Sorelle per un gelato

Benedetta

Da Lecce in Repubblica Ceca per un anno

È stato il primo momento in cui mi sono trovata completamente sola con la mia sorellina di 5 anni. Non ho neanche capito cosa volesse quando mi ha chiesto: "Chci zmrzlinu, jdeš sem nou?" con un sorriso speranzoso e un po' di vergogna dipinti in volto con quei suoi chiarissimi capelli biondi tipici della Repubblica Ceca.
La mia esperienza con Intercultura era iniziata solo due giorni prima, e Majda non aveva ancora avuto il coraggio di parlarmi, ed evitava ogni mio tentativo di approccio (molto goffo, senza lingue in comune mi limitavo a "hey" e un sorriso).
Quando poi, dopo averla vista confabulare con suo (nostro) padre mentre mi guardava, è venuta a chiedermi in quella lingua incomprensibile di accompagnarla a prendere un gelato, mi sono ritrovata a sorridere inconsapevolmente anche senza capire cosa volesse. Capita la richiesta, ho accettato tutta contenta. Ma non appena mi è stato chiaro che saremmo andate SOLE, sono rimasta spiazzata. Non avevo idea di come avremmo comunicato.
Ma è stato fantastico.
Per strada le ho fatto capire che non parlavo né capivo una sola parola di ceco e lei ha iniziato a indicare cose dicendo "zelené" o "modré" o ancora "červené". E no, non era niente di difficile: mi ha insegnato i colori. Poi è passata ad elencare tutti i nomi dei fiori che conosce e a quel punto mi sono limitata ad annuire, erano parole impronunciabili che ancora ora, dopo sette mesi di esperienza, non conosco.
Abbiamo mangiato il gelato e sulla via del ritorno mi ha insegnato i numeri. Non é stato un grande momento come il primo giorno di scuola, Natale, Capodanno o il primo vero abbraccio della mamma, ma è stato il momento in cui ho legato con la mia piccola sorellina e questi piccoli momenti sono importanti, fanno da cornice all'esperienza, l'arricchiscono.
Mi sono sentita goffa con Majda (e sono quasi sicura che una volta a casa abbia detto ai genitori che sono stupida), ma vale la pena di uscire dalla propria "comfort zone" per un po' di tempo per poi ritrovarsi con un nuovo membro in famiglia. Ne vale davvero la pena.

Benedetta

Da Lecce in Repubblica Ceca per un anno

  • Prossima Storia

    Imparare a nuotare con un ritmo diverso

    Indonesia...INDONESIA??? Ebbene sì, sto facendo il mio anno all'estero in Indonesia e ne vado fiera. Perchè? Perchè sto imparando moltissime cose, cose che non si trovano sui libri e che non si studiano a scuola: lezioni...

    Elenamartina

    Da Milano in Indonesia per un anno

  • Prossima Storia

    50 giorni nella Emerald City

    50 giorni fa sono partita con poche parole, ma infiniti pensieri, verso quello che tanto sognavo. Io e la mia valigia, che erroneamente consideravo troppa piccola, eravamo così sicure di tutto; mi credevo consapevole, mi reputavo una...

    Beatrice

    Da Bergamo negli USA per un anno

  • Prossima Storia

    Da allora mi sento a casa nel mondo

    Parla Marco Balich, organizzatore di eventi mondiali e delle cerimonie dei Giochi olimpici invernali di Torino, e, nel 2016, di Rio. Quarto anno di liceo a Chicago, nel 1979, con Intercultura. "Quell'esperienza è il regalo più...

    Marco Balich

    CEO, Balich Worldwide Shows, con Intercultura nel 1979/80

  • Prossima Storia

    Lettera a cuore aperto per i prossimi studenti di Intercultura

    Ragazzi, ragazze, adolescenti come me, pieni di sogni, di speranze, di aspettative, fors'anche di progetti, certo di segreti, piccoli, grandi, che importa.E' bello immaginare di rivolgermi a persone piene di vita, che hanno alle spalle storie...

    Angela

    Da Putignano in Russia per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here