India? La amo!

Anna Chiara

Partecipante ad uno scambio di classe con l'India

La mia esperienza in India è stata troppo lunga, troppo bella e forse troppo profonda per essere raccontata in poche righe.
Sono stata solo due settimane, ma credo di averle vissute intensamente e di avere imparato molto da questo Paese. Prima di partire ho letto libri, cercato informazioni, ma sapevo che niente sarebbe stato pari a vederlo con i miei occhi, e così sono partita emozionata, ma anche dubbiosa e spaventata nella consapevolezza di trovarmi a contatto con un mondo completamente diverso. Non immaginavo però quanto questo mondo fosse migliore del nostro e ora facendo i bilanci di questo scambio culturale posso dire per certo che tornerei indietro per rivivere quest'esperienza.
Non immaginavo però quanto questo mondo fosse migliore del nostroMi sono rimasti impressi i sorrisi della gente, la cordialità, l’accoglienza, la generosità infinita, i costumi e le tradizioni, lo stile di vita puro e semplice dettato dalla religione, l’umanità, ma anche l’inquinamento e la povertà diffusa che a volte viene quasi ignorata. Sono stata accolta come una figlia, trattata quasi come un “Dio” e l’atmosfera indiana mi ha avvolta fin dal primo istante e mi sono sentita subito accettata e inserita nella famiglia che mi ha ospitato. La cosa che più mi ha colpito della popolazione indiana è la semplicità con cui vivono, l’attaccamento alla famiglia, l’importanza e il rispetto per le persone e soprattutto per l’ambiente, che hanno permesso la crescita economica, politica e sociale di questo Paese e che tuttavia risente ancora della colonizzazione inglese e della divisione in caste.
Sento inoltre di avere acquistato più sicurezza in me stessa e soprattutto più fiducia negli altri, e di essere più consapevole di cosa sia davvero il mondo al di fuori del mio Paese. Posso quindi rispondere alla famosa affermazione “l’India o la si ama, o la si odia” collocandomi nella prima categoria e attendendo con ansia un altro viaggio in questa splendida terra.

Anna Chiara

Partecipante ad uno scambio di classe con l'India

  • Prossima Storia

    La nostra amica paraguayana

    Quest'anno scolastico il nostro liceo scientifico Nomentano ha aperto le porte a Romina, la nostra amica paraguayana, che è stata ospite del nostro istituto per uno scambio interculturale tra Italia e Paraguay.Per entrare nella realtà...

    Giacinto La Rosa

    Insegnante presso l'Istituto Scolastico Nomentano di Roma

  • Prossima Storia

    Laboratorio "Lingue e Linguaggi": l'esperienza degli studenti di Parma

    Noi alunne della 2^G della scuola Ipsia “Primo Levi” di Parma abbiamo partecipato al laboratorio "Lingue e Linguaggi per il dialogo interculturale" proposto dai volontari di Intercultura. È stata davvero un’occasione...

    AA.VV

    Studenti della 2G dell'IPSIA “Primo Levi” di Parma

  • Prossima Storia

    La mia scuola in Honduras

    Vado in una scuola in cui metà delle ore vengono svolte in inglese e metà in spagnolo Ciao mi chiamo Ester e lo ammetto, inizialmente avevo un po’ di difficoltà con entrambe le lingue però sia professori che...

    Ester

    La mia scuola in Honduras

  • Prossima Storia

    Una settimana in Serbia con la mia classe

    "Non posso uscire, sto facendo la valigia. A fine settimana parto per la Serbia!" - "E che vai a fare in Serbia? È pericoloso! Non c'è niente!" Le risposte erano più o meno sempre quelle - dice Silvia, partecipante allo...

    Prof. Paola Distasi e la studentessa Silvia

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Serbia

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here