A lezione di “formazione per il lavoro”

Stefania

Da Verona in Messico per un anno

Oramai è già passato un mese da quando ho iniziato a frequentare la mia scuola qui, in Messico, in una cittadina chiamata Coatepec.Il primo giorno di scuola credevo sarebbe stato imbarazzante e almeno un migliaio di volte mi ero immaginata quel momento. Invece, tutto è stato molto naturale, quasi fossi sempre appartenuta a quel luogo. I compagni mi hanno accolto calorosamente, chiedendomi tantissime cose sulla mia cultura e sulla lingua italiana e offrendosi di spiegarmi le più disparate tradizioni del luogo, cosa che mi è stata facile da comprendere perché già prima di partire conoscevo lo spagnolo. Inoltre, poco dopo l'inizio della prima ora è arrivato in classe un altro ragazzo italiano, conosciuto nel campo pre-partenza a Roma, cosa che mi ha rassicurato e rallegrato.
Le differenze con il sistema scolastico italiano sono molte, ad esempio i compiti valgono molto e coprono quasi la metà della valutazione finale. Inoltre, nel quinto (ovvero penultimo) semestre si sceglie un'area di interesse in tre materie la classe si divide a seconda dell’area scelta.
I compagni mi hanno accolto calorosamente, chiedendomi tantissime cose sulla mia cultura e sulla lingua italiana e offrendosi di spiegarmi le più disparate tradizioni del luogo

Le materie che studio qui sono completamente differenti da quelle italiane. Per esempio, ho iniziato a imparare il greco e il latino, cosa che in Italia non ho mai fatto. Inoltre, nella materia chiamata "formazione per il lavoro", che potrebbe corrispondere alla materia italiana di arte, facciamo molti progetti e attività creative, come la realizzazione di un tappeto di segatura colorata fatto in occasione della festa del patrono della città.
Anche la struttura del'istituto è diversa. Per esempio, nel mio colegio (di formazione cattolica) ci sono la primaria, la secondaria e le superiori. Inoltre, in classe non ci sono banchi e sedie come in Italia, ma semplici sedie con una tavoletta sul bracciolo.
I professori si fanno chiamare per nome e con loro il rapporto è più informale che in Italia, però non manca mai il rispetto. Anche tra compagni solitamente c’è complicità, forse per il carattere allegro e molto socievole dei messicani. Grazie a loro non ho sentito la difficoltà nell'integrarmi in questo nuovo contesto e mi fanno sempre sentire parte della classe, come se fossi una di loro.
Grazie ai miei compagni non ho sentito la difficoltà nell'integrarmi e mi fanno sempre sentire parte della classe, come se fossi una di loro.

Stefania

Da Verona in Messico per un anno

  • Prossima Storia

    I danesi come le noci di cocco

    Quando intercultura mi ha comunicato di essere risultata vincitrice di un programma annuale in Danimarca ero felicissima perchè la Scandinavia era proprio la meta desiderata. Smaltita l’eccitazione delle prime settimane, ho cominciato...

    Ines

    Da Milano in Danimarca per un anno

  • Prossima Storia

    La mia seconda casa

    Ho sempre delle difficoltà a scrivere una storia riguardo alla mia esperienza qui ad Hong Kong: troppi fatti da raccontare, troppi bei posti da descrivere e soprattutto troppi pensieri in testa. Vorrei avere una videocamera che registrasse...

    Camilla

    Da Torino ad Hong Kong per un anno

  • Prossima Storia

    Malesia: una terra, tre (e più) religioni

    Il Ganesha Chaturti è una festa induista che si celebra ad agosto o settembre, in base al calendario lunare indù. La festività è dedicata al dio Ganesha, uno dei più venerati e durate la giornata si svolgono...

    Daniele

    Da Savona in Malesia per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio splendido anno in Lettonia

    Ciao a tutti! Mi chiamo Aurora, in questa foto ero ad un'escursione con AFS Lettonia in una delle tre regioni di questo Paese, dove abbiamo visitato uno zoo. Lo so che sembra strano, ma sì, in Lettonia vivono i lama e i cammelli anche...

    Aurora

    Da Carbonia-Iglesias in Lettonia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here