Sorelle per un gelato

Benedetta

Da Lecce in Repubblica Ceca per un anno

È stato il primo momento in cui mi sono trovata completamente sola con la mia sorellina di 5 anni. Non ho neanche capito cosa volesse quando mi ha chiesto: "Chci zmrzlinu, jdeš sem nou?" con un sorriso speranzoso e un po' di vergogna dipinti in volto con quei suoi chiarissimi capelli biondi tipici della Repubblica Ceca.
La mia esperienza con Intercultura era iniziata solo due giorni prima, e Majda non aveva ancora avuto il coraggio di parlarmi, ed evitava ogni mio tentativo di approccio (molto goffo, senza lingue in comune mi limitavo a "hey" e un sorriso).
Quando poi, dopo averla vista confabulare con suo (nostro) padre mentre mi guardava, è venuta a chiedermi in quella lingua incomprensibile di accompagnarla a prendere un gelato, mi sono ritrovata a sorridere inconsapevolmente anche senza capire cosa volesse. Capita la richiesta, ho accettato tutta contenta. Ma non appena mi è stato chiaro che saremmo andate SOLE, sono rimasta spiazzata. Non avevo idea di come avremmo comunicato.
Ma è stato fantastico.
Per strada le ho fatto capire che non parlavo né capivo una sola parola di ceco e lei ha iniziato a indicare cose dicendo "zelené" o "modré" o ancora "červené". E no, non era niente di difficile: mi ha insegnato i colori. Poi è passata ad elencare tutti i nomi dei fiori che conosce e a quel punto mi sono limitata ad annuire, erano parole impronunciabili che ancora ora, dopo sette mesi di esperienza, non conosco.
Abbiamo mangiato il gelato e sulla via del ritorno mi ha insegnato i numeri. Non é stato un grande momento come il primo giorno di scuola, Natale, Capodanno o il primo vero abbraccio della mamma, ma è stato il momento in cui ho legato con la mia piccola sorellina e questi piccoli momenti sono importanti, fanno da cornice all'esperienza, l'arricchiscono.
Mi sono sentita goffa con Majda (e sono quasi sicura che una volta a casa abbia detto ai genitori che sono stupida), ma vale la pena di uscire dalla propria "comfort zone" per un po' di tempo per poi ritrovarsi con un nuovo membro in famiglia. Ne vale davvero la pena.

Benedetta

Da Lecce in Repubblica Ceca per un anno

  • Prossima Storia

    L’esperienza che mi ha cambiato la vita

    Intercultura è una sfida, un percorso educativo, un'esperienza che contribuisce alla crescita. E soprattutto è una storia che dura tutta la vita. Ma quali sono i benefici sul breve, medio, lungo termine sul percorso accademico,...

    Intercultura

    in occasione della presentazione dell'Osservatorio nazionale sull'internazionalizzazione delle scuole e la mobilità studentesca

  • Prossima Storia

    Come è davvero la Bosnia?

    La prima cosa a cui ho pensato- così come i miei amici e familiari- mentre mi preparavo alla partenza è stata come sia realmente la Bosnia. È un Paese di cui normalmente non senti parlare, piccolo e meta che di solito non...

    Maurizia

    Da Rimini in Bosnia per un anno

  • Prossima Storia

    Non voglio più andar via da qui!

    Salve, mi chiamo Ester e sto studiando per un anno in Honduras. Qua va tutto benissimo e non vorrei più tornare! Sono in Honduras dal 22 agosto e posso dire che mi piace molto questo paese: la gente è di un allegria sconvolgente...

    Ester

    Da Bergamo in Honduras per un anno

  • Prossima Storia

    Vuoi fare un pupazzo di neve?

    Un piccolo fiocco di neve che si posa sulla finestra della mia stanza, il tepore del fuoco, la sciarpa tirata su fino al naso, le luci scintillanti contro il candido bianco della neve ,così strano per un calabrese: Basta poco per creare...

    Angelo

    da Reggio Calabria alla Repubblica Ceca per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here