Il paese
Brú na Bóinne è uno dei siti archeologici preistorici più importanti al mondo. Patrimonio dell'UNESCO, vi sono presenti oltre novanta monumenti neolitici, fra cui il tumulo di Newgrange che si illumina solo ai solstizi
 
Personaggi
Passegiando fra le strade di Dublino si può incontrare Bono, frontman degli U2, che proprio in questa città, dove ancora riseidono, fecero il loro esordio
 
Cucina
Il dolce natalizio tipico irlandese è il Christmas Pudding, che viene preparato con molto anticipo - a volte addirittura mesi prima. In genere ne vengono preparati tre: uno per Natale, uno per Capodanno e uno per l'Epifania
 
Lo sapevi che...
Il "claddagh ring" è un anello di fidanzamento irlandese composto da due mani (amicizia) che reggono un cuore (amore) sormontato da una corona (lealtà). Nel XIX secolo era per gli espatriati un importante legame con la patria

Irlanda

Una terra di simboli e leggende: dalla pianta sacra del trifoglio ai Leprechaun, i famosi folletti vestiti di verde con barba e cappello, non dimenticando l’arpa di Brian Boru, valoroso condottiero irlandese, simbolo ufficiale dell’Eire, la Repubblica d’Irlanda.

Lingua

Inglese

 

Popolazione

4.5 milioni

 

Fuso orario

-1 ore

 
La rendono speciale le immense distese di prati e pascoli che occupano più di due terzi del territorio, insieme alle scogliere e alle ampie baie sull’Oceano Atlantico. Dublino, una tra le più vivaci capitali europee, offre percorsi culturali e artistici, seguendo le tracce lasciate da chi, come James Joyce e Oscar Wilde, nacque qui.

I PROGRAMMIIn Irlanda sono offerti quattro tipi di programmi: oltre a quelli scolastici annuali, semestrali e trimestrali, è disponibile un programma di tipo linguistico che prevede un corso di lingua inglese della durata di 4 settimane.

I programmi scolastici si svolgono attraverso la collaborazione tra Intercultura e Experiment in International Living Irlanda (EIL), un'organizzazione internazionale presente in diversi Paesi, fondata nel 1932 per promuovere la pace e l’amicizia a livello internazionale. EIL si basa sugli stessi valori di Intercultura e opera attraverso vari programmi di educazione interculturale. I programmi estivi invece si svolgono in collaborazione con alcune scuole di lingua in varie località del Paese. Va segnalato che in Irlanda le famiglie ospitanti, sia quelle dei programmi scolastici, sia quelle dei programmi estivi, ricevono un sostegno economico e non ospitano quindi a titolo completamente gratuito.

Infine, va sottolineato che per il solo programma trimestrale, alle famiglie italiane dei candidati è richiesto l’impegno ad ospitare uno studente straniero nello stesso periodo del soggiorno all’estero del/la figlio/a.

Programma Nati dal Al Partenza Ritorno
Annuale 01/07/1999 31/08/2002 da fine agosto 2017 a fine maggio 2018
Semestrale 01/07/1999 31/08/2002 da fine agosto 2017 a fine gennaio 2018
Trimestrale 01/07/1999 31/08/2002 da fine agosto 2017 a fine novembre 2017
Estivo (corso di inglese) 01/06/1998 30/06/2002 da metà luglio 2017 a metà agosto 2017
Estivo (corso di inglese) 01/06/1998 30/06/2002 da fine giugno 2017 a fine luglio 2017
Programmi estivi
Per questo Paese è disponibile
anche il programma estivo
UN ANNO O SEI MESI IN IRLANDA…
Da Cork a Mayo, da Kerry a Meath, gli studenti accolti in Irlanda possono essere ospitati in diverse zone suburbane o rurali dell’isola di smeraldo. Sarà difficile infatti che gli studenti vengano ospitati in ampi contesti urbani poiché la maggioranza delle famiglie selezionate da EIL risiedono in sobborghi o piccoli paesi.

