Porqué Bolivia?

Michele

da Rovigo in Bolivia per un anno

L’unico aspetto dell'esperienza a cui non avevo pensato era la fatidica domanda che mi avrebbero fatto tutti almeno una volta: “Perché Bolivia?”, “Por qué Bolivia?”

La verità è che non c’è un perché
; ho scelto questo Paese perché qualcosa nel suo nome mi attirava; e ora che sono qui, ormai da 2 mesi, posso dire che partire è stata una delle migliori scelte che avessi mai potuto fare.

Sono convinto che un anno non basterà per conoscere e comprendere la cultura boliviana, così profonda, così meravigliosa, così incantevole.

Ricorderò per sempre il primo giorno di scuola: profumo di pioggia, il vento, la mia ansia e una signora carina alla quale avevo promesso di cucinare la pasta mi accompagnarono sulla porta dell'aula … Il rumore, le risate, l’arietta più calda della stanza mi investirono silenziosamente e si portarono via tutti i miei pensieri: dov'ero, con chi, a fare cosa, per un istante lo dimenticai e mi concentrai sugli occhi che mi fissavano e sull' anormale silenzio che si era fatto strada attorno a me.

Mi venne naturale salutare con un semplice e flebile "hola" e fu abbastanza perché tutti rompessero il silenzio e iniziassero a salutarmi!

Ah che bello il Sud America, che belle le sue persone che sanno farti sentire a casa con una sola parola, con uno sguardo, con una stretta di mano; che bella l’atmosfera delle lezioni che sa essere informale nel formale!

Non me lo sono fatto ripetere due volte, senza pensarci sono entrato nel corso di danza folcloristica, e la cosa buffa è che sono un disastro a ballare! Saya, Cueca, Tincu: all’inizio erano il motivo della mia frustrazione, ora invece non vedo l’ora di andare a lezione! Se ci penso non posso credere che sia io a dire tutte queste cose!

Accanto a me ho le persone migliori che possa desiderare: i miei compagni, che sanno aiutarti nei momenti di sconforto, farti ridere e accoglierti come uno di loro.

La verità è che questa esperienza mi ha cambiato fin dal primo giorno, da quando ho iniziato il percorso di formazione, a quando ho conosciuto i miei compagni di viaggio italiani, fino ad oggi… mi ha fatto conoscere un Michele curioso, coraggioso, capace di mettersi in gioco e di cogliere le opportunità della vita.

Michele

da Rovigo in Bolivia per un anno

  • Prossima Storia

    Una finestra sul mondo

    Uno degli obiettivi principali della scuola è creare futuri cittadini che siano capaci di fare cose nuove, non semplicemente di valutare un ragazzo con dei numeri e ripetere quello che altre generazioni hanno fatto. La scuola ha quindi...

    Sabiana

    Da Siracusa in Argentina per un anno

  • Prossima Storia

    Ho imparato a non arrendermi mai

    Sono passati più di due mesi da quando sono qui, e posso dire che questi sono stati i due mesi più difficili della mia giovane vita. Mi hanno messo alla prova, mi hanno fatto riflettere e credo di esser maturato più in...

    Luigi

    Da Napoli in Bosnia per un anno

  • Prossima Storia

    Ritornare è bello, ma riadattarsi è la vera sfida

    Ho scritto righe su righe durante il mio anno all'estero, riempiendo diari e consumando inchiostro, eppure, quando Intercultura mi ha chiesto di raccontare qualcosa sulla mia esperienza in Turchia non ho trovato il coraggio di buttar giù...

    Piera

    Da Isernia in Turchia per un anno

  • Prossima Storia

    Momenti da blog

    Un mese in Danimarca Non riuscirò mai a capacitarmi di quanto il tempo riesca a scorrere veloce, quando sei felice. Di come quei giorni sembrino susseguirsi senza tregua, uno dopo l'altro, quasi impercettibili al tuo sguardo, rivolto...

    Gilda

    Da Brescia in Danimarca per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here