"Cosa sono gli Stereotipi e i Pregiudizi": una lezione speciale di educazione civica

Oscar Caiazza

Presidente del Centro locale di Intercultura di Salerno

La primavera interculturale è decisamente sbocciata: i volontari di Intercultura hanno realizzato nelle scuole di tutta Italia, moltissime attività di educazione interculturale ed educazione civica, prevalentemente nella forma di laboratori di didattica a distanza rivolti alle classi di ogni ordine e grado, ma anche realizzando iniziative più ampie a seconda delle richieste.

In occasione della "Settimana Civica di aprile 2021", i volontari di Intercultura hanno organizzato presso l'Istituto Omnicomprensivo Statale IC - IPSS Polla il Laboratorio "Cosa sono gli Stereotipi e i Pregiudizi" per gli studenti dei primi tre anni di questo Istituto Professionale per i servizi sociali, svolto in collaborazione con la prof.ssa Emma Conte, docente e volontaria di Intercultura e la prof.ssa Teresa Amodeo, referente per l'Educazione Civica della scuola.


A raccontare queste esperienze, Oscar Caiazza, Presidente del Centro locale di intercultura di Salerno e co-conduttore dell'attività, in collegamento da remoto.


Attività "Cosa sono gli Stereotipi e i Pregiudizi"

Ad aprile, abbiamo fatto un'attività molto appagante: poter essere circondati da studenti incuriositi, attenti e pronti a fare mille domande è sempre un'incredibile emozione che riempie il cuore e l'anima grazie all'energia e all'allegria che i ragazzi trasmettono in tutto ciò che fanno.

Quando la prof.ssa Emma Conte mi ha proposto di farle da "spalla" nella conduzione dell'attività "Cosa sono gli Stereotipi e i Pregiudizi", da inserire all'interno del progetto "Settimana Civica" - organizzato dalla sua scuola per l'Educazione Civica nelle scuole superiori di II grado come insegnamento trasversale - ne sono stato molto entusiasta ma anche molto intimorito. A causa dell'emergenza sanitaria non interagivo con una classe da molto tempo e questo mi ha messo in agitazione!

Entrambi abbiamo accettato con la consapevolezza che l'attività sarebbe stata un'ottima iniziativa per sensibilizzare gli studenti a una cittadinanza responsabile per abbattere stereotipi e pregiudizi ed evitare discriminazioni molto spesso presenti e accentuate nelle scuole.

La prof.ssa Conte ha curato in ogni particolare l'attività, dalle slide alle attività di ice breaking, adattandola in modo da poter essere presentata online e rendendola un'esperienza leggera, piacevole e gioiosa.

Il giorno dell'incontro, lei era in classe, "in presenza" mentre io ero in collegmaneto da casa. La mia emozione era palpabile, incontrare gli studenti è sempre una gioia immensa per un volontario di Intercultura. Queste attività ci permettono di realizzare il nostro progetto educativo e di darci la carica per svolgere la nostra "missione" sul territorio con studenti, famiglie ed insegnanti.
  • Laboratorio scuola Salerno 2021

"Cosa sono gli Stereotipi e i Pregiudizi": le riflessioni degli studenti

All'attività hanno partecipato la prima, la seconda e la terza dell'Istituto Professionale per i servizi sociali e, nell'ora e mezza di attività, si sentiva un'aria molto gioviale e partecipativa, con tante domande degli studenti.

Il laboratorio non si è concluso in un giorno ma in due. Abbiamo chiesto agli studenti di riflettere su quanto discusso per poi incontrarli nuovamente per ascoltare ciò che avevano imparato e le riflessioni su un possibile cambio di atteggimaneto verso un loro compagno di banco, un amico o uno sconosciuto.

Dopo aver osservato i risultati e i feedback ricevuti, sentito l'allegria nei loro commenti e visto il sorriso negli occhi dei ragazzi (nonostante le mascherine!), mi sono reso conto che il timore che avevo avuto qualche giorno prima dell'inizio dell'attività era svanito, mentre pian piano veniva fuori la soddisfazione e il piacere di aver svolto con passione e premura gli obiettivi che ci eravamo prefissati di raggiungere.


Ulteriore elemento di soddisfazione è stata la rilfessione ricevuta dalla prof.ssa Teresa Amodeo: "L’intercultura si configura come una “mentalità” nuova, dialogica e aperta all’incontro, che si “destruttura” rispetto ai propri pregiudizi e che nasce attraverso lo “spazio” dell’incontro. In quest’ottica plurale si sono svolti i laboratori di Intercultura.

Gli alunni hanno mostrato interesse per le attività proposte in quanto conoscere le differenze culturali rappresenta un momento di crescita autentica in un mondo sempre più globalizzato ed interconnesso. Sensibilizzare alla differenza, al dovere civico e morale di solidarietà e rispetto tra i popoli è un compito educativo e formativo trasversale a tutte le discipline per insegnare alle nuove generazioni che la diversità è fonte di arricchimento, sempre! Ciò non significa non preservare la propria identità culturale, linguistica e storica ma tutt’altro, significa includere le differenze culturali, per favorire un processo di formazione multiculturale che si costruisce quotidianamente e lentamente tra i banchi di scuola. Le tematiche inerenti l’interculturalità e i Diritti Umani rientrano tra le attività inserite nel curriculum dell’Educazione Civica dell’Istituto Omnicomprensivo di Polla."


Il "ritorno" tra i banchi di scuola non poteva essere più gratificante!

Oscar Caiazza

Presidente del Centro locale di Intercultura di Salerno

  • Prossima Storia

    "Cittadini dello stesso Pianeta": un laboratorio didattico con i volontari di Benevento

    Animare con giovani volontari il laboratorio ‘Cittadini dello stesso Pianeta’ è stato come una bella giornata di sole primaverile. Una soleggiata mattina primaverile di aprile, con i volontari del nostro Centro locale di...

    Federica Aiello

    Volontaria dele Centro locale di Benevento

  • Prossima Storia

    C'è tanto da imparare dalla Turchia!

    Riportiamo le testimonianze di un gruppo di studenti dell'IIS "A. Ruiz" di Augusta (SR) che hanno partecipato a uno scambio di classe con la Turchia, nella città di Adana. "E' inutile dire che è stata una vacanza senza eguali....

    Studenti dell'IIS "A. Ruiz" di Augusta (SR)

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Turchia

  • Prossima Storia

    Destinazione: Novi Bečej!

    Riportiamo di seguito il video di un ragazzo del liceo "Tito Lucrezio Caro" di Sarno (SA) nell'ambito del progetto di scambio di classe tra la sua scuola e il liceo di Novi Bečej, una cittadina serba.

    Studenti del liceo "Tito Lucrezio Caro" di Sarno (SA)

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Serbia

  • Prossima Storia

    EUROPEAMUS

    La festa dell’Europa è ormai una lunga tradizione nella scuola, ma il 9 maggio 2014 ha acquistato un sapore nuovo e più emozionante per il debutto “in società ” della RETE PROMOSSI del Lazio in cui alcune...

    Flavia

    Volontaria del Centro Locale di Roma Nord

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here