Porqué Bolivia?

Michele

da Rovigo in Bolivia per un anno

L’unico aspetto dell'esperienza a cui non avevo pensato era la fatidica domanda che mi avrebbero fatto tutti almeno una volta: “Perché Bolivia?”, “Por qué Bolivia?”

La verità è che non c’è un perché
; ho scelto questo Paese perché qualcosa nel suo nome mi attirava; e ora che sono qui, ormai da 2 mesi, posso dire che partire è stata una delle migliori scelte che avessi mai potuto fare.

Sono convinto che un anno non basterà per conoscere e comprendere la cultura boliviana, così profonda, così meravigliosa, così incantevole.

Ricorderò per sempre il primo giorno di scuola: profumo di pioggia, il vento, la mia ansia e una signora carina alla quale avevo promesso di cucinare la pasta mi accompagnarono sulla porta dell'aula … Il rumore, le risate, l’arietta più calda della stanza mi investirono silenziosamente e si portarono via tutti i miei pensieri: dov'ero, con chi, a fare cosa, per un istante lo dimenticai e mi concentrai sugli occhi che mi fissavano e sull' anormale silenzio che si era fatto strada attorno a me.

Mi venne naturale salutare con un semplice e flebile "hola" e fu abbastanza perché tutti rompessero il silenzio e iniziassero a salutarmi!

Ah che bello il Sud America, che belle le sue persone che sanno farti sentire a casa con una sola parola, con uno sguardo, con una stretta di mano; che bella l’atmosfera delle lezioni che sa essere informale nel formale!

Non me lo sono fatto ripetere due volte, senza pensarci sono entrato nel corso di danza folcloristica, e la cosa buffa è che sono un disastro a ballare! Saya, Cueca, Tincu: all’inizio erano il motivo della mia frustrazione, ora invece non vedo l’ora di andare a lezione! Se ci penso non posso credere che sia io a dire tutte queste cose!

Accanto a me ho le persone migliori che possa desiderare: i miei compagni, che sanno aiutarti nei momenti di sconforto, farti ridere e accoglierti come uno di loro.

La verità è che questa esperienza mi ha cambiato fin dal primo giorno, da quando ho iniziato il percorso di formazione, a quando ho conosciuto i miei compagni di viaggio italiani, fino ad oggi… mi ha fatto conoscere un Michele curioso, coraggioso, capace di mettersi in gioco e di cogliere le opportunità della vita.

Michele

da Rovigo in Bolivia per un anno

  • Prossima Storia

    Tutti per il diverso, il diverso per tutti

    In Italia, abbiamo occhi davvero speciali. Dico speciali perché sono capaci di individuare tutto ciò che è diverso (che poi, riflettendoci, cosa è normale?) a chilometri di distanza. E non solo! Sembra che ci sia...

    Giulia

    Da Siracusa in Canada per un anno

  • Prossima Storia

    La mia Argentina

    Argentina: terra del mate, del dulce de leche, del football e del tango… Così grande e così varia ma pur sempre passionale. Attenzione…il mio, nei confronti di questo paese, non è sempre stato amore, ho impiegato...

    Giulia

    Da Augusta in Argentina per un anno

  • Prossima Storia

    La scuola in Honduras

    Ciao, sono Giulia, mi trovo in Honduras da circa due settimane e ho iniziato la scuola proprio il giorno dopo il mio arrivo in famiglia, dunque sono già dieci giorni effettivi che frequento le lezioni. Vivo in una città chiamata...

    Giulia

    Da Bergamo in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    Una sorpresa continua

    L'America è sempre stata il mio sogno, e grazie ad Intercultura finalmente posso viverlo. Tutto qui più grande, pragmatico e diverso dalle mie aspettative. E tutto è ancora più bello e meraviglioso di ciò che...

    Giacomo

    Da Cagliari agli USA per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here