Una scuola diversa

Vittoria

Da Cesena in Australia per due mesi

Purtroppo fra due giorni torno in Italia, ma questa esperienza è stata la più bella della mia vita.
Ricordo che mi ero fatta molte idee diverse sulla scuola qua e l'unica cosa che posso dire è che è completamente diversa da quanto mi aspettassi! Né meglio né peggio, solo diversa.

Le lezioni, chiamate periodi, sono 6 e durano 55 minuti ciascuna. Dopo i primi due periodi c'è l'intervallo e dopo il terzo e il quarto periodo la pausa pranzo. La scuola inizia alle 8.45 con 10 minuti di PCG, una specie di classe dove vengono dati tutti gli avvisi giornalieri e settimanali che i ragazzi seguono sui loro IPad. I ragazzi "vivono" con il loro iPad, lo utilizzano sempre e in tutte le materie (anche educazione fisica).
Il girare classe rende più facile socializzare con più persone e più difficile il crearsi dei soliti gruppi come nelle scuole italianeLa scuola finisce alle 15.25 e ciò che è davvero strano è che non hanno quasi mai compiti da fare durante il pomeriggio, pagine da studiare o libri da leggere. La cosa più diversa dalla scuola italiana sono le verifiche e le interrogazioni, che qua non esistono. Ci sono dei test alla fine del quadrimestre ma i ragazzi non sono sottoposti in alcun modo a stress, ansia o pressione dagli insegnanti e credo che questo renda i studenti molto più tranquilli e rilassati durante le giornate scolastiche. Inoltre la mia scuola è all'aperto e non su più piani, e al cambio dell'ora non è il prof. che cambia classe ma tu che ti sposti nella classe in cui vai sei, molto spesso con persone diverse. Questo rende più facile socializzare con più persone e più difficile il crearsi dei soliti gruppi come nelle scuole italiane.

Inoltre gli studenti qua hanno l'obbligo di indossare un’uniforme che è piuttosto scomoda per me che non sono abituata, ma trovo che sia una bellissima idea, perché in questo modo i ragazzi non possono giudicarti e perlomeno a scuola sono tutti uguali.

L'Australia di Vittoria fra paesaggi mozzafiato e momenti indimenticabili

Vittoria

Da Cesena in Australia per due mesi

  • Prossima Storia

    Essere parte di una squadra

    Sono Paola, una ragazza di 17 anni che ha deciso di lasciare il suo stile di vita,la sua famiglia e suoi amici per un anno per viaggiare e scoprire i confini del mondo. Vi scrivo da 8.631km lontano da casa, esattamente in uno degli stati...

    Paola

    Da Lecce negli USA per un anno

  • Prossima Storia

    Ritornare è bello, ma riadattarsi è la vera sfida

    Ho scritto righe su righe durante il mio anno all'estero, riempiendo diari e consumando inchiostro, eppure, quando Intercultura mi ha chiesto di raccontare qualcosa sulla mia esperienza in Turchia non ho trovato il coraggio di buttar giù...

    Piera

    Da Isernia in Turchia per un anno

  • Prossima Storia

    Coraggio, determinazione e felicità

    Ciao, sono Chiara, una ragazza sarda e vengo da un paesino, Orani, di circa 3000 abitanti, dimenticato dal mondo e che, soprattutto, ha deciso di intraprendere un'esperienza che la sta segnando tantissimo, positivamente s’intende.Circa...

    Chiara

    Da Nuoro in Norvegia per un anno

  • Prossima Storia

    Non si tratta solo di conoscere

    Apparentemente l'Austria può sembrare un paese anonimo per chi non lo conosce, e poiché si parla il tedesco può sembrare che culturalmente sia più simile alla Germania.

    Sophie

    Da Roma in Austria per un semestre

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here