Il mondo sono io!

Maria Gabriella

da Nuoro in Colombia per un anno

Ciao, mi chiamo Maria Gabriella. Per l'Italia "Mary", per la Colombia "Gaby".
Ancora oggi mi sembra impossibile di stare in questo magnifico paese, la veritá è che quando ho saputo di essere stata presa per la Colombia come riserva neanche mi ricordavo di averla messa nella lista, però piano piano me ne sono innamorata.

Dai, stiamo parlando dell'America latina! Voi come ve la immaginate? Tutti scuri di pelle, che parlano spagnolo, che sono sempre in festa e che ballano di tutto, che appena ti vedono ti abbracciano e che prendono subito confidenza perché sono molto calorosi? Io me la immaginavo cosí!

Peró in verità è molto di più. Innanzitutto dipende da persona a persona, non è mai giusto generalizzare e ovviamente dipende anche da te, da come vedi le cose.

Quando dicevo alle persone che dovevo partire per la Colombia mi guardavano con occhi strani e mi dicevano di stare attenta, di non andare in questi posti che erano pericolosi, per i vari problemi che ha avuto la Colombia nel corso della storia. Ma stiamo parlando di molti anni fa, e se vogliamo dirla tutta, la Colombia è un paese che principalmente produce e non consuma; poi mi sembra che ormai di tutto il mondo si possono raccontare certe storie.

Anche in Colombia infatti ci sono problemi economici, peró se manca il lavoro,loro se lo cercano, che sia anche solo vendere cibo per strada.
Sicuramente c'è una certa differenza nello stile di vita, rispetto all'Europa e all'Italia, qui è più evidente la povertá. Loro sanno qual'è stata la loro situazione e sanno che hanno molti pregiudizi, per questo motivo cercano sempre di sorridere e di essere accoglienti.
Un mio professore, colombiano, mi dice sempre che un problema è qualcosa che non si puó risolvere, tutto il resto lo possiamo chiamare semplicemente difficoltá.
I colombiani vanno fieri della loro terra e te ne parlano come se fosse il meglio del meglio; mi hanno insegnato tanto, io li vedo sempre allegri, ringrazio tanto i miei compagni di classe perché senza di loro le mie giornate sarebbero stressanti ... Se arrivo a scuola triste, in 10 minuti sto già ridendo, mi fanno stare bene, mi tranquillizzano e questo con il solo vederli ridere o parlare.

Qui ho incontrato dei veri amici! E una famiglia fantastica!
All' inizio non capivo e mi infastidiva tantissimo che alle 6 del mattino fossero cosí attivi, com'è possibile?! Quando mai alle 5 del mattino si ascolta musica? Vogliamo parlare della musica alle 9-10 di sera a tutto volume, in clima di festa quotidiana? Qui i vicini non ti dicono niente, sono loro stessi che la mettono.

Insomma tutte queste cose all'inizio mi infastidivano peró poi ho iniziato ad apprezzarle e ora non so come farei a vivere senza, è la loro cultura, e ormai è anche la mia.
Un altra cosa bella della Colombia è che non c'è bisogno si aspettare le varie stagioni per il freddo o il caldo, semplicemente basta spostarsi di zona. I paesaggi? Non l'avrei mai detto, ma la Colombia ha dei posti incredibili!

La Colombia è cibo (questo è un altro argomento molto amplio), tanta frutta e verdura, è folclore, è musica, è colori, è allegria, è tranquillitá, è storia, è plátano! Il plátano è la cosa piu buona che esista!

Avrei altre mille cose da raccontare peró non vi voglio rovinare la sorpresa di scoprire questo immenso Paese. Non fissatevi con i pregiudizi perché se solo facciamo caso a quelli per esempio in Italia saremmo tutti mafiosi. Buttatevi e non abbiate paura, siate aperti ai cambiamenti, perché il mondo è tutto da scoprire, ogni singolo Paese ha qualcosa di speciale di cui non si era a conoscenza, da valorizzare.

Ho imparato però una cosa molto importante: bisogna approfittare di ogni singolo istante, momento, bisogna cogliere l'attimo perché non sai mai quando ti potrá ricapitare una cosa simile o quando potrai stare con quella determinata persona. Bisogna cogliere l'attimo perché altrimenti ci si pente.

La vita è bella, la vita è unica è la cosa piu bella che ci sia, la vita non è una cosa sola, è un immensità di cose!
Intercultura: incontri che cambiano il mondo, ma davvero! E il mondo sono io!

Maria Gabriella

da Nuoro in Colombia per un anno

  • Prossima Storia

    Il primo incontro con la famiglia ospitante

    Chi sei e cosa stai facendo? Ciao a tutti, sono Martina e sto facendo un anno di intercambio con AFS-Intercultura in Portogallo. Come hanno reagito i tuoi amici quando gliel’hai detto? Quando ho detto ai miei amici che sarei partita...

    Martina

    Da Biella in Portogallo per un anno

  • Prossima Storia

    Lo studente di Intercultura è…

    Lo studente di Intercultura non è un ragazzo o una ragazza, non è una nazionalità (né di provenienza né d'arrivo), non è un'età e non è nemmeno un nome.Lo studente di Intercultura è...

    Chiara

    Da Verona in Russia per un anno

  • Prossima Storia

    Una diversità piena di valori

    Qui in Argentina la scuola occupa una piccola parte della giornata nella vita dei ragazzi. Dove mi trovo le lezioni iniziano alle 7:30 con il classico alzabandiera nel quale due studenti accompagnati dal direttore della scuola alzano la bandiera...

    Camilla

    Da Roma in Argentina per un anno

  • Prossima Storia

    Tuttora mi è difficile capire, ma ho imparato ad accettare

    Io sono Emma, il 2 Agosto sono arrivata nella mia famiglia ospitante cilena e, senza perdere troppo tempo, il 4 Agosto ho iniziato la mia esperienza scolastica. In Italia frequento un istituto tecnico economico, indirizzo relazioni internazionali...

    Emma

    da Treviso in Cile per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here