Sami, il figlio colombiano

Nicoletta

Mamma ospitante di Sami, dalla Colombia a Genova per sei mesi

Che emozione accogliere Sami all'aereoporto, e poi, appena arrivati a casa, sfogliare insieme l'atlante e lasciarlo parlare della Colombia, forse per sentirsi un po' meno lontano...

La prima focaccia, le prime trofie al pesto, e poi in trasferta in Valle d’Aosta per la prima volta sulla neve! Sami era curiosissimo e ben determinato ad imparare a sciare, tre lezioni gli sono bastate per cavarsela da solo! E poi, le passeggiate sulla neve con la nostra cagnolina (la prima volta anche per lei), le palle di neve, i ghiaccioli… siamo tornati tutti un po’ bambini insieme a lui!

Sami è con noi da fine gennaio: è socievole, curioso, si adatta a tutto senza difficoltà, gran mangiatore ed estimatore della cucina italiana, chitarra sempre in mano e testa nella musica. Il tempo passa in fretta, a giugno torna nostro figlio grande dall’Irlanda e ci sarà ancora un mese per stare tutti e cinque insieme.

Sami, il figlio colombiano, è anche un'occasione per guardare con altri occhi i figli italiani, quelli che in casa li abbiamo sempre e che diamo talvolta forse per scontati: un'occasione per ricordarsi che i rapporti vanno curati ogni giorno, e che, per quanto piene possano essere le giornate, c'è sempre il tempo per un'attenzione speciale, per una piccola premura, per un sorriso e per un dolcetto.

Sami me l'ha ricordato, e questo è per me il suo regalo più grande. La Colombia non è dietro l'angolo, ed io non volo volentieri, ma lui il volo l'ha già spiccato e spero si ricordi sempre che qui a Genova c'è la sua seconda famiglia e ci sarà sempre un posto per lui.

Nicoletta

Mamma ospitante di Sami, dalla Colombia a Genova per sei mesi

  • Prossima Storia

    Il Mondo … in gesti!

    Il linguaggio non verbale è universale? Che cosa succede quando comunicano persone di culture diverse?Lo abbiamo chiesto agli studenti di Intercultura."Quando salutai per la prima volta la mia famiglia ospitante giapponese – racconta...

    I ragazzi stranieri

    ospitati in Italia per un anno

  • Prossima Storia

    Un antipasto di ospitalità

    Può bastare una singola settimana per avere una nuova famiglia, nuovi amici e una nuova terra? SI!! L’emozione, il coraggio e la voglia di conoscere dei ragazzi ha reso questa settimana possibile per quanto impegnativa. Anche le...

    Davide e Daniele

    Volontari del Centro locale di Bari Sud

  • Prossima Storia

    L'amore non è a tempo determinato

    Abbiamo aderito al programma di ospitalità propostoci da intercultura con il nostro solito entusiasmo: la nostra casa è stata spesso paragonata ad un porto di mare (del resto, non potrebbe essere altrimenti dato che abitiamo ad...

    Gianni

    Papà ospitante di Nadia, dalla Russia ad Ancona per un anno

  • Prossima Storia

    Dalla Thailandia a...casa Morandi!

    Testo tratto da un articolo di Rolando Repossi, pubblicato sul settimanale Di Più del 2 giugno 2014 GIANNI MORANDI: VI PRESENTO CHAYAKHON. E’ THAILANDESE E GLI FACCIO DA PAPA’ PER UN ANNO "Va al liceo e vive a casa con me,...

    Gianni Morandi

    Papà ospitante di Chayakon, dalla Thailandia a Bologna per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here