Islanda: il luogo giusto per sbalordirsi ogni giorno

Blerta

Da Milano in Islanda per un anno

Sono Blerta e sono in Islanda, più precisamente ad Höfn í hornafirði. Vi scrivo dal Paese del fuoco e del ghiaccio, dove nel 2010 c'è stata l'eruzione del vulcano Eyjafjallajokull (non è difficile come sembra pronunciarlo) che ha fermato i voli di tutto il mondo!
Qui la scuola è già cominciata da quasi due settimane ed il primo giorno è stato fantastico e carico d'emozioni, indimenticabile direi.

La prima paura che hanno tutti è quella di non trovare subito degli amici, ma essa scompare quando già il primo giorno ti invitano al party della scuola. Poi magari negli incontri di Intercultura vi diranno che il primo periodo sarete solo lo studente di scambio, ma non è vero, la prima cosa che hanno cercato di imparare è stato il mio nome! La cosa più importante da fare è quella di andare in ogni festa, evento, sport in cui ti invitano, come si dice: "carpe diem"!

Gli insegnanti sono considerati più come dei compagni intellettuali e non è solito dare del Lei a nessuno. In Islanda sono tutti gentili e disponibili. L'unica pecca è che non sono molto affettuosi, perciò non aspettatevi abbracci tutti i giorni! Ogni tanto c'è sempre un po' di paura nell'approcciarsi con gli altri per il problema della lingua per nulla facile. Per quanto riguarda la mia famiglia ospitante, posso dire che è fantastica, mi sono sentita subito a casa, anzi questa è casa mia ormai!
Gli insegnanti sono considerati più come dei compagni intellettuali e non è solito dare del Lei a nessuno.

  • Blerta e sua mamma ospitante
  • Blerta in un luogo tipico islandese
  • Blerta e la sua famiglia
  • I ragazzi del programma di scambio in visita dal presidente dell'Islanda
  • Blerta mentre guarda l'oceano

Se volete rimanere sbalorditi ad ogni passo che fate questo è il luogo giusto, una natura quasi surreale impregna questo piccolo stato. Il paesino in cui sono capitata è sulla costa (come ogni paese qui) e ci sono solo 2.000 abitanti: tutto un altro mondo rispetto alla Milano a cui sono abituata!

Quando si entra a casa, negli uffici pubblici e sanitari e nella maggior parte delle scuole si devono togliere le scarpe e si sta comodamente in calze e questa cosa mi piace alquanto! Sono davvero contenta in tutti i sensi, qui mi sento libera ed è emozionante svegliarsi col sole ed addormentarsi col sole, usare il giubbotto invernale ad agosto, e mangiare alimenti dai più svariati gusti.

Bless Bless.
E' emozionante svegliarsi col sole ed addormentarsi col sole

Blerta

Da Milano in Islanda per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio primo giorno di scuola giapponese

    Eccomi qui, ancora mezza destabilizzata dopo la giornata di oggi ma con tante cose da raccontare. Si, oggi è stato un giorno importante, quel giorno che le mamme di tutto il mondo immortalano con le classiche duecentoventidue fotografie...

    Cecilia

    Da Como in Giappone per un anno

  • Prossima Storia

    Il Nebraska del 1960

    Mi chiamo Anna Robles e sono un’AFSer, anno 1960/61, Kimball, Nebraska USA.Già, sono un AFSer. Aver vissuto quell’esperienza è diventato uno stato del cuore e della mente, sempre divisi tra il mio Paese e quell’altro. Quando...

    Anna

    storica borsista, nel 1960-61 negli Stati Uniti

  • Prossima Storia

    Non si tratta solo di conoscere

    Apparentemente l'Austria può sembrare un paese anonimo per chi non lo conosce, e poiché si parla il tedesco può sembrare che culturalmente sia più simile alla Germania.

    Sophie

    Da Roma in Austria per un semestre

  • Prossima Storia

    Vi racconto il mio Natale portoghese!

    Inizierò dicendo che, essendo una siciliana che non ha mai visto la neve nella sua vita e che adora così tanto il Natale, tanto da desiderare di andare con Intercultura in un Paese dell'Europa del Nord, l'unica cosa che mi turbava...

    Dalisia

    Da Marsala in Portogallo per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here