Da genitore a volontaria

Claudia

Volontaria del Centro Locale di Grosseto

Mi chiamo Claudia e sono una volontaria di Intercultura. Mia figlia Virginia ha vinto una borsa di studio sponsorizzata da Intesa Sanpaolo e a 15 anni è partita per un programma annuale ad Hong Kong.

Lo desiderava con tutto il cuore e con tutta l’anima e da anni attendeva con impazienza di raggiungere i fatidici 14 anni per poter partecipare al concorso. Noi eravamo preparati all’idea, conoscendola non ci saremmo mai sognati di dirle di non andare.

Ricordo la mattina in cui è arrivata la mail, io scoppiai a piangere e ridere allo stesso tempo, ero così felice per lei! Poi le mandai un messaggio a scuola: “vai ad Hong Kong per un anno, ce l’hai fatta!”, e lei che mi risponde: “Come?…cosa?…no dai…mamma…davvero?…sei sicura?…scherzi?”.Il 16 agosto partì, e mi sembrava naturale diventare volontaria di Intercultura ed è qui che, inaspettatamente, di viaggio ne iniziò uno anche per me! Pensavo di non dover imparare granché, di essere già abbastanza interculturale per conto mio, avendo avuto la fortuna di fare tante esperienze, anche all’estero. Mi ritenevo una persona con orizzonti piuttosto ampi, e invece scoprì che questa mia apertura si, certo, c’era, ma era un qualcosa di personale, che riguardava soltanto me, o comunque la mia famiglia.

Essere volontari Intercultura, pur restandosene a casa propria, significa invece diventare orgogliosamente parte di un progetto globale di fratellanza, condivisione, crescita, cambiamento.

Mi ha arricchita profondamente: essere a contatto con ragazzi fantastici, coraggiosi e motivati, che ci danno davvero la speranza di un mondo migliore, e con adulti che scelgono di dedicare il proprio tempo, e ne abbiamo sempre poco, ad aiutare i nostri giovani ed i giovani di tutto il mondo a spostarsi, conoscersi, mescolarsi, capirsi, accettarsi, volersi bene, e mille altre cose ancora!

Mi sono ritrovata in un ambiente positivo, e non ce ne sono molti, mosso da valori sani e da speranze, utopistiche quanto volete, ma di certo positive.
“Perché fai la volontaria Intercultura?”, mi chiedono “…no, io non ho tempo, ne ho da fare mille!”, rispondo “anch’io ho da fare, ho una famiglia, due figlie, anzi tre, perché quest’anno avremo anche una sorella cinese, ma nel tempo libero voglio fare qualcosa che abbia un significato, che serva!”.Lo faccio perché credo in questo progetto educativo, perché credo che i nostri ragazzi possano fare grandi cose e voglio dare il mio piccolo contributo affinché anche uno solo di loro possa realizzare il suo sogno. Consiglio a tutti voi quest’esperienza, credetemi, sono veramente “Incontri che cambiano il mondo”."

Claudia

Volontaria del Centro Locale di Grosseto

  • Prossima Storia

    Una storia iniziata per caso

    “Dovrai ospitare un ragazzo per una settimana al mio posto, io ho un Congresso proprio in quei giorni”Così Enza, la mia amica, mi ha catapultato in questa avventura che va avanti da undici anni. Dall’oggi al domani...

    Francesca

    Volontaria del centro locale di Sassari

  • Prossima Storia

    Il verbo del volontario

    Di ritorno da un intero pomeriggio passato districandomi tra ritiro fascicoli, ragazzi ansiosi e genitori desiderosi di risposte, mi ritrovo a barcollare con la borsa piena di fogli, post-it, memorandum, penne e fotografie fino a raggiungere...

    Edoardo

    Responsabile sviluppo e formazione del Centro locale di Roma Est

  • Prossima Storia

    Alcune cose non hanno prezzo ma solo valore

    Ho conosciuto il mondo di Intercultura grazie a mia madre, insegnante di Inglese, che faceva le lezioni di Italiano agli studenti stranieri del centro locale di Catania.La mia esperienza è iniziata da fratello ospitante di un ragazzo...

    Ennio

    Volontario del centro locale di Catania

  • Prossima Storia

    Professione: volontaria di Intercultura

    E’ trascorso più di mezzo secolo dal giorno della partenza per quella che sarebbe stata l’avventura più significativa della mia vita. Non sapevo, allora, che cosa mi avrebbe portato in seguito. Quale professione? Sono...

    Anna

    Con Intercultura nel 1962/63 e volontaria del Centro locale di Como

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here