Irlanda: la mia sferzata di energia!

Marco

da Brindisi a Cork per un programma estivo

Era già da tempo che pensavo di partecipare a una delle borse di studio sponsorizzate da chi crede nel progetto educativo promosso da Intercultura, ma non ne avevo ancora avuto l'occasione, finchè non ho scoperto la borsa di studio A2A Energiefuture.

Le borse di studio erano solo 3 quindi le probabilità di essere uno dei vincitori erano scarse, ma ,più o meno a marzo, mi arrivò la notizia che ero stato scelto come vincitore! Non avevo parole per descrivere quel misto di emozioni e sensazioni che sentivo all’idea che da lì a 3 mesi sarei partito per un nuovo paese a me sconosciuto.


Ricordo ancora quel 19 Maggio, quando ho avuto modo di incontrare i volontari del Centro locale di Brindisi e gli altri studenti che come me erano risultati vincitori di un programma all'estero. Quel giorno ho conosciuto persone fantastiche che porterò nel cuore per tutta la vita e che, in soli 2 giorni, sono diventate per me indispensabili. L'incontro di formazione con loro è stato davvero stimolante: abbiamo parlato di stereotipi e pregiudizi, di comunicazione interculturale e anche di consigli utili una volta fuori casa.
  • Incontro con i volontari di Intercultura
  • Il giorno della partenza
  • Rientro in Italia

Il tempo è passato in fretta e in men che non si dica mi sono trovato catapultato al 23 giugno, ovvero il giorno prima della partenza.

Lì ho avuto la fortuna di fare amicizia con ragazzi e ragazze che sarebbero diventati/e la mia famiglia per un mese. La mattina del 24 giugno sono partito da Roma verso Cork e sono arrivato la sera intorno alle ore 20. Sono stato accolto da un'amorevole e simpatica signora che era la mia host mother: una signora dal cuore d'oro e dal carattere molto simile al mio, amante dell'Italia e della mia cultura, come io della sua! Dal giorno successivo al mio arrivo fino al giorno prima del mio ritorno ho frequentato la scuola ACET, una struttura molto disponibile in cui lavorano insegnanti incredibili e che ospitava persone da tutto il mondo,con alcune mi tengo in contatto ancora adesso. Posso dire che il mio inglese è migliorato moltissimo grazie a una "full immersion" di inglese dalla mattina alla sera. Le attività pomeridiane non sono mancate di certo, infatti siamo stati spesso ospiti dell'università locale che organizzava tornei di calcio, basket e tennis; talvolta con qualche amico ho provato Zumba e Yoga per il semplice gusto di farmi qualche risata! Ogni sabato facevamo una gita fuori città, in modo tale da ammirare le classiche attrazioni irlandesi e le città vicine come Kinsale e Cobh, che si sono rivelate fantastiche! La domenica, invece, era il nostro giorno libero che sfruttavamo per andare al mare insieme e passare una giornata a giocare a calcio sulla sabbia.

Purtroppo tutto ha un inizio e una fine e in un battibaleno mi sono ritrovato al 20 luglio, il giorno prima del ritorno in Italia. È stato veramente un giorno cupo, in quanto ognuno di noi sapeva che avrebbe dovuto dire addio a “frammenti di cuore”, ma allo stesso tempo eravamo consapevoli del fatto che ci saremmo rivisti: non importava dove o quando, avevamo tutti il desiderio di volerci vedere ancora e ancora.


L'alba del 21 luglio riprendiamo l'aereo per ritornare in patria e, al momento di separarci, tra lacrime e gridolini ci scappava anche qualche battuta per strozzare la tristezza e ridere un po’. Nel pomeriggio io e i miei compagni di viaggio atterriamo a Roma e ci mettiamo a correre per riabbracciare felici i nostri genitori, con alle spalle, però, la malinconia della fine di un'epica avventura vissuta con persone fantastiche che non dimenticherò mai!

Marco

da Brindisi a Cork per un programma estivo

  • Prossima Storia

    Io ce l'ho fatta, e tu cosa aspetti?

    Una sfida. Così è nata l'idea di partire. Bisogna sempre porsi delle sfide nella vita. Quelle cose che se vanno male ti regalano esperienza e che se vanno bene... beh se vanno bene ti regalano, come in questo caso, un anno di vita...

    Alessia

    Da Parma in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    Fate esperienze nuove

    Giugno 2015, mia madre risponde al telefono, sorride, è felice, sono in macchina di fianco a lei. Riattacca: “Jack, andrai in Irlanda!”Io, un ragazzo di 16 anni, che non sa cosa aspettarsi dell’anno che verrà. Giugno...

    Giacomo

    Da Ravenna in Irlanda per un anno

  • Prossima Storia

    Un viaggio per cercare se stessi

    Sono Vittorio e sono in Danimarca da esattamente 100 giorni.Non mi sembra neanche vero, ricordo come fosse ieri la mia partenza le mie preoccupazioni, la mia ansia e la mia gioia. Prima di partire non sapevo quasi niente di questo magnifico,...

    Vittorio

    Da Parma in Danimarca per un anno

  • Prossima Storia

    Sono andata a scoprire me stessa

    E’ iniziato tutto in quel momento, aprendo la e-mail che diceva: “vincitrice, programma annuale, Costa Rica”. Oggi, dopo otto mesi, mi ritrovo qua davanti ad un computer a scrivere. Mi viene da piangere per la gioia pensando...

    Cristina

    Da Biella in Costa Rica per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here