Al loro arrivo in Irlanda i partecipanti vengono accolti dalle famiglie ospitanti o le raggiungono autonomamente. Un primo incontro di orientamento con altri partecipanti ai programmi della zona è previsto nelle prime settimane del soggiorno, seguito poi da un altro momento a circa metà esperienza e infine da un ultimo incontro prima del rientro a casa. Gli studenti vengono ospitati da famiglie selezionate dal Coordinatore Locale di EIL, il quale sarà anche il primo punto di riferimento per ogni esigenza o necessità dei partecipanti e il punto di contatto con la scuola ospitante.

L’anno scolastico inizia a fine agosto-inizio settembre e termina a fine maggio, con brevi periodi di vacanza fra un trimestre e l’altro. I partecipanti al programma, ai quali è richiesta una conoscenza base della lingua inglese, sono inseriti a scuola per un semestre (da fine agosto a fine gennaio) o per un intero anno scolastico (da fine agosto a fine maggio).
O TRE MESI…
Il programma trimestrale in Irlanda, organizzato sempre con EIL, prevede la frequenza di una secondary school irlandese da fine agosto a fine novembre. Esattamente come per gli altri programmi, i partecipanti vengono ospitati da una famiglia locale con cui condividono la vita quotidiana e avranno dei momenti di confronto, organizzati dal Coordinatore Locale, anche con gli altri partecipanti ai vari programmi.

Il programma trimestrale in Irlanda è un programma di tipo reciproco, ossia la famiglia naturale del partecipante si impegnerà ad ospitare uno studente straniero in quegli stessi tre mesi. Inoltre, negli ultimi giorni del programma trimestrale è previsto che gli studenti, insieme con i 200 ragazzi che partecipano a questo programma in circa 20 Stati europei, si ritrovino a Bruxelles. Infatti, il programma trimestrale rientra nel progetto “Trimestre di Cittadinanza Europea” coordinato dall’EFIL (European Federation of Intercultural Learning, federazione delle principali organizzazioni AFS europee e mediterranee), che prevede attività di approfondimento e confronto sul tema della Cittadinanza Europea. Nella “Capitale d’Europa” gli studenti visitano il Parlamento Europeo e i principali luoghi d’interesse, prendendo parte ad attività in lingua inglese e riflettendo insieme sull’esperienza vissuta, sull’apprendimento interculturale e sulla Cittadinanza europea.

Per maggiori informazioni si veda il sito del progetto www.ectp.eu.
LA SCUOLA
Gli studenti Intercultura vengono iscritti ad una secondary school irlandese generalmente privata e dunque gestita da autorità locali o ordini religiosi. Molto spesso si tratta di scuole frequentate da studenti di un unico sesso. La maggior parte delle scuole prevedono l’uso di una divisa che sarà a carico dello studente (talvolta potrebbe essere fornita dalla stessa famiglia ospitante o dagli insegnanti). La secondary school comprende alunni dai 12 ai 18 anni e solitamente gli studenti stranieri vengono inseriti al quarto o quinto anno (15-17 anni), dove è obbligatoria la frequenza di almeno cinque corsi (con un massimo di sette), ma se la conoscenza della lingua inglese del partecipante non è adeguata potrebbe essere inserito in classi inferiori. Indipendentemente dal livello di inglese dello studente, le scuole irlandesi non ammettono studenti di scambio all’ultimo anno, dedicato alla preparazione dell’esame di stato. È importante che i partecipanti al programma ricordino di richiedere tutte le pagelle e i documenti scolastici prima della partenza: può essere difficile recuperare i propri report scolastici una volta tornati in Italia.
Le materie insegnate variano da scuola a scuola. Gli esami sono sempre scritti eccetto quelli di lingua straniera, che prevedono anche una parte orale. Alcune scuole insistono che gli studenti stranieri frequentino le lezioni della propria lingua madre, se insegnata, per aiutare i loro compagni nell’apprendimento. Una tipica giornata scolastica inizia alle 9.15 e termina alle 15.45, con lezioni da 40 minuti ciascuna e nessun corso di sabato. Gli studenti ricevono compiti da svolgere a casa.

