Una giornata speciale

Leonardo

Da Roma in Norvegia per un anno

Il giorno del rientro dalla Norvegia è stato forse uno dei più scioccanti della mia vita.Già nelle ultime settimane dello scambio provavo un'ansia e un rifiuto nei confronti dell'Italia sempre più forti, e che aumentavano di giorno in giorno. Ma il colpo di martello è arrivato sull'aereo per Roma, l'ansia era diventata insopportabile e sentivo di avere un peso sullo stomaco grosso quanto una montagna. E' stato forse il viaggio in aereo più fastidioso della mia vita, non riuscivo a pensare ad altro che ai lati negativi del rientro e non riuscivo nemmeno a prendere sonno. Una volta atterrati a Fiumicino le cose hanno iniziato ad andare di male in peggio, mi sentivo come se stessi per vomitare; il picco l'ho raggiunto nell'area di ritiro bagagli, quando solo delle porte di vetri oscurati mi separavano dalla mia famiglia.
Mi sentivo come in una specie di limbo tra due mondi, quello norvegese e quello italiano

Mi sentivo come in una specie di limbo tra due mondi: uno, quello norvegese che avevo appena lasciato, nel quale avevo passato gli ultimi 10 mesi, al quale sentivo di appartenere e nel quale mi sentivo al mio posto e a mio agio; l'altro, quello italiano, nel quale avevo vissuto per 17 anni e al quale non sentivo più di appartenere, non potevo tornare indietro e non avevo voglia di andare avanti, ero come bloccato. Queste sensazioni si sono tramutate in smarrimento e totale confusione una volta trovato il coraggio di varcare la soglia che mi avrebbe riammesso nel mio paese e reintrodotto nella mia vecchia vita, uno smarrimento e una confusione che ancora non mi hanno del tutto abbandonato e che credo in parte rimarranno sempre con me.

Leonardo

Da Roma in Norvegia per un anno

  • Prossima Storia

    Una finestra sul mondo

    Uno degli obiettivi principali della scuola è creare futuri cittadini che siano capaci di fare cose nuove, non semplicemente di valutare un ragazzo con dei numeri e ripetere quello che altre generazioni hanno fatto. La scuola ha quindi...

    Sabiana

    Da Siracusa in Argentina per un anno

  • Prossima Storia

    Dobbiamo essere ottimisti

    "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa" In occasione dei 100 anni dell'Afs, e dei quasi 60 anni della sua costola italiana Intercultura, l'ex borsista ora ai vertici del colosso di Seattle racconta quell'esperienza...

    Diego Piacentini

    Senior Vice President, Amazon, con Intercultura nel 1977/78

  • Prossima Storia

    Imparare la difficile lingua ungherese

    Quando ho inserito le scelte per il mio programma di Intercultura, in realtà non avevo confini: avevo deciso di partire e qualsiasi meta mi avessero assegnato, sarebbe andata bene. Tra i programmi ho inserito l’Ungheria, anche se...

    Beatrice

    Da Monza e Brianza in Ungheria per un anno

  • Prossima Storia

    Costarica: il mio viaggio senza frontiere

    La Costa Rica mi ha cambiato, profondamente. Un giorno mi sono svegliato e guardandomi allo specchio ho visto un’altra persona.Era cambiato tutto, al di là del fatto che il riflesso ora, è molto più bello - forse frutto...

    Giulio

    Da Monza in Costa Rica per un anno

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here