Lettonia: tradizionalmente innovativa

Alex

Da Trento in Lettonia per un anno

Sono queste le parole che userei per descrivere la Lettonia. Appena arrivi la prima cosa che ti colpisce è il peasaggio: grandi foreste verdi, laghi blu (che ti fanno venir voglia di farci un bagno), parchi e giardini curati sparsi ovunque...come in un sogno.
Riga è una città a due facce: da un lato c’è la parte storica (quella più bella e suggestiva) e dall’altra ci sono palazzi moderni. E' una città relativamente piccola se paragonata alle altre capitali, ma è una città viva.

La mia casa si trova a Balozi, paesino di 5000 abitanti situato (fortunatamente) vicino alla capitale, a circa 15 km. Devo dire che sono stato veramente fortunato, la mia famiglia è fantastica e già dai primi giorni mi sono sentito parte della comunità. Qui tutti si danno una mano e sono molto cordiali e socievoli.
Riga è una città a due facce: da un lato c’è la parte storica (quella più bella e suggestiva) e dall’altra ci sono palazzi moderni.

  • Abiti tradizionali lettoni

Mi ricordo il mio primo giorno di scuola come se fosse ieri. Era il 2 settembre e la cerimonia iniziava alle 10.30. Per i lettoni, il primo giorno di scuola è un giorno veramente particolare e speciale: tutti si vestono elegantemente (alunni, genitori e insegnanti) ed è tradizione regalare dei fiori alla propria professoressa. Ero veramente emozionato, perché in questa scuola avrei dovuto passare 10 mesi, farmi nuovi amici... e la prima impressione è importantissima! Così sono entrato in classe, ho consegnato (con un inchino) i fiori e mi sono presentato ai miei compagni di classe, provando ad esprimermi con le semplici frasi lettoni che conoscevo: "come mi chiamo", "ho ....anni", "mi piace...", tutto questo perché ai lettoni piace quando uno straniero parla la loro lingua. All'inizio erano un po' intimoriti, ma poi abbiamo iniziato a parlare, loro mi facevano domande sulla cultura italiana e col passare dei giorni siamo diventati amici.

Dopo l'introduzione dell'insegnante su ciò che riguardava l'anno scolastico (parlava lettone, quindi io non capivo, sorridevo e annuivo e basta), ci siamo riuniti tutti in palestra. Il solito saluto del preside e poi mi sono presentato un'altra volta davanti a tutti! E' stato bellissimo e credo non dimenticherò mai questo giorno.

Il primo giorno di scuola è un giorno veramente particolare e speciale

Alex

Da Trento in Lettonia per un anno

  • Prossima Storia

    Una cultura basata sullo hygge

    Ovvero sulla capacità di gioire delle piccole cose, rendendo speciale ogni luogo e ogni momento. E quando sento nominare Intercultura mi emoziono ogni volta. A distanza di tredici anni mi sembra ancora di poter sentire il sapore della...

    Arianna

    Da Trento in Danimarca per un anno

  • Prossima Storia

    Il segreto è non aver paura

    Ho sempre sentito parlare di Intercultura e dei relativi scambi culturali in paesi di tutto il mondo e mi sono sempre chiesta, da mamma, come riuscissero tutti quei genitori a sembrare così tranquilli di fronte ad una sfida così...

    Grazia

    Mamma di Alessandro, da Napoli in Cina per un anno

  • Prossima Storia

    Io ce l'ho fatta, e tu cosa aspetti?

    Una sfida. Così è nata l'idea di partire. Bisogna sempre porsi delle sfide nella vita. Quelle cose che se vanno male ti regalano esperienza e che se vanno bene... beh se vanno bene ti regalano, come in questo caso, un anno di vita...

    Alessia

    Da Parma in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    Il bello dell’esperienza è nelle stranezze

    Due mesi lontano da casa, dai propri amici, dalla propria famiglia, lontano da tutto.C'è chi sarebbe pronto a dare del pazzo a ragazzi che, come me, hanno deciso di intraprendere questa esperienza, che è tutt'altro che pazzia!...

    Gabriele

    Da Napoli in Australia per due mesi

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here