Il paese
La Slovenia è una delle nazioni con la più grande diversità biotica al mondo ed è anche il terzo Paese più boscoso d'Europa: metà della sua superficie è ricoperta da foreste
 
Personaggi
L'aspetto architettonico della capitale slovena fu decisamente segnato dal famoso architetto sloveno, Jože Plečnik.Il suo influsso fu talmente importante che la città da molti è semplicemente considerata la Lubiana del Plečnik
 
Cucina
La Slovenia propone numerosi e interessanti festival culinari, come la domenica delle castagne o la giornata dei fagioli. Si spiega così l’origine del proverbio sloveno, secondo cui: “l'amore passa per lo stomaco”!
 
Lo sapevi che...
Ogni anno oltre 30.000 maturandi ballano la tradizionale quadriglia per le vie delle città, un vero record mondiale!

Slovenia

La vetta del Monte Triglav (“tricorno”) al centro dello stemma nazionale sovrasta la Slovenia dai suoi quasi 2.900 metri. In questa zona dell’Europa centro-meridionale, in un’area poco più piccola della Lombardia, confluiscono quattro grandi regioni geografiche.

Lingua

Sloveno

 

Popolazione

2.0 milioni

 

Fuso orario

0 ore

 
Le Alpi incontrano la catena dinarica mentre la pianura pannonica si esaurisce sulle coste del Mar Mediterraneo. Lubiana è la sua capitale e il suo centro culturale per eccellenza: fu fondata all’epoca dei Romani e ora ospita oltre 50.000 studenti universitari, che la rendono una città giovane e vivace. Nel 2004 è entrata nell’Unione Europea e la sua vicinanza con il nostro Paese fa sì che in numerose scuole slovene si insegni l’italiano.AFS Slovenia: il programma trimestraleIntercultura in Slovenia dà la possibilità di frequentare una scuola superiore ed essere ospitati presso una famiglia locale per un periodo di tre mesi. Questo programma prevede che le famiglie dei candidati si impegnino ad ospitare uno studente straniero nello stesso periodo del soggiorno all’estero dei propri figli.
Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Trimestrale 01/09/2002 31/07/2004 a metà agosto 2020 a dicembre 2020
LE ATTIVITÀ
Il programma rientra nel progetto PEACE (acronimo di Peace in Europe and Asia through global Citizenship Education) coordinato dall’EFIL (European Federation of Intercultural Learning, federazione delle principali organizzazioni AFS europee e mediterranee) che prevede attività di approfondimento e confronto sul tema dell’Educazione alla cittadinanza globale, con iniziative diverse a seconda del Paese. Poco dopo l’arrivo, AFS Slovenia organizza un incontro per accogliere i ragazzi e dare loro alcune indicazioni sulla cultura e sulle usanze slovene. Tutti i ragazzi si incontreranno anche a fine programma insieme agli altri studenti e ai volontari per riflettere sull’esperienza trascorsa e soprattutto per prepararsi al meglio per il viaggio a Bruxelles.
Negli ultimi giorni del trimestre, infatti, è previsto che i 200 ragazzi che partecipano a questo programma in circa 20 Stati europei si ritrovino nella “Capitale d’Europa”, dove visitano il Parlamento Europeo e i principali luoghi d’interesse, prendendo parte ad attività in lingua inglese e riflettendo insieme sull’esperienza vissuta, sull’apprendimento interculturale e sulla Cittadinanza globale.
Durante tutto il periodo, le scuole e i Centri locali potrebbero organizzare ulteriori attività facoltative come escursioni, gite e visite culturali, il cui costo può essere a carico del partecipante.LA SCUOLASecondo gli ultimi dati OCSE, il sistema scolastico sloveno è uno dei migliori dell’Unione Europea e non sfigura affatto a livello mondiale. L’educazione secondaria qui si divide in due macroaree: una di tipo generale e l’altra di tipo tecnico/professionale.
I quattro anni di liceo classico, scientifico, economico o artistico forniscono agli studenti una preparazione generale all’università, che si conclude con l’equivalente del nostro esame di maturità, necessario per accedere ai corsi di laurea o alle scuole tecniche superiori. Per i ragazzi è consigliato arrivare con una buona base di inglese.VITA IN SLOVENIALa società slovena è in continua evoluzione ma la famiglia rimane al centro della struttura su cui si organizza l’intera società: nonostante sempre più persone si spostino per studio o per lavoro verso i maggiori centri urbani, le famiglie rimangono molto unite e può capitare che più generazioni vivano sotto lo stesso tetto.
La casa e il senso civico sono molto importanti e questo è palpabile nella vita di tutti i giorni: quando non si lavora si dedica una buona quantità di tempo alla cura della casa e degli spazi esterni, e i luoghi pubblici, le strade e i centri urbani sono sempre puliti e particolarmente ordinati.
I pasti sono una parte importante della vita familiare e sociale: un tipico passatempo degli sloveni consiste nel godersi semplicemente uno spuntino o un caffè al bar con gli amici.
Cosa mangiano gli sloveni? Ogni regione ha le sue specialità ma in generale si può dire che i piatti tradizionali sono basati su ingredienti comuni come la farina, il grano saraceno, l’orzo, così come le patate e il cavolo.
In Slovenia le famiglie sono fortemente contrarie al fumo, soprattutto se in casa. Se per i ragazzi vegetariani non è difficile trovare una famiglia ospitante, le difficoltà aumentano per gli studenti con restrizioni alimentari forti (vegani, allergici ai prodotti lattieri…).
Il paese

