Una storia lunga vent'anni

Valeria Gallerani

Insegnante presso l'Istituto Scolastico Cambi - Serrani di Falconara Marittima, AN

Voglio raccontarvi una storia che comincia vent'anni fa, quando ho cominciato a organizzare scambi di classe con l'aiuto di Intercultura, e arriva fino ad oggi, con il video dell'ultimo scambio con Belgrado, di maggio, che vedete qui sotto.Siamo passati dalla Spagna alla Svezia, dall'Olanda alla Danimarca, dagli Stati Uniti alla Turchia, dal Portogallo alla Norvegia, fino alla Serbia di quest'anno.
I protagonisti sono sempre gli stessi: dei ragazzi meravigliosi che non sanno di esserlo, degli alunni che imparano, anche in pochissimo tempo, ad usare occhi nuovi per orizzonti diversi e scoprono di avere abilità incredibili e inaspettate.
Durante i 7-10 giorni all'estero con il gruppo classe nella nuova scuola e con famiglie nuove si vive, in nuce, quello che lo scambio individuale poi potrà offrire come esperienza totalizzante: come vedete nel video, succede un po' di tutto, più o meno sempre con lo stesso programma: tradizioni popolari condivise, workshop interculturali per riflettere, attività sportive, visite turistiche, attività in classe, ma… se guardate bene, scoprirete che la meraviglia dell'esperienza non è in quello che si fa, ma in come si riesce a viverlo.
Scoprirete che la meraviglia dell'esperienza non è in quello che si fa, ma in come si riesce a viverloGuardate i sorrisi di questi ragazzi, la loro emozione negli sguardi, a volte attoniti, a volte meravigliati, nelle loro mani che si stringono, nei loro abbracci e nelle loro lacrime al momento dell'addio o dell'arrivo.
Lo scambio significa prima di tutto accoglienza, educazione, insegnamento di rispetto e di apertura interculturale. Loro lo sanno: "osserviamo e sperimentiamo", questo è il loro motto e la loro bandiera è il rispetto per il nuovo e il diverso.
La cosa più bella in tutti questi anni me l'ha detta un ragazzo che è venuto con me in Svezia e due volte negli Stati Uniti, mentre era al liceo (e che adesso è in Spagna per un Erasmus):"Prof, lei mi ha insegnato che non esistono addii ma arrivederci. Se impari ad aprire il cuore e la mente c'è un sacco di posto lì dentro!"
Questa è l'esperienza dello scambio di classe. Il peso della responsabilità e l'impegno dell'organizzazione sono sempre ripagati dalla certezza che i tuoi alunni sono un arrivederci e un cuore grande.

Valeria Gallerani

Insegnante presso l'Istituto Scolastico Cambi - Serrani di Falconara Marittima, AN

  • Prossima Storia

    Il Sud Italia è meraviglioso!

    Riportiamo la testimonianza di una studentessa russa di un liceo di Vsevolozhsk, nell'ambito di uno scambio di classe effettuato in un liceo di Lecce.Sull'aereo, in viaggio verso l'Italia, eravamo tutti un po' avviliti per il fatto che ci saremmo...

    Maria

    Partecipante ad uno scambio di classe con l'Italia

  • Prossima Storia

    Un'olandese a Bari

    Quest'anno scolastico è iniziato con una piacevole novità: nella mia scuola, il Liceo Cartesio di Triggiano, in provincia di Bari, dove insegno lingua e letteratura inglese, è arrivata Lina, una graziosissima ragazza olandese...

    Anna Catacchio

    Insegnante presso il liceo Cartesio di Triggiano, Bari

  • Prossima Storia

    La nostra amica paraguayana

    Quest'anno scolastico il nostro liceo scientifico Nomentano ha aperto le porte a Romina, la nostra amica paraguayana, che è stata ospite del nostro istituto per uno scambio interculturale tra Italia e Paraguay.Per entrare nella realtà...

    Giacinto La Rosa

    Insegnante presso l'Istituto Scolastico Nomentano di Roma

  • Prossima Storia

    Destinazione: Novi Bečej!

    Riportiamo di seguito il video di un ragazzo del liceo "Tito Lucrezio Caro" di Sarno (SA) nell'ambito del progetto di scambio di classe tra la sua scuola e il liceo di Novi Bečej, una cittadina serba.

    Studenti del liceo "Tito Lucrezio Caro" di Sarno (SA)

    Partecipanti ad uno scambio di classe con la Serbia

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here