In ogni angolo un pezzo di storia

Paola

Da Piacenza in Bosnia per un anno

La cosa che penso mi abbia colpito di più qui in Bosnia è la diversità. In ogni momento si possono vedere e vivere situazioni completamente diverse fra loro.

Camminando per le vie di Sarajevo è perfettamente percepibile la multiculturalità di questa città, incontrando testimonianze di varie culture e religioni che qui convivono e questo crea un'atmosfera quasi magica, e un esempio di questo si ha quando durante il giorno si sente, per tutta la città, l’alternarsi dei suoni delle campane delle chiese e il richiamo alla preghiera delle moschee.

La differenza più visibile, anche appena arrivati, è quella fra la città e la campagna: Sarajevo, dove vivo io, è a tutti gli effetti una città europea con tutti i servizi e i mezzi di trasporto, grandi palazzi con uffici affiancati a palazzine residenziali, parcheggi, scuole, bar, e luoghi di incontro; ma appena si lascia l'area urbana non è difficile trovare casette isolate ai piedi delle montagne con mucche, galline e pecore nel prato di fronte.

La Bosnia è un Paese con interessantissime tradizioni che riserva innumerevoli sorprese e penso che non smetterà mai di stupirmi

  • Arrivo gruppo AFS
  • scuola
  • Amici
  • Paola e amica con caschetto
  • sarajevo milijacka
  • sarajevo meeeting of cultures
  • sarajevo tabija 2
  • gruppo AFSer

La Bosnia oltre Sarajevo

Con il progetto del Ministay ho avuto la possibilità di sperimentare in prima persona questa diversità fra città e zone rurali. Per le due settimane del progetto sono passata dal vivere nella capitale a un piccolo paesino a circa 15km da Gračanica (una cittadina circa 150km a nord rispetto a Sarajevo), e questi 15km erano quelli che io e la sorella ospitante dovevamo percorrere tutti i giorni per andare a scuola. La differenza che qui mi ha colpito di più è quella nei rapporti fra le persone: essendo una città molto piccola tutti si conoscono e all'inizio non sembra che le persone siano particolarmente disposte ad accettare ciò che è nuovo o diverso, ma in poco tempo si aprono e si scopre quanto in realtà abbiano voglia di condividere le loro tradizioni e quanto siano pronti ad imparare a loro volta qualcosa di nuovo.

La Bosnia è sicuramente un Paese con interessantissime tradizioni che riserva innumerevoli sorprese e penso che non smetterà mai di stupirmi, dal momento che in ogni angolo si trova nascosto un pezzo di Storia che aspetta solo di essere scoperto da qualcuno interessato a conoscere meglio questa parte di Europa.

Paola

Da Piacenza in Bosnia per un anno

  • Prossima Storia

    Il Nebraska del 1960

    Mi chiamo Anna Robles e sono un’AFSer, anno 1960/61, Kimball, Nebraska USA.Già, sono un AFSer. Aver vissuto quell’esperienza è diventato uno stato del cuore e della mente, sempre divisi tra il mio Paese e quell’altro. Quando...

    Anna

    storica borsista, nel 1960-61 negli Stati Uniti

  • Prossima Storia

    La mia nuova casa

    Ciao! Sono Andrej e sto trascorrendo il mio anno in Austria, grazie a una borsa di studio parziale offerta dalla Fondazione CRT Torino, che ringrazio per l’opportunità che mi ha offerto. Sto scrivendo dalla mia nuova casa, precisamente...

    Andrej

    Da Torino in Austria per un anno

  • Prossima Storia

    Stanca ma felice

    Sveglia alle 5:20 per non rischiare di arrivare in ritardo. Lo zaino e il pranzo al sacco sono già pronti dalla sera prima e alle 6:00 siamo già in viaggio. Arrivo a scuola alle 6:20, è ancora buio. Mi aspetto di entrare...

    Alessandra

    Da Monza negli USA per un anno

  • Prossima Storia

    Ringraziare in un Paese ex-sovietico

    La religione è da sempre fortemente correlata alla cultura e alla peculiarità di ogni popolo. Non si tratta solo di abitudini o rituali, bensì di una continua presenza di un'influenza nel quotidiano: ogni atto, nel nome...

    Guido, da Bari per un'estate in Lettonia

    Riflessione in occasione del Convegno "Il Silenzio del Sacro"

Welcome to Intercultura (AFS Italy) website! Where do you want to go?
- If you want to know more about Intercultura, click here
- If you want to know more about studying in Italy with Intercultura, click here
- Sprechen Sie Deutsch? Hier Klicken
- If you want to visit the full website (Italian only), click here