L'ospitalità

Alessandro

Da Udine ad Hong Kong per un anno

Oggi vorrei parlare di un concetto che è fondamentale per AFS: L'OSPITALITÀ.Se sono qui ad Hong Kong e sto vivendo una delle esperienze più belle della mia vita è grazie alla mia famiglia ma anche al lavoro di volontari, che si mettono in gioco e utilizzano il loro tempo per permettere tutto questo a noi ragazzi, e a tutte quelle famiglie che aprono la loro casa a un figlio e una cultura nuova. Io non ringrazierò mai abbastanza la mia nuova famiglia per il grande lavoro che ha fatto: mi ha accolto e mi ha fatto sentire da subito a casa integrandomi appieno e facendomi sentire un figlio e un fratello.Loro sono una delle parti più importanti della mia vita qui a Hong Kong. Mi hanno dato tutto l'affetto di cui avevo bisogno e la sicurezza che mi ha fatto andare avanti per tutto questo anno. Mamma,nonna, due fratelli... viviamo tutti assieme in una casa di 60 metri quadrati e con un solo bagno. Inizialmente è stato difficile trovare il mio spazio e seguire i ritmi frenetici. La gente qui è puntualissima e ha sempre mille cose da fare, i pochi momenti da vivere in famiglia sono quelli dopo cena quando ci si racconta la giornata e si condivide. Nel rapporto con la mia famiglia ospitante ho notato le più grandi differenze culturali che sono anche quelle che ho fatto più fatica a capire. Gli hongkongini non dimostrano il loro affetto abbracciandosi o baciandosi come fanno gli europei ma sono molto più distaccati; questo per me all'inizio è stato molto difficile da accettare ma con lo scorrere dei mesi e conoscendoli sempre meglio ho capito che molte volte bastano dei semplici gesti per sentirsi amati.
Grazie a questa fantastica famiglia ho sviluppato il desiderio di ospitare anche io un ragazzo quanto tornerò in Italia. Tutte le pratiche sono già state avviate e mi hanno confermato che ospiterò un ragazzo thailandese. Sono veramente emozionato e spero di riuscire a rendere indimenticabile la sua esperienza in Italia, come è stato per me a Hong Kong. In più spero che questo arrivo mi addolcisca un po' il ritorno in Italia, che sarà sicuramente difficilissimo. Grazie a Intercultura adesso ho due famiglie fantastiche in due continenti differenti che si trovano agli angoli opposti del mondo e non potrei essere ragazzo più felice. Sappiate che non c'è sensazione migliore di quella di sentirsi a casa dall'altra parte del mondo.

Alessandro

Da Udine ad Hong Kong per un anno

  • Prossima Storia

    Dalla cucina alla calligrafia: immagini dal mio anno in Cina

    Veronica ci racconta, attraverso le immagini, il suo anno in Cina, tra lo studio del cinese e il tempo libero!Foto 1La mia scuola è solo una tra le decine di istituti che si trovano a Jiujiang 九江, città considerata "piccola" dai...

    Veronica

    Da L'Aquila in Cina per un anno

  • Prossima Storia

    La suggestione del disordinario

    Il pane caldo, l'aroma del mate e la felicità di affrontare un lunedì che non è più talmente tragico come una volta. Si apre così il mio ventitreesimo giorno in quel di Puerto Vilelas, un piccolo, ma suggestivo...

    Leonardo

    Da Latina in Argentina per sei mesi

  • Prossima Storia

    American school system!

    Prima di arrivare qui in America, nel Kansas, pensavo alla scuola americana come allo stereotipo che tutti si fanno guardando i film americani: niente compiti, basta essere bravo in uno sport per avere buoni voti nelle materie, i ragazzi girano...

    Sofia

    Da Rimini negli USA per un anno

  • Prossima Storia

    Cosa succede dall'altra parte del mondo

    Ogni volta che ripenso alla Nuova Zelanda mi brillano gli occhi. Innamorarsi di questa terra è stato inevitabile. E non parlo solo della natura e dei paesaggi mozzafiato, ma della gente, della cultura e ovviamente di tutte le meravigliose...

    Silvia

    Da Bari in Nuova Zelanda per due mesi

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here