Il mio primo giorno di scuola in Australia

Beatrice

Da Asti in Australia per due mesi

Il mio primo giorno di scuola in Australia è stato indimenticabile.Il giorno precedente avevo fatto un rapido giro dell'edificio con gli altri studenti stranieri, o forse sarebbe più corretto dire "degli edifici", dato che la scuola è composta da ben 4 strutture con le diverse aule. Ad ogni aula corrisponde una diversa materia, e ciascuna è attrezzata con tutte le attrezzature necessarie: laboratori di scienze, chimica, matematica ma anche cucina, lavorazione del legno, musica...Inutile dire che perdersi e' più che facile! Ed è esattamente quello che ho fatto per la prima settimana. Ero infatti completamente abbandonata a me stessa, ma per fortuna ho presto trovato chi mi potesse aiutare.
Qui ci sono lavagne multimediali e computer in tutte le classiNessuno dei miei fratelli o sorelle viene a scuola con me e non conoscevo nessuno. Sono solo stata accompagnata alla prima aula in cui mi sono trovata con gente che non conoscevo e che parlava una lingua diversa dalla mia. La prima lezione è stata PE, che sarebbe educazione fisica, in cui si trattano argomenti sulla salute fisica e mentale. Il professore parlava e si aiutava tramite diapositive proiettate sulla lim (qui infatti ci sono lavagne multimediali e computer in tutte le classi). Io non capivo molto cosi mi limitavo a guardarmi attorno confusa. Ero entrata alla seconda ora quindi alla fine del periodo iniziò la prima pausa, che dura ben 30 minuti. Io non lo sapevo, ma per fortuna i miei nuovi compagni di classe non si sono lasciati scappare l'occasione di conoscermi meglio e di fare conversazione con me. Ho passato quindi quel tempo cercando di dare risposte sensate ai miei nuovi amici. Capendo che ero abbastanza disorientata si sono poi offerti di accompagnarmi al periodo successivo. Loro non avrebbero però fatto lezione con me.
Ci sono delle materie obbligatorie e altre che sono chiamate "elective", scelte cioè per interesse personale
Nella scuola australiana si può infatti scegliere alcune materie e ogni lezione cambi compagni. Io sono nel decimo anno quindi ho alcune materie obbligatorie e posso sceglierne solo 2. Io ho scelto musica e sport. Queste materie sono chiamate "elective", sono cioè materie che ti piacciono e che scegli per interesse personale. All'undicesimo anno invece puoi scegliere tutte le materie. Io frequento biologia e matematica con l'undicesimo e sono lezioni davvero interessanti e divertenti.

Il rapporto con i professori è completamente diverso. Non c'è bisogno di dare del "lei" e sono sempre disponibili ad aiutare e a lasciare 10 minuti alla fine della lezione per fare domande di ogni tipo agli studenti impegnati nel programma di scambio.

Anche le persone hanno comportamenti davvero diversi. Sono tutti molto aperti e disponibili ad aiutarti e a guidarti nella classe se ti vedono un po’ spaesata.

Non sono mai rimasta da sola per più di 5 minuti perché appena i miei compagni mi vedevano un pò isolata correvano per tenermi compagnia, farmi domande o semplicemente chiedermi il nome e come mi trovavo.

Posso dire che amo tutto di questa scuola e che il primo giorno resterà per sempre nel mio cuore!

Beatrice

Da Asti in Australia per due mesi

  • Prossima Storia

    Tutti per il diverso, il diverso per tutti

    In Italia, abbiamo occhi davvero speciali. Dico speciali perché sono capaci di individuare tutto ciò che è diverso (che poi, riflettendoci, cosa è normale?) a chilometri di distanza. E non solo! Sembra che ci sia...

    Giulia

    Da Siracusa in Canada per un anno

  • Prossima Storia

    La scuola in Honduras

    Ciao, sono Giulia, mi trovo in Honduras da circa due settimane e ho iniziato la scuola proprio il giorno dopo il mio arrivo in famiglia, dunque sono già dieci giorni effettivi che frequento le lezioni. Vivo in una città chiamata...

    Giulia

    Da Bergamo in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    Travel and the world will become your home

    La mia scelta di concorrere per un’esperienza annuale negli Stati Uniti è stata pressoché istintiva. Sono partito senza alcuna idea di quello che avrei trovato, proprio perché gli Stati Uniti sono veramente grandi,...

    Riccardo

    Da Perugia negli Stati Uniti per un anno

  • Prossima Storia

    La mia affascinante estate giapponese

    Durante l'estate 2017, dal 28 giugno al 31 luglio, ho trascorso un mese in Giappone grazie ad una borsa di studio di Intercultura offerta da Confindustria Lecco e Sondrio. Partiti da Roma, dopo un viaggio di ben 15 ore, siamo arrivati all'aeroporto...

    Anna

    Da Sondrio in Giappone per un'estate

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here