L'ospitalità

Alessandro

Da Udine ad Hong Kong per un anno

Oggi vorrei parlare di un concetto che è fondamentale per AFS: L'OSPITALITÀ.Se sono qui ad Hong Kong e sto vivendo una delle esperienze più belle della mia vita è grazie alla mia famiglia ma anche al lavoro di volontari, che si mettono in gioco e utilizzano il loro tempo per permettere tutto questo a noi ragazzi, e a tutte quelle famiglie che aprono la loro casa a un figlio e una cultura nuova. Io non ringrazierò mai abbastanza la mia nuova famiglia per il grande lavoro che ha fatto: mi ha accolto e mi ha fatto sentire da subito a casa integrandomi appieno e facendomi sentire un figlio e un fratello.Loro sono una delle parti più importanti della mia vita qui a Hong Kong. Mi hanno dato tutto l'affetto di cui avevo bisogno e la sicurezza che mi ha fatto andare avanti per tutto questo anno. Mamma,nonna, due fratelli... viviamo tutti assieme in una casa di 60 metri quadrati e con un solo bagno. Inizialmente è stato difficile trovare il mio spazio e seguire i ritmi frenetici. La gente qui è puntualissima e ha sempre mille cose da fare, i pochi momenti da vivere in famiglia sono quelli dopo cena quando ci si racconta la giornata e si condivide. Nel rapporto con la mia famiglia ospitante ho notato le più grandi differenze culturali che sono anche quelle che ho fatto più fatica a capire. Gli hongkongini non dimostrano il loro affetto abbracciandosi o baciandosi come fanno gli europei ma sono molto più distaccati; questo per me all'inizio è stato molto difficile da accettare ma con lo scorrere dei mesi e conoscendoli sempre meglio ho capito che molte volte bastano dei semplici gesti per sentirsi amati.
Grazie a questa fantastica famiglia ho sviluppato il desiderio di ospitare anche io un ragazzo quanto tornerò in Italia. Tutte le pratiche sono già state avviate e mi hanno confermato che ospiterò un ragazzo thailandese. Sono veramente emozionato e spero di riuscire a rendere indimenticabile la sua esperienza in Italia, come è stato per me a Hong Kong. In più spero che questo arrivo mi addolcisca un po' il ritorno in Italia, che sarà sicuramente difficilissimo. Grazie a Intercultura adesso ho due famiglie fantastiche in due continenti differenti che si trovano agli angoli opposti del mondo e non potrei essere ragazzo più felice. Sappiate che non c'è sensazione migliore di quella di sentirsi a casa dall'altra parte del mondo.

Alessandro

Da Udine ad Hong Kong per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio viaggio nella Rainbow Nation

    Leoni, elefanti, zebre e giraffe, immense distese mozzafiato, Nelson Mandela e bianchi e neri che vivono insieme, non senza qualche difficoltà. Questo è ciò che di solito ci viene in mente appena pensiamo al Sudafrica. Lo...

    Martina

    Da Piacenza in Sudafrica per due mesi

  • Prossima Storia

    Il primo di tanti giorni emozionanti

    Tutta la scuola o, come si dice qui, "il collegio", sapeva del mio arrivo, dal preside agli inservienti, dai professori agli alunni e perfino le suore che sono a capo dell'istituto.Il primo giorno entrai con la mia mamma come una bambina impaurita,...

    Francesca

    Da Biella in Cile per un anno

  • Prossima Storia

    Rimboccarsi le maniche e prepararsi all'avventura

    Qualche mese prima dell'iscrizione al concorso di Intercultura non sapevo nemmeno cosa stavo per andare ad affrontare, sin dai primi incontri di formazione culturale. Durante la compilazione dei vari fascicoli e la scelta dei Paesi in cui mi...

    Angelo

    Da Lanusei-Tortolì in Thailandia per un anno

  • Prossima Storia

    Simone in Costa Rica

    Simone ci racconta il suo Costa Rica da un'assolatissima spiaggia il...31 di dicembre!

    Simone

    Da Alessandria in Costa Rica per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here