Grandi soddisfazioni

Antonella Iannuziello

Insegnante presso l'Istituto Comprensivo Domenico Savio di Potenza

Dal 16 al 23 aprile, in collaborazione con Intercultura, il nostro Istituto ha ospitato 16 alunni e tre insegnanti della Secondary School di Aleksandrov, Russia.Il progetto biennale prevede l'ospitalità reciproca utilizzando come lingua veicolare l'inglese e ha lo scopo di favorire il consolidamento delle abilità comunicative, stimolare l'interesse verso una cultura diversa dalla nostra, confrontarsi con l'esterno, educare alla differenza e stabilire relazioni con la scuola partner.
Nella settimana di ospitalità, le famiglie dei nostri alunni hanno dimostrato un'accoglienza affettuosa e si sono adoperati a proporre attività che favorissero la conoscenza e lo scambio di esperienze fra i ragazzi. Durante l'orario scolastico, gli ospiti hanno partecipato attivamente alle varie proposte didattiche programmate dagli insegnanti dell'istituto, come un laboratorio musicale organizzato dagli insegnanti di strumento che, dopo l'esecuzione di brani da parte dell'orchestra dell'istituto, hanno realizzato per gli ospiti una lezione di pratica strumentale.
Le famiglie dei nostri alunni hanno dimostrato un'accoglienza affettuosaIn un laboratorio artistico, con la guida delle professoresse Scavone e Zirpoli gli allievi stranieri, coadiuvati dai rispettivi ospiti italiani, hanno realizzato lavori con colori a tempera e tecnica del collage, prendendo come soggetto lo skyline di Potenza e il ponte Musmeci. Passando all'ambito scientifico, con il professor Vaccaro e la professoressa Ronchi, i ragazzi italiani e russi hanno messo a confronto la colazione nei rispettivi Paesi, calcolato i nutrienti, costruito grafici e, con gli alunni della classe II D, hanno partecipato agli esperimenti riguardanti l'amido.
Con la professoressa Gonni, la classe III B ha messo in atto la prima esperienza di CLIL, riguardante Mendel e la genetica. I ragazzi italiani hanno preparato per gli ospiti russi la presentazione dell'argomento attraverso slide e spiegazioni in lingua inglese. I ragazzi ospiti hanno dimostrato attenzione, partecipazione e comprensione del lavoro anche attraverso il completamento di un worksheet, elaborato dagli alunni italiani. Nel pomeriggio, tutti insieme si sono cimentati nell'attività "Detective per un pomeriggio" nella quale hanno messo a confronto i DNA di "indiziati" per il furto… di marmellata. Come attività sportiva, i ragazzi russi e i loro ospiti italiani hanno partecipato ad una lezione di arti marziali nella palestra dell'istituto.
Come attività sportiva, i ragazzi russi e i loro ospiti italiani hanno partecipato ad una lezione di arti marziali nella palestra dell'istitutoInsieme alle attività didattiche sono state realizzate numerose visite guidate: al centro storico di Potenza, dove i ragazzi hanno visitato il Duomo, il Museo Diocesano, il Museo Adamesteanu , la Chiesa di S. Michele e, per il rientro a casa, hanno utilizzato le lunghissime scale mobili di S. Lucia; a Matera, con la visita ai Sassi e al centro storico, al Castello di Lagopesole e all'Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente, dove, per l'occasione, è stato offerto ai ragazzi un ricco buffet di benvenuto, e infine ad Accettura, percorrendo le vie della transumanza.
A conclusione, il giorno 22 aprile, nella Pinacoteca dell'Istituto, la Dirigente Diana Camardo ha salutato gli ospiti russi alla presenza dell'assessore alla cultura Roberto Falotico, ai rappresentanti dei Carabinieri e della Polizia di Stato, alla presidente di Intercultura per la Basilicata e alle famiglie ospitanti. La cerimonia è terminata con la consegna degli attestati di partecipazione.
Insomma, è andato tutto più che bene e l'impegno ci ha dato i risultati sperati! Prevediamo di andare a trovare i nostri amici russi il prossimo autunno, sicuri che riceveremo un'accoglienza altrettanto calorosa.

Antonella Iannuziello

Insegnante presso l'Istituto Comprensivo Domenico Savio di Potenza

  • Prossima Storia

    Una studentessa come le altre

    Uno dei possibili rischi dell'insegnamento è il fatto che, una volta entrati nella propria classe, ci si possa trincerare dietro il libro di testo, o dietro il proprio ruolo, "dimenticando" il mondo e le drammatiche urgenze del reale.La...

    Cinza Capano

    Insegnante presso l'Istituto Scolastico Nomentano di Roma

  • Prossima Storia

    Dire, fare, imparare

    Sono volontaria da più di un lustro e comunque, ogni giorno che passa, mi sembra di poter/dover imparare ancora tanto e da tutti. Non è retorica: infatti, da una parte arrivano le sollecitazioni del Ministero, almeno una all’anno,...

    Silvia Mocchi

    Volontaria del Centro Locale di Monza e insegnante presso l'Istituto Scolastico Hensemberger

  • Prossima Storia

    Sono pronta a riabbracciare un ragazzo diventato uomo

    Maddalena, Michela, Ludovico, Carlo, Riccardo, Maria Cristina, Ludovica, Chiara, Enrico…tanti nomi a cui corrispondono tanti volti, tanti occhi dentro i quali si specchia la vita nel suo continuo divenire. La loro storia nel mondo è...

    Anna Rita Faggiano

    Insegnante presso l'Istituto Scolastico Banzi Bazoli di Lecce

  • Prossima Storia

    L'ospitalità ci ha fatto sentire delle star!

    È difficile abituarsi a non essere delle star. Strana frase, no? Però è capace di esprimere cosa si prova tornando dalla Russia, dove ci siamo recati per una decina di giorni grazie a uno scambio culturale organizzato dalla...

    Una studentessa del Liceo Scientifico "G. Banzi Bazoli" di Lecce

    Partecipante ad uno scambio di classe con la Russia

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here