Vi porto in Canada con me!

Alessandra

Da Sondrio in Canada per un'estate

Mi chiamo Alessandra e nell'estate del 2017 ho avuto l'opportunità, grazie all'associazione Intercultura e alla borsa di studio messa a disposizione dalla Banca Intesa Sanpaolo, di visitare il Canada.

Più precisamente, ho trascorso un mese nella zona anglofona, nella città di Red Deer, in Alberta.
Le persone in Canada sono molto disponibili e cordiali, così come la mia famiglia ospitante.

Ogni strada è enorme e tutti i paesi, anche se ritenuti dagli abitanti piccoli, sono più grandi di quanto ci si aspetterebbe, pieni di campi colorati di giallo.
Per quanto riguarda il cibo, si è soliti mangiare hot dogs, hamburgers e patatine fritte quanto più spesso possibile, soprattutto in occasione di feste di compleanno. Ma anche la pizza con l'ananas e la pastasciutta con il ketchup vanno molto! Avendo poi la mamma ospitante filippina ho potuto gustare anche piatti tipici orientali.
Per gli amanti della natura il Canada è sicuramente una meta irrinunciabile perchè offre paesaggi mozzafiato e indimenticabili.
Le persone in Canada sono molto disponibili e cordiali, così come la mia famiglia ospitante.

I miei genitori, dopo la scuola che frequentavo la mattina insieme ad altri studenti italiani, erano abituati a portare me e mia sorella ospitante giapponese a visitare la città ed i suoi dintorni e così, grazie anche alle gite scolastiche, ho potuto scoprire posti magnifici , quali: BANFF, ovvero una cittadina situata all'interno del parco nazionale e naturale che si trova a circa due ore in macchina da Red Deer. All'arrivo non si potrà fare a meno di notare le cime del monte Rundle e del monte Cascade che dominano il paesaggio. Questo luogo mi è particolarmente piaciuto per il Lake Louise che si trova arrivati sul posto, un grande lago dotato anche di cascata.

Un'altra grande attrazione è senz'altro la funivia in oggetto con la quale si può raggiungere un avveniristico rifugio a 2.200 metri di quota, il quale funge da partenza per numerose escursioni. Alberta dona anche la possibilità ai turisti di viaggiare, a tre ore da Red Deer, lungo la strada Icefields Parkway, attraverso le Montagne Rocciose Canadesi,che collega i parchi nazionali di BANFF e Jasper e che porta al Columbia Icefield, ovvero un grande ghiacciaio su cui è possibile camminare, particolarmente calmo e che io, personalmente, consiglierei di vistare dato anche il silenzio e la pace di cui si può godere.

Altri luoghi turistici si trovano a Drumheller, una piccola cittadina in cui è situato il Tyrrell Museum, noto per i fossili esposti al suo interno e per il ponte sospeso di Rosedale all'esterno,che io ho trovato fin troppo alto ma ne vale assolutamente la pena di attraversarlo, dato inoltre il paesaggio roccioso come sfondo e i chipmunks, ovvero i piccoli scoiattoli che si potrebbero incontrare nei dintorni.

Anche l'Abraham Lake puo' essere considerato una meta turistica, dista due ore da Red Deer, ed è ricordato per il suo colore azzurro limpido ma anche per le bolle ghiacciate che si formano al suo interno, d'inverno. Negli ultimi giorni i miei genitori ospitanti mi hanno portato anche a visitare le numerose cascate canadesi, tra cui le Crescent Falls.
Questa è stata l'esperienza più bella della mia vita e mi ha dato modo di crescere e di diventare più autonoma in tutti i sensi, inutile dire che ci tornerei anche domani!
A volte bisogna solo lasciarsi andare a nuove esperienze, viverle a pieno e cogliere le occasioni che la vita ci presenta perchè potrebbero non capitare più.

Alessandra

Da Sondrio in Canada per un'estate

  • Prossima Storia

    Una diversità piena di valori

    Qui in Argentina la scuola occupa una piccola parte della giornata nella vita dei ragazzi. Dove mi trovo le lezioni iniziano alle 7:30 con il classico alzabandiera nel quale due studenti accompagnati dal direttore della scuola alzano la bandiera...

    Camilla

    Da Roma in Argentina per un anno

  • Prossima Storia

    Fate esperienze nuove

    Giugno 2015, mia madre risponde al telefono, sorride, è felice, sono in macchina di fianco a lei. Riattacca: “Jack, andrai in Irlanda!”Io, un ragazzo di 16 anni, che non sa cosa aspettarsi dell’anno che verrà. Giugno...

    Giacomo

    Da Ravenna in Irlanda per un anno

  • Prossima Storia

    Un Paese che ha tanto da offrire

    La Bosnia non è un paese facile da vivere ma, qualsiasi cosa accada, vale la pena viverla fino in fondo. Nonostante la sua vicinanza con l’Italia, i due paesi hanno molte differenze - differenze che riguardano la scuola, la religione,...

    Fausta

    Da Napoli in Bosnia per un anno

  • Prossima Storia

    Ringraziare in un Paese ex-sovietico

    La religione è da sempre fortemente correlata alla cultura e alla peculiarità di ogni popolo. Non si tratta solo di abitudini o rituali, bensì di una continua presenza di un'influenza nel quotidiano: ogni atto, nel nome...

    Guido, da Bari per un'estate in Lettonia

    Riflessione in occasione del Convegno "Il Silenzio del Sacro"

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here