Mi sono già affezionata!

Erica

Da Grosseto in Cile per un anno

La scuola qui in Cile è abbastanza diversa da quella italiana, prima di tutto per via dell'uniforme che dobbiamo indossare. Credo che sia una cosa positiva – almeno, a me piace! - perché la mattina sai già cosa metterti e molte volte eviti di arrivare in ritardo.

La scuola è grandissima e insieme ai ragazzi della mia età ci sono tutti i ragazzi e i bambini a partire dai 4 anni. Tutta la scuola è all'aperto, visto che qui nel deserto non piove mai, e a seconda della finestra in cui ti affacci il panorama cambia tantissimo, ad esempio dall'aula di matematica vediamo il deserto e da quella di linguaggio vediamo il mare.

“Linguaggio” è la nuova materia che sto studiando, dove ti insegnano a fare le comprensioni di testi, poesie e articoli. Tutte le altre materie sono le stesse di quelle che già studiavo o che avrei dovuto iniziare quest'anno in Italia. Qui fanno tantissima matematica, ben 9 ore a settimana! Abbiamo la possibilità di scegliere tra tre diversi "piani", ovvero: umanistico, biologo e matematico, due scienze tra biologia, fisica e chimica e fra arte e musica. Entriamo alle 8 tutte le mattina e, a seconda del piano che abbiamo scelto, usciamo ad orari diversi, ad esempio alle 16.00 oppure alle 16.45, alle 15.00 o alle 13.00. Il rapporto con i professori è molto diverso, è più un rapporto di amicizia e confidenza, la maggior parte delle volte neppure ci si da del "lei".

Una cosa che mi piace molto dei miei compagni e delle persone cilene in generale è che sono molto calorose, cordiali, affettuoseDurante le ore di educazione fisica, specialmente se siamo vicino a una qualche festività, ci fanno ballare la danza tipica cilena, la “cueca”, si balla in coppia maschio-femmina ed è strana per chi non è cileno forse, ma è divertentissima per chi deve imparare a ballarla: ti fa sentire molto patriottico e sempre più parte di questo Paese.

Una cosa che mi piace molto dei miei compagni e delle persone cilene in generale è che sono molto calorose, cordiali, affettuose. Per presentarsi non basta una stretta di mano, spesso ci si dà anche un bacio ed un abbraccio. Tutti i ragazzi sono incuriositi, in senso positivo, dai ragazzi stranieri, e li accolgono a braccia aperte. Insomma, mi sono trovata subito benissimo, adesso che sono qui da un mese è come se li conoscessi da sempre! Tutti i giorni mi invitano a fare qualcosa o a studiare insieme, per aiutarmi o semplicemente per parlare. Quando usciamo insieme è come se loro fossero orgogliosi di uscire con noi "non cileni" e ti presentano a chiunque conoscano, non ci sono stati assolutamente problemi di integrazione, già mi sono affezionata!

Erica

Da Grosseto in Cile per un anno

  • Prossima Storia

    Il mio anno dominicano

    Buongiorno a tutti, vorrei iniziare citando la frase che mi ha fatto andare avanti in questi undici mesi: "Tutto ciò che vogliamo sta dall'altra parte della paura". E si, sto parlando proprio di paura perché, sinceramente, chi...

    Linda

    Da Verona in Repubblica Dominicana per un anno

  • Prossima Storia

    Da allora mi sento a casa nel mondo

    Parla Marco Balich, organizzatore di eventi mondiali e delle cerimonie dei Giochi olimpici invernali di Torino, e, nel 2016, di Rio. Quarto anno di liceo a Chicago, nel 1979, con Intercultura. "Quell'esperienza è il regalo più...

    Marco Balich

    CEO, Balich Worldwide Shows, con Intercultura nel 1979/80

  • Prossima Storia

    Il dovere di dare un contributo

    Luca Barilla, studente con Intercultura quarant'anni fa, oggi importante sponsor di borse di studio per figli di dipendenti del Gruppo Barilla. "Trascorrere un anno all’estero da adolescente mi ha cambiato la vita in un modo determinante...

    Luca Barilla

    Vice Presidente Barilla SpA, con Intercultura nel 1976/77

  • Prossima Storia

    Un primo giorno speciale

    Eccomi qua; in un posto che non mi appartiene, cercando di comunicare in una lingua che non mi appartiene. Sono Fabiana e sto frequentando il mio anno di scambio in Russia, esattamente in un paesino chiamato Aфипский (afipskij) che si tro...

    Fabiana

    Da Giarre in Russia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here