Amoureuse de ma vie française

Arianna

Da Ivrea in Francia per un anno

186 giorni fa ho iniziato un viaggio alla scoperta della Francia, di una nuova gente, di un nuovo contesto e di me stessa. Sei mesi fa alla stazione di Torino ho detto ‘arrivederci’ alla mia famiglia, ai miei amici, al mio paese, alla mia casa, alla mia vita...e mi sono lanciata in questa folle avventura!
Il paese in cui sono arrivata é ricco di storia, arte, cultura, paesaggi, tradizioni, feste ed é diventato il mio secondo paese. Le vie sono pulite, i treni in orario e ogni piu’ piccolo edificio o forma d’arte é valorizzata; si sente che i francesi sono orgogliosi del loro paese e lo mettono in valore.

Sono una popolazione unita e dinamica, tengono ai loro diritti e di questo ne ho avuto dimostrazione soprattutto nei giorni a seguire l’attentato a Charlie Hebdo. Si sono sentiti colpiti nell’importanza della libertà d’espressione, della democrazia francese e di cio’ che essa rappresenta in tutto il mondo. Sono stata emozionata e grata di aver partecipato a una delle numerose marce dell’11 gennaio, i francesi lo hanno vissuto come un evento storico, un’importante occasione per mostrarsi pronti a combattere per i propri diritti e io con loro, in quel giorno mi sono sentita davvero francese.

La mia integrazione in Francia é stata un processo abbastanza lungo e impegnativo, a primo impatto e in apparenza i francesi mi sono sembrati un po’ freddi, distanti, disinteressati, un po’ piu’ "nordici"... C'è stato bisogno di tempo per riuscire ad entrarci in confidenza, soprattutto con i miei coetanei. Ma ad un certo punto, senza neanche sapere esattamente come, ci sono riuscita. Forse mi ero creata una visione distorta nei loro confronti o forse conoscendoli ho trovato il giusto approccio. Fatto sta che se sorridi, riceverai un sorriso in cambio... Come per tutte le cose dare per ricevere! Piano a piano ho approfondito i rapporti con le persone attorno a me: la famiglia, i compagni di scuola, gli abitanti del mio paesino e ho scoperto un popolo aperto agli altri, accogliente, alla mano, ironico, divertente!

Alcuni scatti dalla vita di Arianna in Francia

Tra circa quattro mesi salirò su un aereo e tornerò nella bella Italia. Per il momento però la voglia di partire si riduce sempre più, non mi sento pronta ad abbandonare questa preziosa rete di amicizie che sto costruendo e fortificando ogni giorno, amicizie francesi e straniere.

Gli altri exchange students che ho conosciuto in questi mesi si sono rivelati fonte di confronto, stimolo ad andare avanti e assaporare ogni momento; parlando con loro ho scoperto come pur venendo da paesi e culture distanti tra loro, sentiamo tutti le stesse cose: le stesse preoccupazioni, la stessa pazza euforia per semplici cose, la mancanza del proprio paese e l’impazienza di scoprire il mondo!
La mia vita é qui e adesso, mi sento nuova e ricca di cose belle come se ogni giorni prendessi un’enorme boccata di energia e positività. In questo momento posso dire si sentirmi francese al 100%, amo questa lingua musicale, il mio liceo, sentirmi parte della mia nuova famiglia, la mia camera in legno, il cibo sempre troppo ricco di burro e panna da cucina, la primavera che é alle porte, passeggiare per le viuzze del mio paesino, essere italiana e francese allo stesso tempo, la sensazione di aver finalmente trovato il mio posto, j’aime ma nouvelle vie!

Arianna

Da Ivrea in Francia per un anno

  • Prossima Storia

    La parte sommersa dell'iceberg

    Mi chiamo Andrea, ho 17 anni e vengo dalla provincia di Bari dove studio informatica. Ma ora vivo e studio in Brasile. Abito in una città per me grande, considerata dai brasiliani piccola, ma importante.Da ormai 9 mesi vivo lontano da...

    Andrea

    da Bari in Brasile per un anno

  • Prossima Storia

    Non un solo giorno sprecato

    Quando mi chiedono perché io abbia scelto la Turchia, dico che è stata lei a scegliere me. Fondamentalmente, non credevo in nessuno dei dieci paesi che ho scritto. Il mio obiettivo era il mondo e avrei accettato ogni luogo come...

    Gaia

    Da Napoli in Turchia per un anno

  • Prossima Storia

    Grazie al Paraguay sono cresciuto!

    C'è un momento durante il periodo dell'adolescenza, un momento preciso, che tutto ciò che hai avuto e che hai, ti sta stretto. Scopri di aver bisogno di aria nuova, di posti nuovi, di persone nuove. Allora è così,...

    Michelangelo

    dal Centro locale di Carbonia-Iglesias al Paraguay

  • Prossima Storia

    L’allegria di Panama

    Dico sempre che ho scelto Panama semplicemente perché è un Paese del quale non sapevo neanche l'esistenza.Ci sono però anche altre cose come la cultura caraibica e la voglia di andare in America Latina che mi hanno spinto...

    Simone

    Da Biella a Panama per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here