Sami, il figlio colombiano

Nicoletta

Mamma ospitante di Sami, dalla Colombia a Genova per sei mesi

Che emozione accogliere Sami all'aereoporto, e poi, appena arrivati a casa, sfogliare insieme l'atlante e lasciarlo parlare della Colombia, forse per sentirsi un po' meno lontano...

La prima focaccia, le prime trofie al pesto, e poi in trasferta in Valle d’Aosta per la prima volta sulla neve! Sami era curiosissimo e ben determinato ad imparare a sciare, tre lezioni gli sono bastate per cavarsela da solo! E poi, le passeggiate sulla neve con la nostra cagnolina (la prima volta anche per lei), le palle di neve, i ghiaccioli… siamo tornati tutti un po’ bambini insieme a lui!

Sami è con noi da fine gennaio: è socievole, curioso, si adatta a tutto senza difficoltà, gran mangiatore ed estimatore della cucina italiana, chitarra sempre in mano e testa nella musica. Il tempo passa in fretta, a giugno torna nostro figlio grande dall’Irlanda e ci sarà ancora un mese per stare tutti e cinque insieme.

Sami, il figlio colombiano, è anche un'occasione per guardare con altri occhi i figli italiani, quelli che in casa li abbiamo sempre e che diamo talvolta forse per scontati: un'occasione per ricordarsi che i rapporti vanno curati ogni giorno, e che, per quanto piene possano essere le giornate, c'è sempre il tempo per un'attenzione speciale, per una piccola premura, per un sorriso e per un dolcetto.

Sami me l'ha ricordato, e questo è per me il suo regalo più grande. La Colombia non è dietro l'angolo, ed io non volo volentieri, ma lui il volo l'ha già spiccato e spero si ricordi sempre che qui a Genova c'è la sua seconda famiglia e ci sarà sempre un posto per lui.

Nicoletta

Mamma ospitante di Sami, dalla Colombia a Genova per sei mesi

  • Prossima Storia

    Il Mondo … in gesti!

    Il linguaggio non verbale è universale? Che cosa succede quando comunicano persone di culture diverse?Lo abbiamo chiesto agli studenti di Intercultura."Quando salutai per la prima volta la mia famiglia ospitante giapponese – racconta...

    I ragazzi stranieri

    ospitati in Italia per un anno

  • Prossima Storia

    Un'arancia per amica

    Aranxa, un nome basco decisamente inusuale per una ragazza messicana, che da sei mesi vive a 20 minuti da Bologna. Con un italiano pressoché perfetto ci racconta la sua esperienza. Appena arrivata sentivo un misto di timore, curiosità...

    Aranxa

    dal Messico a Bologna per un anno

  • Prossima Storia

    Connessioni interculturali

    Sono figlia unica, però ho una sorella. Un pomeriggio di qualche anno fa un amico di famiglia mi disse che sua figlia, poco più grande di me, sarebbe andata un anno in California per studiare. Non mi fece né caldo né...

    Sara

    Sorella ospitante di Sofjia dalla Serbia in Italia per un anno

  • Prossima Storia

    Un mix di gioia, entusiasmo e allegria

    Circa due anni fa ho avuto l'opportunità di vivere un'esperienza indimenticabile grazie ad Intercultura.Conoscevo questa Associazione, ma un po' per timore un po' per mancanza di tempo, non avevo mai dato disponibilità ad ospitare...

    Rosella

    Mamma ospitante a Canicattini Bagni, SR

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here