, i ragazzi che partecipano a tale programma prendono parte a un incontro di formazione di un giorno nei pressi della capitale Riga. Nelle settimane successive, è previsto anche un incontro di formazione di tre giorni, che si svolge a livello locale. Alla fine del programma, gli studenti partono alla volta di Bruxelles. Questo programma rientra nel progetto PEACE (acronimo di Peace in Europe and Asia through global Citizenship Education) coordinato dall’EFIL (European Federation of Intercultural Learning, federazione delle principali organizzazioni AFS europee e mediterranee), che prevede attività di approfondimento e confronto sul tema dell’Educazione alla cittadinanza globale, con iniziative diverse a seconda del Paese. Negli ultimi giorni del trimestre è previsto che i 200 ragazzi che partecipano a questo programma in circa 20 Stati europei si ritrovino nella “Capitale d’Europa”, dove visitano il Parlamento Europeo e i principali luoghi d’interesse, prendendo parte ad attività in lingua inglese e riflettendo insieme sull’esperienza vissuta, sull’apprendimento interculturale e sulla Cittadinanza globale. Si tratta di un programma di tipo reciproco, ossia la famiglia dello studente italiano si impegna a ospitare uno studente straniero nello stesso periodo del soggiorno all’estero dei propri figli.
LA SCUOLA IN LETTONIAGli studenti vengono inseriti nelle classi conclusive delle scuole superiori che adottano prevalentemente la lingua russa, sebbene i partecipanti possano essere inseriti anche in scuole di lingua lettone o che utilizzano entrambe le lingue: devono quindi essere motivati ad apprendere entrambe le lingue. Il primo giorno di scuola è previsto a inizio settembre, con lezioni dal lunedì al venerdì, solitamente tra le 8:30 e le 15:00. L’anno scolastico è diviso in due semestri, intervallati da 2-3 settimane di vacanze natalizie, e termina tra fine maggio e inizio giugno.LA FAMIGLIALe famiglie ospitanti possono essere di lingua russa o lettone e sono spesso molto numerose; talvolta nonni, figli e nipoti vivono sotto lo stesso tetto. Ciò permette di mantenere vive le tradizioni e spiega il grande rispetto nutrito per gli anziani all’interno di questa cultura.
Nonostante le famiglie allargate, gli appartamenti hanno generalmente dimensioni medie e non è raro che gli studenti stranieri condividano la loro stanza con i fratelli o le sorelle ospitanti.
Un importante momento di socializzazione all’interno della famiglia è rappresentato dai pasti che, secondo la tradizione culturale, insieme al tè sono la massima espressione della proverbiale ospitalità lettone.
La dieta base del Paese è molto simile a quella dei paesi scandinavi e russi, con prevalenza di carne e patate. Oltre a potersi cimentare nei conosciuti canti corali e nelle danze folcloristiche lettoni, i ragazzi hanno l’opportunità di partecipare a varie e numerose attività extrascolastiche.
Anche se inizialmente i coetanei lettoni possono sembrare timidi, con un po’ di iniziativa da parte dei partecipanti i giovani si dimostrano aperti, socievoli e curiosi e fare amicizia con loro diventa molto semplice.
Non è possibile trovare famiglie disposte a ospitare studenti fumatori e con forti allergie.
Il paese

Clima

Il clima lettone è di tipo continentale umido. Gli inverni sono piuttosto freddi, la temperatura media è di -5° C, ma nei giorni più freddi può scendere di molto sotto lo zero. Le estati sono calde e umide, con una temperatura media di 18°C che tocca i 30°C nei giorni più caldi; le precipitazioni sono abbondanti in autunno.

Religione

La grande maggioranza della popolazione è di religione cristiana, con una prevalenza di Luterani (oltre 556.000), seguiti dai cattolici (circa 430.000) e di Ortodossi orientali (circa 350.000). Un'altra religione è quella Dievturi (che in inglese viene chiamata "Godkeepers") che ha radici storiche basate sulla mitologia del periodo pre-cristiano. In Lettonia, c'è anche una comunità ebraica, residua al periodo sovietico.

Lingua

La lingua ufficiale è il lettone, che, come il lituano e l'antico prussiano (quest'ultimo ormai una lingua morta) appartiene al gruppo baltico della famiglia delle lingue indoeuropee. Il russo, oltre ad essere la lingua di minoranza più diffusa, è parlato o capito da quasi tutta la popolazione non russa. Sono largamente diffusi anche l’inglese (soprattutto fra i giovani) e, in misura minore, il tedesco.
  • Prossimo paese

    Bolivia

    Se dovessimo trovare una perfetta sintesi di ciò che era ed è l’America Latina, sicuramente la Bolivia ci andrebbe molto vicino. Il “Tibet del Sud America” è un ponte naturale che unisce la regione delle Ande a quella amazzonica e del bacino del Rio de la Plata.

  • Prossimo paese

    Messico

    170.000 chilometri quadrati di “Aree Naturali Protette” in un Paese chiamato “ombelico della Luna”, che in trentamila anni ha visto convivere e alternarsi numerose civiltà millenarie, dagli Olmechi ai Maya agli Aztechi.

  • Prossimo paese

    Portogallo

    Ancor prima di arrivare a destinazione, sono in molti a provare un senso di quella che in Portogallo chiamano saudade, indescrivibile e intraducibile in altre lingue. Un sentimento cantato spesso da Amàlia Rodrigues, la più conosciuta interprete del fado, la musica dell’anima portoghese.

  • Prossimo paese

    Repubblica Dominicana

    “Dios, Patria, Libertad”: sono queste le parole ricamate sulla sua bandiera, in cui la croce bianca sui rettangoli rossi e blu ricorda ai cittadini che gli ideali di pace e unione devono prevalere tra tutti.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here