Religione

Le confessioni religiose sono così suddivise: Cattolici, 57,8%; Musulmani, 2,4%; Ortodossi, 2,3%; non dichiarata, 15,7%; Atei e Agnostici, 10,1%; sconosciuta 7,1%

Clima

Il clima è submediterraneo sulla costa, alpino sulle montagne e continentale con estati calde (spesso mitigate dall'altitudine) e inverni freddi negli altopiani e nelle valli orientali. La temperatura media annua sul litorale adriatico (Portorož) è di 13,8°C, con una media del mese più freddo, gennaio, di 4,9°C e del mese più caldo, luglio, di 23,3°C. Le precipitazioni sono variabili, con valori di circa 1.000 millimetri sulla costa, 800mm nel sud-est e 1.400mm nella Slovenia centrale. Lungo l'arco alpino possono raggiungere anche i 3.500 mm.

Lingua

La lingua ufficiale su tutto il territorio è lo sloveno. Ad essa si affianca l'italiano nei tre comuni litoranei (Capodistria, Isola d’Istria e Pirano) e l'ungherese in tre comuni del Prekmurje (Dobrovnik, Hodos e Lendava). Il tedesco e l’inglese sono lingue molto conosciute.
  • Prossimo paese

    Repubblica Slovacca

    Centottanta fortezze e quasi cinquecento ville hanno portato la Slovacchia a essere soprannominata “Paese dei Castelli”. A Bratislava, la sua piccola e vivace capitale, sorge il simbolo della nazione, Bratislavsk hrad, appunto l’antico castello della città.

  • Prossimo paese

    Egitto

    Si dice che l’Egitto sia la culla della storia dell’umanità e che tutti i popoli siano bambini di fronte ad esso.

  • Prossimo paese

    Cile

    Una lunga striscia che percorre metà America latina, mai abbandonata dalla Cordigliera delle Ande, dal Deserto di Atacama nel nord fino alla Terra del Fuego nell’estremo sud. Un Paese in rapida crescita economica, con la migliore speranza di vita del Sud America.

  • Prossimo paese

    Repubblica Dominicana

    “Dios, Patria, Libertad”: sono queste le parole ricamate sulla sua bandiera, in cui la croce bianca sui rettangoli rossi e blu ricorda ai cittadini che gli ideali di pace e unione devono prevalere tra tutti.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here