Le scuole organizzano spesso attività extra-scolastiche gratuite o con un costo minimo, svolte prevalentemente dopo l’orario di lezione e nei weekend, a cui gli studenti stranieri sono invogliati a prendere parte per favorire l’integrazione nella realtà locale. Si possono praticare diversi sport oppure frequentare corsi di teatro, di arte, di dibattito...
FAMIGLIA E TEMPO LIBERO
Piccola isola ma ricca di diversità culturali e tradizioni, l’Irlanda possiede una lunga e affascinante storia che ancora oggi incide sulla percezione degli irlandesi sulle proprie origini e appartenenza. Tante sono le tradizioni ereditate dalle generazioni precedenti, molte delle quali di origine pagana e che vengono celebrate con grandi eventi nelle piazze. Un importante momento di aggregazione per le famiglie e la comunità è il ritrovo nei pub, dove spesso viene suonata musica tradizionale e ci si può rilassare bevendo qualcosa insieme, anche se agli studenti Intercultura la frequenza di questi locali è permessa solo in compagnia della propria famiglia ospitante.

La dieta irlandese si basa principalmente sul consumo di verdure (in particolare patate) e carne.

In un primo momento le famiglie irlandesi possono sembrare disinteressate nei confronti dei ragazzi ospitati ma nel corso del tempo si dimostrano invece coinvolti nella loro esperienza. Gli adolescenti irlandesi si appoggiano molto alle famiglie naturali, mentre gli studenti stranieri potrebbero godere di una maggiore autonomia – anche se sempre nel rispetto delle regole imposte dalle famiglie.
Il paese

Religione

L’86,4% della popolazione è di fede cattolica. Il 5% professa il credo afferente alla Church of Ireland, di fede anglicana. La Chiesa Cattolica ha giocato un ruolo importante nella storia politica e culturale del Paese, ma ultimamente il numero dei seguaci è in leggero calo.

Clima

Le estati sono fresche; il mese più caldo è luglio, con una temperatura media di 18°C e la pioggia è sempre in agguato. Spesso il verde paesaggio irlandese è ‘oscurato’ dalla nebbia. La neve è rara in Irlanda a causa dell’influenza della corrente moderata dell’Atlantico del Nord. Gli inverni sono piovosi e miti. Le temperature più basse vanno da 1 a -4°C.

Lingua

La prima lingua ufficiale in Irlanda è il gaelico, mentre la seconda è l’inglese. Tuttavia, si stima che il gaelico sia conosciuto da circa 1,6 milioni di persone (il 38% della popolazione), ma che soltanto 350.000 di queste lo parlino abitualmente. I segnali stradali, così come i documenti ufficiali del governo, sono bilingue.
  • Prossimo paese

    Croazia

    Il 1° luglio 2013 la Croazia è diventato il 28° stato membro dell’Unione Europea, a diciotto anni dalla fine della Guerra dei Balcani. “La Croazia sceglie la libertà e la pace” titolava il principale quotidiano croato.

  • Prossimo paese

    Ecuador

    Diviso tra emisfero australe e boreale, l’Ecuador è un piccolo Paese della fascia andina che conserva innumerevoli tesori coloniali, la maggior parte dei quali dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.

  • Prossimo paese

    India

    La più grande democrazia del mondo con oltre un miliardo di cittadini, 23 lingue ufficiali, una vastissima ricchezza etnica e culturale e uno sviluppo economico che non conosce crisi.

  • Prossimo paese

    Lettonia

    Il rispetto e la conservazione delle lunghe coste cristalline e delle vaste foreste che ricoprono la maggior parte del territorio hanno permesso alla Lettonia di raggiungere negli ultimi anni i primi posti negli indici mondiali di sostenibilità e prestazioni ambientali.

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here