Un'occasione da cogliere al volo!

Elisabetta, Emma, Aurora e Mattia, Studenti della classe 3E dell'Istituto Comprensivo "Antonio Busciolano" di Potenza

Partecipanti ad uno scambio di classe con la Serbia

La classe IIIE dell'Istituto Comprensivo "Antonio Busciolano" di Potenza, ha partecipato ad uno scambio di classe con la Serbia, ospitando per una settimana 11 ragazzi di Zajecar. Ecco cosa ci hanno raccontato:
E' fantastico avere la possibilità di partecipare ad un'esperienza di formazione interculturale quale lo "scambio di classe", un'occasione unica, che noi, ragazzi delle classi terze della scuola secondaria di I grado dell'Istituto Comprensivo "Antonio Busciolano" di Potenza, abbiamo colto al volo.
Questa iniziativa è nata nell'ambito delle attività promosse dalla nostra Dirigente Lucia Girolamo, insieme a tutti i docenti della scuola, per favorirne l'internazionalizzazione. Il progetto, coordinato dalla proff.ssa Franca Volonnino, rientra tra i programmi di scambio dell'Associazione Intercultura.

Abbiamo ospitato nella nostra scuola e nelle nsotre case per una settimana 11 alunni e due docenti della città di Zajecar in Serbia. Questa accoglienza, che ha generato un dialogo sincero e un'amicizia profonda con dei ragazzi nostri coestanei che vivono in un altro Paese, sarà poi ricambiata ad aprile, quando noi studenti italiani, ci recheremo nelle loro case.

Gli undici ragazzi serbi sono giunti la sera del 10 ottobre all'aereoporto di Bari e con un pullman sono arrivati a Potenza, dove ad attenderli con ansia c'eravamo noi, i loro "fratelli ospitanti".
Ci siamo abbracciati e abbiamo provato tanta felicità per aver finalmente incontrato le persone con cui avevamo"messaggiato" tramite social durante i mesi precedenti.


L'11 ottobre si è tenuta, alla presenza delle autorità locali, la cerimonia di benvenuto, nell'aula Magna, gli alunni dell'I C "Antonio Busciolano" hanno presentato la nostra scuola e il nostro territorio, a loro volta i ragazzi serbi ci hanno mostrato delle immagini riguardanti la loro città e le loro tradizioni.

Durante la settimana gli undici studenti serbi hanno frequentato con noi le lezioni, condividendo le principali attività laboratoriali: dalla matematica, alla storia, all'arte, alla ginnastica. Oltre alle attività didattiche il soggiorno potentino è stato ricco di visite guidate, dialoghi su temi di interesse comune, momenti di socializzazione e svago che sono andati dallo sport, alla musica, alle feste.
Le nostre abitudini si sono rapportate con le loro: dal tifo per la squadra del cuore, alle preferenze musicali, alla sonorità delle nsotre espressioni dialettali, al nostro modo di cucinare. Il 12 ottobre siamo stati ricevuti dal sindaco di Potenza Dario De Luca che ci ha accolti nel Palazzo di città con affetto. Abbiamo visitato il centro storico e il museo Nazionale e abbiamo assistito ad un concerto tenuto nella chiesa di S.Lucia.



Il giorno dopo abbiamo fatto visita alla città di Matera, capitale europea della cultura 2019, dove siamo stati ricevuti dall'Assessore comunale. Dopo il giro turistico della città, abbiamo gusato cibi tipici lucani e scattato foto dal "Belvedere".

Il 14 ottobre abbiamo condiviso attività didattiche e nel pomeriggio li abbiamo condotti in un luogo particolare, consociuto da tutti i potentini, da cui si può ammirare gran parte della nsotra città, che ha avuto quel giorno la fortuna di essere incorniciata da un maestoso tramonto.

Lunedì 16 ottobre abbiamo visitato Acerenza, con il Duomo e le altre sue meraviglie. La sera abbiamo aprtecipato alla festa finale, organizzata nella palestra della scuola tra "lucan food" e balli di gruppo, con genitori, docenti e la nostra Preside. In un turbinio di allegri, mista a tristezza per il loro imminente rientro in Serbia, dopo il tagli della torta, cantando, abbracciandoci ed agitando le luci dei nostri telefonini a suon di musica, ci siamo salutati dicendoci che non sarebbe stato un "addio" ma un "arrivederci", ma le nostre emozioni a quel punto hanno rotto gli argini sprigionando fiumi di lacrime.

Ringraziamo la nostra scuola per averci dato questa grande opportunità dic resctia e arricchimento culturale!

Elisabetta, Emma, Aurora e Mattia, Studenti della classe 3E dell'Istituto Comprensivo "Antonio Busciolano" di Potenza

Partecipanti ad uno scambio di classe con la Serbia

  • Prossima Storia

    Piccole scuole interculturali

    Essere insieme docente di Italiano e volontaria di Intercultura è stata una preziosa alchimia capace di rendere il mio lavoro ancora più entusiasmante. Ho sempre cercato di educare i miei alunni alla pace, alla tolleranza, alla...

    Stefania Anfuso

    Insegnante presso l'Istituto Scolastico Ruiz di Augusta, SR

  • Prossima Storia

    Una storia lunga vent'anni

    Voglio raccontarvi una storia che comincia vent'anni fa, quando ho cominciato a organizzare scambi di classe con l'aiuto di Intercultura, e arriva fino ad oggi, con il video dell'ultimo scambio con Belgrado, di maggio, che vedete qui sotto.Siamo...

    Valeria Gallerani

    Insegnante presso l'Istituto Scolastico Cambi - Serrani di Falconara Marittima, AN

  • Prossima Storia

    Tra natura e tradizioni in Repubblica Slovacca

    Riportiamo qui di seguito alcune testimonianze degli studenti delle classi IIA e IIB del Liceo Classico di Nova Siri, che hanno partecipato ad uno scambio di classe con la Slovacchia a Trebisov." Eravamo tutti in ansia: chi non aveva mai preso...

    Studenti classi seconde del Liceo Classico di Nova Siri

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Repubblica Slovacca

  • Prossima Storia

    Essere mobili, ossia essere più vivi

    Chelsea era australiana, con gli occhi azzurri e la voce sottile. Nella scuola dove insegno io entrano tutti i giorni eroi omerici, poeti e filosofi, qualche scienziato pure, ma un’australiana studentessa internazionale non era arrivata...

    Mariarita Semprini

    Insegnante presso il liceo Giulio Cesare di Rimini

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here